Vivere in città

Questa vuol essere una sezione creata per discutere e argomentare seriamente fatti, vicende, situazioni e ospitare spunti di riflessione.
Avatar utente
Dtrule
Senior Member
Messaggi: 5341
Iscritto il: 29 novembre 2002 16:32
Località: Graz (AT)

Re: Vivere in città

Messaggio da Dtrule » 16 ottobre 2018 19:22

Il ragionamento del Graz non fa una grinza, ma credo si applichi alle realtà peri-metropolitane particolarmente degradate. Sinceramente anche io mi chiedo chi glielo faccia fare a queste persone.

Il discorso del voler vivere in una grande città o in piccolo borghetto di campagna è molto soggettivo ed è anche vero che c'è città e città e borghetto e borghetto. Io amo i posti piccolini e tranquilli in mezzo alla natura, ma tra Bologna e chessò, Isola del Cantone o un paesello diroccato sull'Aspromonte scelgo Bologna tutta la vita.

Tra le metropoli e il villaggiucolo con 4 case esistono poi anche realtà intermedie, tipo la mia attuale, in cui ci sono le comodità della città, ma anche a pochi passi i boschi, i laghi e la natura.
Avatar utente
Ank
Don't Try
Messaggi: 16615
Iscritto il: 11 febbraio 2009 12:46
Località: Milano....italyyyyy!!!!!!
Contatta:

Re: Vivere in città

Messaggio da Ank » 17 ottobre 2018 12:03

Soulburner ha scritto:
johnny-blade ha scritto:L'unica cosa che ci obbliga a stare a Milano é il suo lavoro. Nn ê facile per tutti cambiarlo.
Sogno un postonsul mare da anni. Forse nn ho le palle per fare 'sto salto ma nn mi ê facile.
Milano nn é bella né brutta: é piena di contraddizioni. Sempre più rivolta ai turisti,sempe meno ai cittadini.
Sempre meno verso le periferie.
A marzo il biglietto dei mezzi pubblici sale a 2 euro.
Il settimanale da 11,30 a 17,50..
La gente nn dice niente.
Ecco: ognuno si fa i cazzi suoi.
La gente non dice niente (così come per l'aumento degli abbonamenti di Trenord) perché al netto di tutto costa comunque meno che usare la macchina (tempo sprecato in coda, usura auto, benzina, parcheggio per una giornata intera)...

Ma siamo OT.
E giusto per rimarcare che sei OT, l'hai scritto 3 volte.... :rip

Comunque, per questo OT: mi dicono acnhe, amici che ne fanno largo utilizzo, che i mezzi pubblici italiani sono anche i più economici, se paragonati alle reti ferroviarie/metropolitane/superfice su gomma europee. È vero?
"Chi beve un bicchiere.
Chi uno ogni tanto...chi tutte le sere!" R. Gaetano


Sacra Alleanza della Costina ● Mantecatore e massaggiatore :cornine:
...saluti dal bar!

♫ ♪ NOWHERE!
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14106
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Vivere in città

Messaggio da Sairus » 17 ottobre 2018 12:28

Boh..

Sono cresciuto in un paese di 60.000 abitanti, con tutti i servizi a disposizione (scuole comprese, esclusa l'università). E' un posto che ti uccide piscologicamente. Possibilità limitate, ripetitività, si conoscono tutti, ma, soprattutto, mentalità chiusa. Non riesco a confrontarmi con quel tipo di realtà. Nella grande (anzi, grandissima) città sto meglio. In alternativa riesco ad ambientarmi nei posti aperti (città commerciali come Napoli per intenderci). Rinchiudermi in un paesino sperduto mi sta bene per qualche giorno, poi ho bisogno della sfida continua, della libertà di sapere che posso cambiare tutto in qualsiasi momento, della gente che evolve (ammazza che brutto, non credo di aver mai usato sto verbo...è corretto?) alla velocità della luce e tu gli devi star dietro.

Per sottolineare quanto l'idea di mettere radici e "sedermi" mi sta sulle palle, vi basti pensare che ad oggi non ho trovato un motivo valido per comprare casa invece di affittarla. Neanche uno.

Quindi, che dire? Sto bene nel casino :D
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 13073
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Vivere in città

Messaggio da johnny-blade » 17 ottobre 2018 12:41

Ank ha scritto:
Soulburner ha scritto:
johnny-blade ha scritto:L'unica cosa che ci obbliga a stare a Milano é il suo lavoro. Nn ê facile per tutti cambiarlo.
Sogno un postonsul mare da anni. Forse nn ho le palle per fare 'sto salto ma nn mi ê facile.
Milano nn é bella né brutta: é piena di contraddizioni. Sempre più rivolta ai turisti,sempe meno ai cittadini.
Sempre meno verso le periferie.
A marzo il biglietto dei mezzi pubblici sale a 2 euro.
Il settimanale da 11,30 a 17,50..
La gente nn dice niente.
Ecco: ognuno si fa i cazzi suoi.
La gente non dice niente (così come per l'aumento degli abbonamenti di Trenord) perché al netto di tutto costa comunque meno che usare la macchina (tempo sprecato in coda, usura auto, benzina, parcheggio per una giornata intera)...

