Il 3d ecologista

Questa vuol essere una sezione creata per discutere e argomentare seriamente fatti, vicende, situazioni e ospitare spunti di riflessione.
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14200
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da Sairus » 8 ottobre 2019 10:42

Erlik_khan ha scritto:
8 ottobre 2019 10:28
In sostanza, è come dire che è già troppo tardi e/o impossibile, senza niente che combatta anche attivamente la CO2 immessa.
Non è escluso che si possano trovare nuovi metodi per gestire la cosa, 30 anni sono un eternità a livello di ricerca, in futuro speriamo di avere degli strumenti migliori per combattere l'inquinamento
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Avatar utente
The Healer
Rainbow Warrior
Messaggi: 8028
Iscritto il: 26 marzo 2006 13:10

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da The Healer » 8 ottobre 2019 10:51

Sairus ha scritto:
8 ottobre 2019 10:42
Erlik_khan ha scritto:
8 ottobre 2019 10:28
In sostanza, è come dire che è già troppo tardi e/o impossibile, senza niente che combatta anche attivamente la CO2 immessa.
Non è escluso che si possano trovare nuovi metodi per gestire la cosa, 30 anni sono un eternità a livello di ricerca, in futuro speriamo di avere degli strumenti migliori per combattere l'inquinamento
D'accordissimo, lo stavo scrivendo anche io :sisi:
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 9829
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da AntonioC. » 8 ottobre 2019 10:59

ma se la soluzione finale la troviamo tra 15 anni si potrà slittare al 2075?
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14200
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da Sairus » 8 ottobre 2019 11:01

AntonioC. ha scritto:
8 ottobre 2019 10:59
ma se la soluzione finale la troviamo tra 15 anni si potrà slittare al 2075?
Non puoi saperlo ora
Iniziamo a fare e vediamo di accelerare nel corso degli anni
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 9829
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da AntonioC. » 8 ottobre 2019 11:04

Poi un'altra cosa: per il trasporto, quali sono le soluzioni per muovere merci e persone senza idrocarburi.
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
Fenix
Senior Member
Messaggi: 3570
Iscritto il: 21 aprile 2010 15:15
Località: Palahöl
Contatta:

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da Fenix » 8 ottobre 2019 11:14

In Germania il passaggio da motori termici a motori elettrici dovrebbe costare circa 100.000 posti di lavoro, sono problematiche che legano le mani ad un possibile cambiamento, per lo meno in tempi relativamente brevi.
Time is a never ending journey
Love is a never ending smile
Give me a sign to build a dream on
Dream on...


The Fenix Pit
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14200
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da Sairus » 8 ottobre 2019 11:16

AntonioC. ha scritto:
8 ottobre 2019 11:04
Poi un'altra cosa: per il trasporto, quali sono le soluzioni per muovere merci e persone senza idrocarburi.
Anche limitandoci alle tecnologie di cui siamo in possesso, nel trasporto pubblico si può fare molto, sia per aumentarlo che per convertire i mezzi a petrolio in mezzi elettrici. Stessa cosa per il trasporto individuale. La questione merci è più spinosa ma sicuramente migliorabile, parte dalla domanda dei clienti: se ci affidiamo di più al km 0 diminuisce automaticamente la necessità del trasporto per lunghe tratte.

Questo presenta altre questioni ovviamente, come l'inquinamento provocato dalla produzione di elettricità o la sensibilizzazione della popolazione verso alcune tematiche... e altrettanto ovviamente non risolve tutto, però sono cose che possiamo già fare e che diminuirebbero il problema che hai citato.
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Avatar utente
Jem7
misanthrope
Messaggi: 29339
Iscritto il: 28 novembre 2002 16:48
Contatta:

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da Jem7 » 8 ottobre 2019 11:50

AntonioC. ha scritto:
8 ottobre 2019 11:04
Poi un'altra cosa: per il trasporto, quali sono le soluzioni per muovere merci e persone senza idrocarburi.
Più lavoro possibile da remoto e delle gran catapulte :sisi:
Toglietemi tutto, ma non il mio :asd:

Se fossi foco amerei le foche
Ma sono fico...
Avatar utente
The Healer
Rainbow Warrior
Messaggi: 8028
Iscritto il: 26 marzo 2006 13:10

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da The Healer » 8 ottobre 2019 11:55

In Italia anche dal punto di vista del cosiddetto "telelavoro" siamo indietro di eoni, in particolare nella pubblica amministrazione
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14200
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da Sairus » 8 ottobre 2019 11:59

The Healer ha scritto:
8 ottobre 2019 11:55
In Italia anche dal punto di vista del cosiddetto "telelavoro" siamo indietro di eoni, in particolare nella pubblica amministrazione
Verissimo

