Lingue straniere

Questa vuol essere una sezione creata per discutere e argomentare seriamente fatti, vicende, situazioni e ospitare spunti di riflessione.
Avatar utente
Jem7
misanthrope
Messaggi: 29276
Iscritto il: 28 novembre 2002 16:48
Contatta:

Re: Lingue straniere

Messaggio da Jem7 » 8 maggio 2018 18:51

Una sera mi misi a vedere un po' di svedese, che ritengo molto musicale, ma niente di più.

Oggi invece ho sentito l'inglese neozelandese e mi veniva da ridere
:asd:

Ah, io in francese mi sono letto tutto il Signore degli anelli :D
Toglietemi tutto, ma non il mio :asd:

Se fossi foco amerei le foche
Ma sono fico...
Avatar utente
Squall
Zio Cantante
Messaggi: 12272
Iscritto il: 27 ottobre 2004 00:53
Località: Anastasia

Re: Lingue straniere

Messaggio da Squall » 8 maggio 2018 19:01

ZANNA ha scritto:Visto l'altissimo livello di sfiga e nerdaggine che si deduce da qui:
Squall ha scritto:.... e il ciclo 400esco di Re Artù in inglese antico (una cosa molto divertente).
...poi non puoi dire
Squall ha scritto: il francese....non mi interessa particolarmente.
perchè non sai che ti perdi con il genere "chanson de geste".


zzz
per una volta potresti non aver detto una cazzata. :sisi:


(il russo mi dicono non essere poi così difficile, una mia amica non particolarmente portata per le lingue ha imparato le basi abbastanza velocemente in un soggiorno di qualche mese)
It's like this endless search for the perfect balance of deconstruction and layered complexity
- Paul Masvidal
Avatar utente
Dtrule
Senior Member
Messaggi: 5333
Iscritto il: 29 novembre 2002 16:32
Località: Graz (AT)

Re: Lingue straniere

Messaggio da Dtrule » 8 maggio 2018 22:03

Jem7 ha scritto:Una sera mi misi a vedere un po' di svedese, che ritengo molto musicale, ma niente di più.
Anche a me è capitato e ho avuta la stessa impressione, soprattutto se paragonato al norvegese o, peggio ancora, al danese...
Avatar utente
Coren
Senior Member
Messaggi: 2799
Iscritto il: 17 dicembre 2002 20:04
Contatta:

Re: Lingue straniere

Messaggio da Coren » 8 maggio 2018 23:14

Minchia sono sinceramente sbigottito che un sacco di gente qua ha questa passione per il giapponese.
Io come Jem ho avuto un po' di tira e molla, ora mi son rimesso a studiare kanji e vocaboli, assieme a lezioni e grammatica, vorrei dare il JLPT 5, magari quest'inverno.

Non sono assolutamente d'accordo con voi che la grammatica sia semplice, ok se si intende la grammatica nuda e cruda e ci si limita alla singola frase, ma la sintassi e' ardua in quanto bisogna pensare in maniera diametralmente opposta alla nostra...
あの日見た花の名前を僕達はまだ知らない
Provate a tradurre questo, e' il titolo di un famoso anime, per me e' proprio la summa di quello che intendo...

Poi va be', ci sono i kanji e le loro infinite letture, croce e delizia di questa lingua...

Io per imparare kanji e vocaboli uso Wanikani, e' un portale (a pagamento) che ritengo molto valido, vi consiglio di provare i primi tre livelli (che sono gratis) -> www.wanikani.com
Come libri ho preso le lezioni di Giapponese della Hoepli (il primo volume dei tre) piu' la grammatica (che non ho ancora aperto a dire il vero...).

Si potrebbe aprire un thread dedicato magari, e confrontarci.

またね!
"I Sartan, essi sono la causa di ogni male"
"Forse, o forse il male è dentro di noi..."
Avatar utente
Cotlod
qualcosa
Messaggi: 4857
Iscritto il: 22 dicembre 2004 12:49
Località: Roma

Messaggio da Cotlod » 9 maggio 2018 00:03

Ricordo di aver pensato, ad un punto della mia vita, che con l'inglese me la cavavo più che bene. Due cose hanno fatto crollare questa certezza: i film (ma ho la scusante che li guardo solo in aereo - e poi gli attori si mangiano le parole! Con le interviste su youtube non ho problemi... :look: ) e una telefonata di lavoro con dei tizi di Birmingham. Ma anche qui ho la scusante; pare che dalle parti dei tizi si parli un certo "black country" una roba che NON è inglese manco alla lontana.

phpBB [video]


Squall sei mai stato da quelle parti?

