FAQ  •  Iscriviti  •  Login

Jordan Rakei - Wallflower [2017]

<<

Squall

Avatar utente

Zio Cantante

Messaggi: 12083

Iscritto il: 27th ottobre 2004 00:53

Località: Anastasia

Messaggio 2nd aprile 2018 21:49

Jordan Rakei - Wallflower [2017]

ho accennato nell'altro topic a questo ragazzotto neozelandese approdato a Londra e unitosi alla combriccola di new wave hip-hop/soul/jazz; la voce, la tecnica e il controllo vocale live sono impressionanti.

un soul-pop molto intimo, pezzi brevi con strutture molto semplici ma che puntano tutto sulle progressioni dinamiche grazie a degli ottimi arrangiamenti (con un pizzico di elettronica) e delle ritmiche mai scontate, coprodotto col batterista (gioppy, lo stesso del video che ho postato di là) che a quanto pare ama suonare e registrare a dinamiche bassissime; di influenza jazz rimane la ricerca di complesse soluzioni armoniche.

un disco che sarebbe finito sicuramente tra i miei 3-4 preferiti dell'anno scorso, allego i due pezzi che preferisco e il video del "singolo". (il precedente "Cloak" del 2016 sembra pure molto interessante)




It's like this endless search for the perfect balance of deconstruction and layered complexity
- Paul Masvidal
<<

giopasi

Avatar utente

The Nephilim of The Lyre-Guitar

Messaggi: 7673

Iscritto il: 1st aprile 2014 07:56

Località: Torino

Messaggio 4th aprile 2018 12:29

Re: Jordan Rakei - Wallflower [2017]

Ripeto quanto già detto...ottimo connubio, grande controllo e personalità :sisi:
L'elemento che più mi attira è l'infinito spazio di evoluzione che il suo stile ha. Potrebbe prendere qualsiasi direzione.
Nel rotondo crocicchio, sei donzelle ballano. Tre di carne e tre d’argento. I sogni di un tempo le cercano, ma le tiene avvinghiate un Polifemo d’oro. Cosa sono?
https://fusionandoblog.wordpress.com/
<<

Squall

Avatar utente

Zio Cantante

Messaggi: 12083

Iscritto il: 27th ottobre 2004 00:53

Località: Anastasia

Messaggio 19th maggio 2018 20:40

Re: Jordan Rakei - Wallflower [2017]

il precedente "Cloak" è al tempo stesso più vario e meno coeso, con un sound di conseguenza meno elaborato ma maggiore varietà di strumenti e influenze.
mai nulla di già sentito ma comunque "Wallflower" mi sembra più ispirato... allego qualche live anche dal primo album, notarsi il batterista, che ha un controllo fuori dal comune sulle dinamiche basso/bassissime e ha una maniera di portare il tempo che mi suona stranamente oscillante, inoltre tra i/le coriste c'è del figume pazzesco.
(unico limite per me rimangono le lyrics un po' troppo tardo-adolescenziali, proprio a cercare il pelo nell'uovo)

dovrebbe uscire qualcosa di nuovo entro questo 2018. avete tempo per convertirvi. :tru





It's like this endless search for the perfect balance of deconstruction and layered complexity
- Paul Masvidal
<<

giopasi

Avatar utente

The Nephilim of The Lyre-Guitar

Messaggi: 7673

Iscritto il: 1st aprile 2014 07:56

Località: Torino

Messaggio 21st maggio 2018 10:02

Re: Jordan Rakei - Wallflower [2017]

Nel rotondo crocicchio, sei donzelle ballano. Tre di carne e tre d’argento. I sogni di un tempo le cercano, ma le tiene avvinghiate un Polifemo d’oro. Cosa sono?
https://fusionandoblog.wordpress.com/

Torna a OTHER AREA

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010