Ma siamo OT.
E giusto per rimarcare che sei OT, l'hai scritto 3 volte.... :rip

Comunque, per questo OT: mi dicono acnhe, amici che ne fanno largo utilizzo, che i mezzi pubblici italiani sono anche i più economici, se paragonati alle reti ferroviarie/metropolitane/superfice su gomma europee. È vero?
3 volte? Nn me ne sono accorto.
Nn é OT per me perché rimarca la differenza tra una città grande dove tutto costa di più rispetto alle più piccole.
Inoltre se all'estero costano di più é facile ricordare che in Italia gli stipendi sono tra i più bassi in europa.


Un po' mi rivedo in Sairus nonostante quel che ho scritto.

crisc sand
ca diavl già ci sì
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 13073
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Vivere in città

Messaggio da johnny-blade » 17 ottobre 2018 12:57

Soulburner ha scritto:
johnny-blade ha scritto:L'unica cosa che ci obbliga a stare a Milano é il suo lavoro. Nn ê facile per tutti cambiarlo.
Sogno un postonsul mare da anni. Forse nn ho le palle per fare 'sto salto ma nn mi ê facile.
Milano nn é bella né brutta: é piena di contraddizioni. Sempre più rivolta ai turisti,sempe meno ai cittadini.
Sempre meno verso le periferie.
A marzo il biglietto dei mezzi pubblici sale a 2 euro.
Il settimanale da 11,30 a 17,50..
La gente nn dice niente.
Ecco: ognuno si fa i cazzi suoi.[/qu6ote]La gente non dice niente (così come per l'aumento degli abbonamenti di Trenord) perché al netto di tutto costa comunque meno che usare la macchina (tempo sprecato in coda, usura auto, benzina, parcheggio per una giornata intera)...

Ma siamo OT.
Nn é OT.
Visto che da una cittadina come Gessate,Cologno Monzese o Assago una persona pagherà 2euro come uno che vive a Milano e dovrà fare magari solo 2 o 3 fermate di metropolitana.
Quindi vedi che nn tutti ci guadagnano.

crisc sand
ca diavl già ci sì
Avatar utente
ZANNA
My presence is ominous...
Messaggi: 9104
Iscritto il: 29 novembre 2002 22:12
Località: Turin

Re: Vivere in città

Messaggio da ZANNA » 17 ottobre 2018 14:36

Sairus ha scritto: (città commerciali come Napoli)
Piuttosto la morte.
"Nothing but the process is infinite.."
Avatar utente
Michelangelo Corsini
Senior Member
Messaggi: 2987
Iscritto il: 22 giugno 2013 18:49
Località: Isola della Scala, Verona
Contatta:

Re: Vivere in città

Messaggio da Michelangelo Corsini » 17 ottobre 2018 14:56

Io vivo in un paese di provincia di 11.500 abitanti circa, sempre solite faccie, mentalità chiusa.
In città ci sono più cose da fare e più trasporti pubblici, però non ci ho mai vissuto.

Per me dai 0 ai 25.000 è un paese, dai 25.000 ai 50.000 è una cittadina/paese grande, tra i 50.000 e i 100.000 città piccola, sopra i 100.000 città.
DEATH METAL MUST DOMINATE!! :cornine:
..., il resto sono chiacchierete da bar (Cit. Nonno)
Siete noiosi e polemici come pochi al mondo (Cit. Graz)
Avatar utente
Ank
Don't Try
Messaggi: 16615
Iscritto il: 11 febbraio 2009 12:46
Località: Milano....italyyyyy!!!!!!
Contatta:

Re: Vivere in città

Messaggio da Ank » 17 ottobre 2018 15:29

sparse:
- Minchia sairo, paese di 60.000 persone e le conosci tutte???
Le cose sono 2: o hai una memoria di ferro, o vivi in una città di gemelli.....
- Gionni non capisci mai una fava, il mio commento sulla ripetizione era diretto a souly. E comunque, rimanendo nel discorso OT, è chiaro che non possono fare un biglietto personalizzato, suvvia. È pura utopia. io mi baso su quello che mi dicono amici che usano i mezzi tutti i giorni, e che hanno girato altre città d'europa utilizzando sempre mezzi pubblici. Chi ne ha espèerienza, è una cosa vera???
"Chi beve un bicchiere.
Chi uno ogni tanto...chi tutte le sere!" R. Gaetano


Sacra Alleanza della Costina ● Mantecatore e massaggiatore :cornine:
...saluti dal bar!