Per amore e per necessità dovrei studiare il russo: mia moglie è russa, e le nostre figlie sono bilingue. Ho imparato il linguaggio dei bimbi, quindi tutte parole in forma vezzeggiativa (il lattuccio, la macchinina, la farfallina). Non è una lingua difficile; a parte il suono ы, tutti gli altri li possiamo emettere correttamente.
Poi si pronuncia come è scritto, a parte poche eccezzioni.

Quello che vorrei imparare veramente bene è il linguaggio musicale. Mia moglie e mia suocera sono entrambe musiciste: possono suonare a prima vista qualsiasi spartito, armonizzare ad orecchio, accompagnare una voce senza aver mai sentito il brano - gli basta seguire la linea melodica. Non stanno a pensare alla tonica o al grado oppure al modo, proprio come io non penso a regole grammaticali quando parlo o quando leggo.
Non dico che vorrei arrivare a quel livello di "madrelingua", è impossibile cominciando da adulti.
Ma almeno all'equivalente del mio rispettabilissimo inglese.
:look:
"C'era una vorta tutto quer che c'era..."
Avatar utente
Graz
Aske.
Messaggi: 46607
Iscritto il: 23 novembre 2002 15:21
Località: Vallerona, Grosseto - Roma
Contatta:

Re: Lingue straniere

Messaggio da Graz » 9 maggio 2018 00:55

Cotlod ha scritto:a parte poche eccezzioni
Non ci credo.

Inviato dal mio ASUS_Z010D utilizzando Tapatalk
Siete quasi tutti dei deficienti :rip
"Non può essere UNO del Mozambico a decidere" (cit.)
"guarda che bisogna che mi rispondi meglio perchè sennò lo scooter te lo infilo su per il culo" powered by Erotic
Avatar utente
Cotlod
qualcosa
Messaggi: 4857
Iscritto il: 22 dicembre 2004 12:49
Località: Roma

Messaggio da Cotlod » 9 maggio 2018 07:19

Mi devi credere invece. Un livello base di russo (leggere e capirne il senso, non dico parlare) si può imparare con un annetto di studio.
A leggere si impara velocemente, basta sapere come si pronunciano le lettere dell'alfabeto e poche regole; tipo che la lettera O si legge A se non è accentata.

La cosa che ancora non ho ancora imparato sono le desinenze (è come il latino), e a bere come fanno loro. Non esiste che a tavola, in una cena con ospiti, ti riempi il bicchiere e bevi e stop: è obbligatorio fare ogni volta un brindisi. E un brindisi di un russo, più è alto il suo tasso alcolico, più è lungo e verte su cose importanti. Ma roba di minuti!!
"C'era una vorta tutto quer che c'era..."
Avatar utente
Jem7
misanthrope
Messaggi: 29276
Iscritto il: 28 novembre 2002 16:48
Contatta:

Re: Lingue straniere

Messaggio da Jem7 » 9 maggio 2018 08:21

Il Grazz non credeva a un'altra cosa
:asd:
Toglietemi tutto, ma non il mio :asd:

Se fossi foco amerei le foche
Ma sono fico...
Avatar utente
Nihilist
Grignani®
Messaggi: 12588
Iscritto il: 31 marzo 2003 14:29
Località: Miðgarðr

Re: Lingue straniere

Messaggio da Nihilist » 9 maggio 2018 08:36

:asd:
Di che cazzo stiamo parlando?
Avatar utente
Jem7
misanthrope
Messaggi: 29276
Iscritto il: 28 novembre 2002 16:48
Contatta:

Re: Lingue straniere

Messaggio da Jem7 » 9 maggio 2018 08:46

Coren ha scritto:Minchia sono sinceramente sbigottito che un sacco di gente qua ha questa passione per il giapponese.
Io come Jem ho avuto un po' di tira e molla, ora mi son rimesso a studiare kanji e vocaboli, assieme a lezioni e grammatica, vorrei dare il JLPT 5, magari quest'inverno.

Non sono assolutamente d'accordo con voi che la grammatica sia semplice, ok se si intende la grammatica nuda e cruda e ci si limita alla singola frase, ma la sintassi e' ardua in quanto bisogna pensare in maniera diametralmente opposta alla nostra...
あの日見た花の名前を僕達はまだ知らない
Provate a tradurre questo, e' il titolo di un famoso anime, per me e' proprio la summa di quello che intendo...

