Questa cazzo di influenza

Questa vuol essere una sezione creata per discutere e argomentare seriamente fatti, vicende, situazioni e ospitare spunti di riflessione.
Avatar utente
Ennio
Senior Member
Messaggi: 6090
Iscritto il: 8 giugno 2012 17:11

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Ennio » 2 aprile 2020 18:09

Questo stop forzato è l'occasione per riflettere su un miliardo di cose: dal nostro ruolo all'interno dell'ecosistema al fallimento totale della società organizzata sui principi di produzione e consumo a tutti i costi e finanza drogata e malata, per esempio.
Non è possibile alcun progresso senza deviare dalla norma.
Ma per farlo con successo, occorre avere almeno un minimo di familiarità con ogni norma dalla quale contiamo di allontanarci. (FZ)
Avatar utente
wirikuta
Senior Member
Messaggi: 1684
Iscritto il: 12 aprile 2010 16:55

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da wirikuta » 2 aprile 2020 18:11

Ennio ha scritto:
2 aprile 2020 17:16
A mio modesto avviso le questioni sono due:
1. l'economia e la produzione sono importanti, chi lo mette in dubbio, ma NON ESISTE che la gente venga mandata a lavorare in assenza di protocolli e misure di sicurezza adeguate e in assenza di improrogabilità di un servizio. Le aziende solide devono coprire più che possono con la loro liquidità, agli altri deve pensare lo Stato, nel modo più serio ed efficace possibile.
2. la crisi economica si affronta con la rivoluzione più grande di tutte, ossia il cambio radicale di mentalità.
Ovvio, il mio discorso era da intendersi esattamente in questo senso, non stavo certo predicando un ritorno alla movida e la riapertura delle balere, ma di settori produttivi strategici (non ORA, ma almeno iniziare a pensarci per tempo con una strategia razionale) valutando caso per caso tipologia di lavoro e relative possibilità di contagio, applicazione di protocolli ad hoc ecc...
Anch'io vorrei capire cosa intendi per cambio radicale di mentalità
Avatar utente
Ennio
Senior Member
Messaggi: 6090
Iscritto il: 8 giugno 2012 17:11

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Ennio » 2 aprile 2020 18:13

Oh, ma mica voglio salire in cattedra.
Io stesso ero molto critico su alcune posizioni ambientaliste. Ma avete visto la Laguna pulita e piena di pesci?
Secondo voi è proprio normale che lì arrivassero le grandi navi?
Ma ci rendiamo conto?
Non è possibile alcun progresso senza deviare dalla norma.
Ma per farlo con successo, occorre avere almeno un minimo di familiarità con ogni norma dalla quale contiamo di allontanarci. (FZ)
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 10411
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da AntonioC. » 2 aprile 2020 18:14

Intanto fino al 13 aprile ci sono altri 10 giorni per abbattare ancora i contagi e per cominciare ad organizzarsi. Non è da escludere che se i numeri fossero ancora "caldi" si tiri altri due settimane per andare dopo il ponte del 1 maggio. Dopo gli scenari sono nebulosi: se, come sembra, l'Europa interverrà potremo tirare ancora un po', ma in linea di massima dovremo fare il passo nella fase due, cioè di convivenza con il virus; quindi rientri scaglionati, con alcune attività che potrebbero anche non ripartire subito o addirittura non ripartire proprio, tipo scuola o tutte quelle che, bene o male, possono funzionare anche in smart working, oltre una serie infinita di accortenze.
Ah, movida, discoteche e stadio, quelli non si vedranno per molti mesi.
Ultima modifica di AntonioC. il 2 aprile 2020 18:17, modificato 1 volta in totale.
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
wirikuta
Senior Member
Messaggi: 1684
Iscritto il: 12 aprile 2010 16:55

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da wirikuta » 2 aprile 2020 18:16

Ennio ha scritto:
2 aprile 2020 18:09
Questo stop forzato è l'occasione per riflettere su un miliardo di cose: dal nostro ruolo all'interno dell'ecosistema al fallimento totale della società organizzata sui principi di produzione e consumo a tutti i costi e finanza drogata e malata, per esempio.
Non direi. Guardati qualsiasi indicatore relativo a redditi/mortalità/disuguaglianza/salute/ aspettative di vita ecc.. e resterai stupito da come le cose non siano mai andate meglio nella storia dell'umanità. La risposta ai problemi ambientali , innegabili ( stanno uscendo diversi studi che paiono pure confermare qualche legame tra cambiamento climatico e Corona) non è un passo indietro ma un passo avanti, alla ricerca di tecnologia e fonti/modalità di sfruttamento energetico più efficienti. Non penso che chiedere alla gente di tornare ad arare il campo con i buoi sia la soluzione. Ma ehi, ti capisco, perchè la pensavo esattamente come te fino ad alcuni anni fa.
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 15355
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da johnny-blade » 2 aprile 2020 18:26