♫ ♪ NOWHERE!
Avatar utente
ZANNA
My presence is ominous...
Messaggi: 9104
Iscritto il: 29 novembre 2002 22:12
Località: Turin

Re: Vivere in città

Messaggio da ZANNA » 17 ottobre 2018 15:53

Si costano di più. Ma il servizio è di altra categoria (pulizia, puntualità, capillarità, controlli.....). Almeno in certi paesi.
"Nothing but the process is infinite.."
Soulburner
Let me dream...
Messaggi: 17068
Iscritto il: 9 luglio 2003 11:55

Re: Vivere in città

Messaggio da Soulburner » 17 ottobre 2018 15:56

Per quella che è la mia limitata esperienza sono d'accordo con Zanna.
What can you tell me from the inside?
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 13073
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Vivere in città

Messaggio da johnny-blade » 17 ottobre 2018 15:58

Anche per gli orario/ servizio notturno: un abisso.
Berlino top nelle mie esperienze.

crisc sand
ca diavl già ci sì
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14106
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Vivere in città

Messaggio da Sairus » 17 ottobre 2018 16:07

Ank ha scritto:sparse:
- Minchia sairo, paese di 60.000 persone e le conosci tutte???
Le cose sono 2: o hai una memoria di ferro, o vivi in una città di gemelli.....
Nel senso che qualunque cosa tu faccia è probabilissimo che incontri gente che conosci, poi se frequenti attivamente una zona figurati... non riesci ad arrivare al bar senza scassamenti di cazzo
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Soulburner
Let me dream...
Messaggi: 17068
Iscritto il: 9 luglio 2003 11:55

Re: Vivere in città

Messaggio da Soulburner » 17 ottobre 2018 16:45

Sairus ha scritto:
Ank ha scritto:sparse:
- Minchia sairo, paese di 60.000 persone e le conosci tutte???
Le cose sono 2: o hai una memoria di ferro, o vivi in una città di gemelli.....
Nel senso che qualunque cosa tu faccia è probabilissimo che incontri gente che conosci, poi se frequenti attivamente una zona figurati... non riesci ad arrivare al bar senza scassamenti di cazzo
È anche una questione caratteriale.
Io abito in un paese di 10.000 circa e al massimo le persone le conosco di vista.
Infatti posso arrivare al bar senza che nessuno mi fermi.
:D
What can you tell me from the inside?
Avatar utente
Ank
Don't Try
Messaggi: 16615
Iscritto il: 11 febbraio 2009 12:46
Località: Milano....italyyyyy!!!!!!
Contatta:

Re: Vivere in città

Messaggio da Ank » 17 ottobre 2018 16:46

Sairus ha scritto:
Ank ha scritto:sparse:
- Minchia sairo, paese di 60.000 persone e le conosci tutte???
Le cose sono 2: o hai una memoria di ferro, o vivi in una città di gemelli.....
Nel senso che qualunque cosa tu faccia è probabilissimo che incontri gente che conosci, poi se frequenti attivamente una zona figurati... non riesci ad arrivare al bar senza scassamenti di cazzo
Ah beh, li siamo daccordo. Ma quello capita anche in citta di 1.mln di ab.
"Chi beve un bicchiere.
Chi uno ogni tanto...chi tutte le sere!" R. Gaetano


Sacra Alleanza della Costina ● Mantecatore e massaggiatore :cornine:
...saluti dal bar!

♫ ♪ NOWHERE!
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14106
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Vivere in città

Messaggio da Sairus » 17 ottobre 2018 17:05

Ank ha scritto:
Sairus ha scritto:
Ank ha scritto:sparse:
- Minchia sairo, paese di 60.000 persone e le conosci tutte???
Le cose sono 2: o hai una memoria di ferro, o vivi in una città di gemelli.....
Nel senso che qualunque cosa tu faccia è probabilissimo che incontri gente che conosci, poi se frequenti attivamente una zona figurati... non riesci ad arrivare al bar senza scassamenti di cazzo
Ah beh, li siamo daccordo. Ma quello capita anche in citta di 1.mln di ab.
capita meno... poi se i milioni iniziano ad essere 3 o 4 quasi mai

FIGATA
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Avatar utente
Ank
Don't Try
Messaggi: 16615
Iscritto il: 11 febbraio 2009 12:46
Località: Milano....italyyyyy!!!!!!
Contatta:

Re: Vivere in città

Messaggio da Ank » 17 ottobre 2018 17:25

Dipende molto anche dalla densità.
Se guardi i dati di milano e roma, roma ha quasi il doppio degli abitanti, ma milano ha 3 volte la sua densità.....
"Chi beve un bicchiere.
Chi uno ogni tanto...chi tutte le sere!" R. Gaetano


Sacra Alleanza della Costina ● Mantecatore e massaggiatore :cornine:
...saluti dal bar!