Poi va be', ci sono i kanji e le loro infinite letture, croce e delizia di questa lingua...

Io per imparare kanji e vocaboli uso Wanikani, e' un portale (a pagamento) che ritengo molto valido, vi consiglio di provare i primi tre livelli (che sono gratis) -> http://www.wanikani.com
Come libri ho preso le lezioni di Giapponese della Hoepli (il primo volume dei tre) piu' la grammatica (che non ho ancora aperto a dire il vero...).

Si potrebbe aprire un thread dedicato magari, e confrontarci.

またね!
Vero, la sintassi per esempio nell'uso del NO è un po' arzigogolata, ma fintanto che metti le particelle al posto giusto, l'ordine dei "mattoni" può essere un po' dove ti pare, sempre col verbo alla fine. (questo non significa sia più facile, ma io per ora le frasi le costruisco all'italiana, stando attendo a specificare i vari の collegati tutti insieme, quelli non li posso spezzare)
Cioè, se dico "ieri sono andato con lombo in libreria a Canicattì a comprare i libro sul metal in romanesco di gianluca grazioli", quel "libro sul metal in romanesco di gianluca grazioli" deve stare tutto di fila, per il resto posso dire "a Canicattì il libro sul metal in romanesco di Gianluca Grazioli con lombo ieri in libreria sono andato a comprare"

Wanikani conoscevo, ma non ricordo più se l'avevo usato o no. Ho qualche app sul cell soprattutto per i kana e per fare esercizietti quando sono al cesso
:asd:
Toglietemi tutto, ma non il mio :asd:

Se fossi foco amerei le foche
Ma sono fico...
Avatar utente
Ennio
Senior Member
Messaggi: 5627
Iscritto il: 8 giugno 2012 17:11

Re: Lingue straniere

Messaggio da Ennio » 9 maggio 2018 09:58

Conosco più lingue: inglese, spagnolo e ceco.
Di queste, però, l'inglese è l'unica che utilizzo con disinvoltura (anche per motivi professionali) sia per iscritto che nella conversazione.
Ho ancora qualche difficoltà nella comunicazione telefonica, che per me è davvero complicata: mi sono preparato una serie di frasi di circostanza che mi aiutano a prendere tempo e a riflettere su quello che mi è stato chiesto per rispondere in modo coerente.
Ultimamente ho frequentato un corso di specializzazione qui in azienda e venerdì ho il test con assegnazione dell'attestato.
Spagnolo e ceco li conosco per motivi di cuore.
La prima è la lingua degli avi di mia madre, la seconda è la lingua madre di mia moglie (non che dei miei figli, che sono bilingue).
Però la conoscenza e la capacità di esprimermi in ceco e spagnolo è molto limitata; diciamo che capisco le conversazioni, ma so intervenire o rispondere solo con frasi molto semplici.
Ovviamente, quando sono in Repubblica Ceca o quando i miei parenti vengono qui in Italia in visita,l'abitudine a quel suono e il fatto di essere costretto ad esprimermi nella loro lingua aiuta molto nell'esercizio.
Certo la pronuncia del Ceco è davvero tosta.
Non è possibile alcun progresso senza deviare dalla norma.
Ma per farlo con successo, occorre avere almeno un minimo di familiarità con ogni norma dalla quale contiamo di allontanarci. (FZ)
Avatar utente
ZANNA
My presence is ominous...
Messaggi: 9104
Iscritto il: 29 novembre 2002 22:12
Località: Turin

Re: Lingue straniere

Messaggio da ZANNA » 9 maggio 2018 10:32

ZANNA ha scritto:Cè giente che manco conoscie l'itaiano.
"Nothing but the process is infinite.."
Avatar utente
ZANNA
My presence is ominous...
Messaggi: 9104
Iscritto il: 29 novembre 2002 22:12
Località: Turin

Re: Lingue straniere

Messaggio da ZANNA » 9 maggio 2018 10:36

Dtrule ha scritto:Mi stupisce invece come nessuno abbia citato lingue scandinave...
qua sopra lo davo quasi per scontato :)
Personalmente, pur ascoltando tonnellate di band provenienti da quelle zone (come sanno anche le pietre), le conversazioni in lingue scandinave non mi piacciono granché. Sembrerà strano ma "cantate" mi fanno un effetto diverso che "parlate".
"Nothing but the process is infinite.."
Avatar utente
ZANNA
My presence is ominous...
Messaggi: 9104
Iscritto il: 29 novembre 2002 22:12
Località: Turin