Da una parte dipende dai dirigenti delle azienda, che hanno la mania del controllo perchè pensano che i dipendenti a casa non facciano nulla

Dall'altra dal fatto che, effettivamente, alcuni dipendenti a casa non fanno nulla, pensano che i giorni di lavoro casalingo siano vacanza

Secondo me i dirigenti di cui sopra la pensano in questo modo perchè sono esattamente come i dipendenti di cui sotto, messi, cioè, a lavorare da casa, non farebbero una sega
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 9829
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da AntonioC. » 8 ottobre 2019 12:26

lavorando in una PA posso dire che già oggi almeno il 50% dell'attività lavorativa potrebbe essere svolta tranquillamente da casa (naturalmente non i lavori a stretto contatto con il pubblico), grazie alla dematerializzazione e alla connettività.
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
bigio
Senior Member
Messaggi: 4970
Iscritto il: 4 ottobre 2013 14:01

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da bigio » 8 ottobre 2019 12:56

Sairus ha scritto:
8 ottobre 2019 11:59
The Healer ha scritto:
8 ottobre 2019 11:55
In Italia anche dal punto di vista del cosiddetto "telelavoro" siamo indietro di eoni, in particolare nella pubblica amministrazione
Verissimo

Da una parte dipende dai dirigenti delle azienda, che hanno la mania del controllo perchè pensano che i dipendenti a casa non facciano nulla

Dall'altra dal fatto che, effettivamente, alcuni dipendenti a casa non fanno nulla, pensano che i giorni di lavoro casalingo siano vacanza

Secondo me i dirigenti di cui sopra la pensano in questo modo perchè sono esattamente come i dipendenti di cui sotto, messi, cioè, a lavorare da casa, non farebbero una sega
siamo o non siamo italiani?
rabe ha scritto:qualcuno metta su il "CD bagnafiga" :sisi:
Avatar utente
rabe
The Vlabe method
Messaggi: 46793
Iscritto il: 22 marzo 2005 14:26
Località: Down under
Contatta:

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da rabe » 9 ottobre 2019 00:02

bisognerebbe:
1) avere delle politiche sensate
2) far cambiare idea al consumatore medio su molti concetti semplici
3) inculcare in quelle teste di merda la fuori idee come "meno consumi", "meno utilizzo", "meno packaging", etc.
4) far capire alle teste di merda di cui sopra, che ci si puo' muovere/spostare anche senza usare la macchina

ho perso la speranza da tempo riguardo alla nostra generazione (ci meritiamo l'estinzione): spero che le nuove generazioni aprano gli occhi e si sbrighino





riguardo al lavoro da casa: conosco molta gente che gia' lo fa. Loro sono contenti (lavori da casa, spendi meno, guadagni di piu', etc.), i datori di lavoro sono contenti (meno gestione, meno rotture di cazzo, etc.), vincono tutti.
Poi penso all'italiano medio, e vabbeh, mi passa tutto l'entusiasmo :...:
Cancer is a manageable, if not curable, disease, similar to other chronic disease. Force T. et al., Nature Cancer Rew. (2007)
"...e adesso andiamo a metterlo nel culo al cancro!"


http://angrylikeawallaby.blogspot.com/


coglionazziiii (cit. by None)
Avatar utente
Erotic.Nightmares
Coltivatore diretto delle sei corde
Messaggi: 17735
Iscritto il: 11 aprile 2005 09:51
Località: Genova - Lagaccio Avenue

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da Erotic.Nightmares » 9 ottobre 2019 10:50

Tema packaging.

Io non sono un ambientalista estremo, cerco di fare attenzione più che posso (o meno, più che "ho voglia") ma mi rendo conto che potrei fare di più. Una cosa alla quale da qualche anno sto prestando particolare attenzione è proprio il discorso plastica per imballaggi. Minchia, è una roba pazzesca. Pur facendo attenzione il più possibile, comunque faccio fuori come minimo un intero sacco della differenziata a settimana. E' una roba bestiale, per come è organizzata la grande distribuzione praticamente non riesci a fare a meno della plastica porca troia. Ormai persino il macellaio sotto casa quando ti prepara le fette di petto di pollo le separa con un fogliazzo di plastica (che poi accuratamente lavo prima di smaltire nella differenziata) e non c'è verso di non farselo mettere.