♫ ♪ NOWHERE!
Black Morgoth II
Senior Member
Messaggi: 918
Iscritto il: 8 febbraio 2010 23:47

Re: Vivere in città

Messaggio da Black Morgoth II » 17 ottobre 2018 17:45

Per me l'ottimo è vivere in città fino ai 25/30 anni.
Feste, eventi, concerti, attività, sport, mostre.
Voglio vedere una persona possa fare sport strani, vedere gli aborted, la mostra di Bansky, andare alla StoCazzoweek.
Queste cose non credo siano fattibili anche solo a Sondrio o Vercelli.
Però dopo quando si cerca più tranquillità e meno stress... ecco che rinunci volentieri al concerto dei Perfet Circle per una camminata sui monti, un giro sul lungo mare o un banchino nel bar del paese.
Avatar utente
Ank
Don't Try
Messaggi: 16615
Iscritto il: 11 febbraio 2009 12:46
Località: Milano....italyyyyy!!!!!!
Contatta:

Re: Vivere in città

Messaggio da Ank » 17 ottobre 2018 17:54

Black Morgoth II ha scritto:Per me l'ottimo è vivere in città fino ai 25/30 anni.
Feste, eventi, concerti, attività, sport, mostre.
Voglio vedere una persona possa fare sport strani, vedere gli aborted, la mostra di Bansky, andare alla StoCazzoweek.
Queste cose non credo siano fattibili anche solo a Sondrio o Vercelli.
Però dopo quando si cerca più tranquillità e meno stress... ecco che rinunci volentieri al concerto dei Perfet Circle per una camminata sui monti, un giro sul lungo mare o un banchino nel bar del paese.
Pre-ci-so
"Chi beve un bicchiere.
Chi uno ogni tanto...chi tutte le sere!" R. Gaetano


Sacra Alleanza della Costina ● Mantecatore e massaggiatore :cornine:
...saluti dal bar!

♫ ♪ NOWHERE!
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14106
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Vivere in città

Messaggio da Sairus » 17 ottobre 2018 18:21

Ank ha scritto:
Black Morgoth II ha scritto:Per me l'ottimo è vivere in città fino ai 25/30 anni.
Feste, eventi, concerti, attività, sport, mostre.
Voglio vedere una persona possa fare sport strani, vedere gli aborted, la mostra di Bansky, andare alla StoCazzoweek.
Queste cose non credo siano fattibili anche solo a Sondrio o Vercelli.
Però dopo quando si cerca più tranquillità e meno stress... ecco che rinunci volentieri al concerto dei Perfet Circle per una camminata sui monti, un giro sul lungo mare o un banchino nel bar del paese.
Pre-ci-so
Ecco... io vorrei poter fare sempre entrambi, a seconda di come mi sento
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Avatar utente
Squall
Zio Cantante
Messaggi: 12273
Iscritto il: 27 ottobre 2004 00:53
Località: Anastasia

Re: Vivere in città

Messaggio da Squall » 17 ottobre 2018 19:43

Dtrule ha scritto:Il ragionamento del Graz non fa una grinza, ma credo si applichi alle realtà peri-metropolitane particolarmente degradate. Sinceramente anche io mi chiedo chi glielo faccia fare a queste persone.
no, c'è senz'altro differenza in termini di qualità della vita tra vivere in un quartiere malfamato di Bogotà e vivere nella prima periferia bolognese, ma c'è anche qualcosa di intrinseco nel vivere in un ambiente artificiale, senza spazi aperti per l'occhio, inquinamento sonoro costante e scarsa qualità dell'aria (questa sul lungo periodo ha un effetto diretto sulle capacità cognitive, brutta storia, vedi link allegato).
Air pollution linked to decline in cognitive performance

il contatto con la natura non è una cosa opzionale come possono pensare in tanti, è dove siamo nati e il nostro cervello in primis ne ha bisogno per funzionare e svilupparsi correttamente: è un tema di salute pubblica, tant'è che hanno giusto appena inaugurato un programma sperimentale in Scozia dove passare tempo nella natura viene addirittura prescritto dai medici (prima di bollarlo come cagata leggete qualche dato).
Doctors in Shetland can now prescribe a walk in nature

(chiedo scusa se non trovo informazione di qualità in italiano)
It's like this endless search for the perfect balance of deconstruction and layered complexity
- Paul Masvidal
Rispondi