Re: Lingue straniere

Messaggio da ZANNA » 9 maggio 2018 10:38

Ennio ha scritto:Conosco più lingue: inglese, spagnolo e ceco.
Di queste, però, l'inglese è l'unica che utilizzo con disinvoltura (anche per motivi professionali) sia per iscritto che nella conversazione.
Ho ancora qualche difficoltà nella comunicazione telefonica, che per me è davvero complicata: mi sono preparato una serie di frasi di circostanza che mi aiutano a prendere tempo e a riflettere su quello che mi è stato chiesto per rispondere in modo coerente.
Ultimamente ho frequentato un corso di specializzazione qui in azienda e venerdì ho il test con assegnazione dell'attestato.
Spagnolo e ceco li conosco per motivi di cuore.
La prima è la lingua degli avi di mia madre, la seconda è la lingua madre di mia moglie (non che dei miei figli, che sono bilingue).
Però la conoscenza e la capacità di esprimermi in ceco e spagnolo è molto limitata; diciamo che capisco le conversazioni, ma so intervenire o rispondere solo con frasi molto semplici.
Ovviamente, quando sono in Repubblica Ceca o quando i miei parenti vengono qui in Italia in visita,l'abitudine a quel suono e il fatto di essere costretto ad esprimermi nella loro lingua aiuta molto nell'esercizio.
Certo la pronuncia del Ceco è davvero tosta.

Guarda un po' Czech Streets. Ottimo esercizio.
"Nothing but the process is infinite.."
Avatar utente
Ennio
Senior Member
Messaggi: 5627
Iscritto il: 8 giugno 2012 17:11

Re: Lingue straniere

Messaggio da Ennio » 9 maggio 2018 10:44

TROPPO BELLE LE CECHE.
Augh, ho detto.
Non è possibile alcun progresso senza deviare dalla norma.
Ma per farlo con successo, occorre avere almeno un minimo di familiarità con ogni norma dalla quale contiamo di allontanarci. (FZ)
Avatar utente
Coren
Senior Member
Messaggi: 2799
Iscritto il: 17 dicembre 2002 20:04
Contatta:

Re: Lingue straniere

Messaggio da Coren » 9 maggio 2018 10:53

Jem7 ha scritto:
Coren ha scritto:Minchia sono sinceramente sbigottito che un sacco di gente qua ha questa passione per il giapponese.
Io come Jem ho avuto un po' di tira e molla, ora mi son rimesso a studiare kanji e vocaboli, assieme a lezioni e grammatica, vorrei dare il JLPT 5, magari quest'inverno.

Non sono assolutamente d'accordo con voi che la grammatica sia semplice, ok se si intende la grammatica nuda e cruda e ci si limita alla singola frase, ma la sintassi e' ardua in quanto bisogna pensare in maniera diametralmente opposta alla nostra...
あの日見た花の名前を僕達はまだ知らない
Provate a tradurre questo, e' il titolo di un famoso anime, per me e' proprio la summa di quello che intendo...

Poi va be', ci sono i kanji e le loro infinite letture, croce e delizia di questa lingua...

Io per imparare kanji e vocaboli uso Wanikani, e' un portale (a pagamento) che ritengo molto valido, vi consiglio di provare i primi tre livelli (che sono gratis) -> http://www.wanikani.com
Come libri ho preso le lezioni di Giapponese della Hoepli (il primo volume dei tre) piu' la grammatica (che non ho ancora aperto a dire il vero...).

Si potrebbe aprire un thread dedicato magari, e confrontarci.