Ora...io faccio una differenziata maniacale ma minchia, figurati le altre famiglie che cazzo buttano nell'indifferenziata....
Chi va piano va sano e va lontano. Chi va forte va alla morte (tiè...)
Tonica, terza, quinta, settima diminuita. Resta dunque irrisolto l'accordo della mia vita?
Avatar utente
bigio
Senior Member
Messaggi: 4970
Iscritto il: 4 ottobre 2013 14:01

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da bigio » 9 ottobre 2019 13:34

Ci sono le arance già sbucciate nel comodo contenitore di plastica. Vedi tu
rabe ha scritto:qualcuno metta su il "CD bagnafiga" :sisi:
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 13354
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da johnny-blade » 9 ottobre 2019 13:57

Credo che qualsiasi iniziativa che parte dal proprio personale buon senso vada poi a sbattere cintro l'impostazione e l'imposizione del sistema.
È come il boicottare. Non serve a nulla.
Per tanti è diventato lo sfogo del proprio "io".
Pura narrativa.

crisc sand
ca diavl già ci sì
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14200
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da Sairus » 9 ottobre 2019 14:01

Erotic.Nightmares ha scritto:
9 ottobre 2019 10:50
Tema packaging.

Io non sono un ambientalista estremo, cerco di fare attenzione più che posso (o meno, più che "ho voglia") ma mi rendo conto che potrei fare di più. Una cosa alla quale da qualche anno sto prestando particolare attenzione è proprio il discorso plastica per imballaggi. Minchia, è una roba pazzesca. Pur facendo attenzione il più possibile, comunque faccio fuori come minimo un intero sacco della differenziata a settimana. E' una roba bestiale, per come è organizzata la grande distribuzione praticamente non riesci a fare a meno della plastica porca troia. Ormai persino il macellaio sotto casa quando ti prepara le fette di petto di pollo le separa con un fogliazzo di plastica (che poi accuratamente lavo prima di smaltire nella differenziata) e non c'è verso di non farselo mettere.

Ora...io faccio una differenziata maniacale ma minchia, figurati le altre famiglie che cazzo buttano nell'indifferenziata....
già
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Avatar utente
ZANNA
My presence is ominous...
Messaggi: 9152
Iscritto il: 29 novembre 2002 22:12
Località: Turin

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da ZANNA » 9 ottobre 2019 14:16

Ma perchè ci va una ragazzina mezza rinco (senza offesa, ma il suo ""problema"" ne amplifica enormemente l'impatto) per far comprendere concetti basilari?
A me sembra tanto una nuova moda.
"Nothing but the process is infinite.."
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14200
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da Sairus » 9 ottobre 2019 14:22

ZANNA ha scritto:
9 ottobre 2019 14:16
Ma perchè ci va una ragazzina mezza rinco (senza offesa, ma il suo ""problema"" ne amplifica enormemente l'impatto) per far comprendere concetti basilari?
A me sembra tanto una nuova moda.
Uno sveglio come te dovrebbe sapere che il mezzo di comunicazione è importante tanto quanto il messaggio che trasporta

Comunque se ne è parlato per bene nelle pagine scorse, se vuoi capire "a che punto siamo"
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Avatar utente
Coren
Senior Member
Messaggi: 2849
Iscritto il: 17 dicembre 2002 20:04
Contatta:

Re: Il 3d ecologista

Messaggio da Coren » 10 ottobre 2019 10:51

Erotic.Nightmares ha scritto:
9 ottobre 2019 10:50
Tema packaging.

Io non sono un ambientalista estremo, cerco di fare attenzione più che posso (o meno, più che "ho voglia") ma mi rendo conto che potrei fare di più. Una cosa alla quale da qualche anno sto prestando particolare attenzione è proprio il discorso plastica per imballaggi. Minchia, è una roba pazzesca. Pur facendo attenzione il più possibile, comunque faccio fuori come minimo un intero sacco della differenziata a settimana. E' una roba bestiale, per come è organizzata la grande distribuzione praticamente non riesci a fare a meno della plastica porca troia. Ormai persino il macellaio sotto casa quando ti prepara le fette di petto di pollo le separa con un fogliazzo di plastica (che poi accuratamente lavo prima di smaltire nella differenziata) e non c'è verso di non farselo mettere.

Ora...io faccio una differenziata maniacale ma minchia, figurati le altre famiglie che cazzo buttano nell'indifferenziata....
Sul packaging bisogna trovare standard e normative, e in fretta.
Non e' possibile che il tortino di verdure della PAM abbia l'involucro esterno in plastica con lo scontrino di carta appiccicato sopra, l'involucro interno in qualcosa che credo sia cartone, ma non sono sicuro.
Che palle, dovrebbe esserci un cazzo di bollino sulla confezione che dica dove vada buttato, fine.
"I Sartan, essi sono la causa di ogni male"
"Forse, o forse il male è dentro di noi..."
Rispondi