またね!
Vero, la sintassi per esempio nell'uso del NO è un po' arzigogolata, ma fintanto che metti le particelle al posto giusto, l'ordine dei "mattoni" può essere un po' dove ti pare, sempre col verbo alla fine. (questo non significa sia più facile, ma io per ora le frasi le costruisco all'italiana, stando attendo a specificare i vari の collegati tutti insieme, quelli non li posso spezzare)
Cioè, se dico "ieri sono andato con lombo in libreria a Canicattì a comprare i libro sul metal in romanesco di gianluca grazioli", quel "libro sul metal in romanesco di gianluca grazioli" deve stare tutto di fila, per il resto posso dire "a Canicattì il libro sul metal in romanesco di Gianluca Grazioli con lombo ieri in libreria sono andato a comprare"

Wanikani conoscevo, ma non ricordo più se l'avevo usato o no. Ho qualche app sul cell soprattutto per i kana e per fare esercizietti quando sono al cesso
:asd:
Ma finchè c'è una proposizione sola va tutto bene, posto che, per quanto ne so "ieri" va messo davanti, ma ok, dipende se il focus è sul tema (kinoo wa...) ecc...
Il problema solo le relative, tipo:
"Abbiamo gonfiato di botte quelli che hanno fatto la spia", queste sono le peggiori perchè "che hanno fatto la spia" diventa un modificatore di quelli ed il verbo della principale va in fondo.
All'opposto di come siamo abituati a pensare noi.
"I Sartan, essi sono la causa di ogni male"
"Forse, o forse il male è dentro di noi..."
Avatar utente
Jem7
misanthrope
Messaggi: 29276
Iscritto il: 28 novembre 2002 16:48
Contatta:

Re: Lingue straniere

Messaggio da Jem7 » 9 maggio 2018 11:58

A quello ancora non siamo arrivati :ma
Toglietemi tutto, ma non il mio :asd:

Se fossi foco amerei le foche
Ma sono fico...
Avatar utente
Coren
Senior Member
Messaggi: 2799
Iscritto il: 17 dicembre 2002 20:04
Contatta:

Re: Lingue straniere

Messaggio da Coren » 9 maggio 2018 12:45

Neanch'io, ma mi è capitato di provare a leggere ste robe...

L'esempio di prima:
あの日見た花の名前を僕達はまだ知らない
あの日 ano hi: quel giorno
見た: aver visto
花の名前を hana no namae wo: il nome del fiore (ogg.)
僕達は bokutachi wa: noi (tema)
まだ mada: ancora
知らない shiranai: non conoscere

In italiano:
ancora non conosciamo il nome del fiore che abbiamo visto quel giorno
è esattamente il contrario in giapponese.
"I Sartan, essi sono la causa di ogni male"
"Forse, o forse il male è dentro di noi..."
Avatar utente
the gipsy
roby sequoia
Messaggi: 12182
Iscritto il: 17 settembre 2005 11:49

Re: Lingue straniere

Messaggio da the gipsy » 9 maggio 2018 13:22

Jem7 ha scritto: Cioè, se dico "ieri sono andato con lombo in libreria a Canicattì a comprare i libro sul metal in romanesco di gianluca grazioli", quel "libro sul metal in romanesco di gianluca grazioli" deve stare tutto di fila, per il resto posso dire "a Canicattì il libro sul metal in romanesco di Gianluca Grazioli con lombo ieri in libreria sono andato a comprare"
Vabbè, alla fine è come il sardo allora :D
Bicampione Fantacalcio Metal.it fu EUTK(05/06, 08/09)

♠ Sacra Alleanza della Costina ● Divoratore ♠
Avatar utente
the gipsy
roby sequoia
Messaggi: 12182
Iscritto il: 17 settembre 2005 11:49

Re: Lingue straniere

Messaggio da the gipsy » 9 maggio 2018 13:31

Io me la cavicchio con l'inglese, anche se poi lo "esercito" solo quando vado in vacanza all'estero o quando mi capita di parlare con degli stranieri.

Capisco abbastanza il francese e, per mera somiglianza con l'italiano, lo spagnolo.
In parte anche il portoghese, se parlato piano.

Essendo mia madre ungherese, capisco abbastanza l'idioma magiaro (parlato) e so dire un po' di cose, anche con buona pronuncia (avendolo sentito parlare fin da infante). E' una lingua molto ostica, ad esempio ogni vocale si pronuncia in 3-4 modi diversi a seconda degli accenti-dieresi-sarcazzo, poi ci sono le lettere "composte" (sz, zs, ny, gy, cs).

Il tedesco mi affascina ma a parte ja, nein, danke, auf wiedersen riesco giusto a comprendere parzialmente qualche data sheet del settore illuminotecnico.

Trovo insopportabili "musicalmente" qualunque idioma proveniente da cino-giapponesi nonché l'arabo.
Bicampione Fantacalcio Metal.it fu EUTK(05/06, 08/09)

♠ Sacra Alleanza della Costina ● Divoratore ♠
Rispondi