Ma quando su 40 mln di lavoratori se ne muoveranno 20mln che senso avrebbe tenere le scuole chiuse o gli stadi se poi si usano i mezzi pubblici? Tanto per fare un esempio.
Mi sembra tutto assurdo.
A Milano in un anno viaggiano in media 700 mln di persone,perché mai chiudere gli stadi o le piscine?
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 10411
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da AntonioC. » 2 aprile 2020 18:37

johnny-blade ha scritto:
2 aprile 2020 18:26
Ma quando su 40 mln di lavoratori se ne muoveranno 20mln che senso avrebbe tenere le scuole chiuse o gli stadi se poi si usano i mezzi pubblici? Tanto per fare un esempio.
Mi sembra tutto assurdo.
A Milano in un anno viaggiano in media 700 mln di persone,perché mai chiudere gli stadi o le piscine?
Se invece di 40 milioni se ne muovono 20, significa che quegli altri 20 stanno a casa tranquilli, non è poco, anzi.
Per i trasporti, i famosi assembramenti, si troveranno regole rigide, che dovrebbero essere fatte rispettare in primis dai gestori.
Caro Johnny, non sarà semplice, è una pandemia e di fatto, si spera per non troppo, la vita che conoscevamo è irrimediabilmente compromessa.
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 15355
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da johnny-blade » 2 aprile 2020 18:39

Faremo la immunità di gregge.
Avatar utente
Baker
Keeper Of The Room V
Messaggi: 30717
Iscritto il: 8 giugno 2003 12:36

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Baker » 2 aprile 2020 18:41

mentre discutiamo, anche oggi 4700 contagi e 760 decessi. Siamo in alto mare. Si è solo allentata la pressione sugli ospedali (i ricoveri sono ormai fermi) ma i contagi continuano.

secondo me l'unica cosa che più in là (sottolineo, più in là) si può aprire sono le grandi catene di distribuzione (informatica, abbigliamento, ecc.) che possono garantire un distanziamento sociale (che brutto termine)
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 10411
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da AntonioC. » 2 aprile 2020 18:46

er chi sta fuori i numeri sparati così servono a poco.
Il lockdown quando c'è stato, l'11 marzo? Dopo oltre 20 giorni continuano ad esserci, seppur in aumento costante, non meno di 4.000 nuovi casi al giorno. Sta gente dove si infetta? Corsetta, durante la spesa, passeggiata con il cane? Oppure sono quei poveri cristi che devono andare a lavorare? Sarebbe interessante conoscere il profilo sociale dei contagiati.
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
None
Zu Nuddu
Messaggi: 17875
Iscritto il: 26 febbraio 2010 18:18

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da None » 2 aprile 2020 18:57

AntonioC. ha scritto:
2 aprile 2020 18:46
er chi sta fuori i numeri sparati così servono a poco.
Il lockdown quando c'è stato, l'11 marzo? Dopo oltre 20 giorni continuano ad esserci, seppur in aumento costante, non meno di 4.000 nuovi casi al giorno. Sta gente dove si infetta? Corsetta, durante la spesa, passeggiata con il cane? Oppure sono quei poveri cristi che devono andare a lavorare? Sarebbe interessante conoscere il profilo sociale dei contagiati.
in buona parte, spero, sono nuovi nel conteggio non nel contagio
tamburelli e cori ula-badula (Graz)
Avatar utente
wirikuta
Senior Member
Messaggi: 1684
Iscritto il: 12 aprile 2010 16:55

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da wirikuta » 2 aprile 2020 19:01

Aragorn_V
Senior Member
Messaggi: 4346
Iscritto il: 12 settembre 2004 14:47

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Aragorn_V » 2 aprile 2020 19:08

Ennio ha scritto:Sono d'accordo con Johnny.
Calma e pazienza, c'è troppa fretta.
Pure io. E si rischia di vanificare quanto fatto finora. Se ci fosse una seconda ondata causata da aperture premature, sarebbe davvero la fine

Inviato dal mio SM-J530F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Metal Shock
Senior Member
Messaggi: 1524
Iscritto il: 21 ottobre 2019 20:21
Località: Somewhere in mountain

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Metal Shock » 2 aprile 2020 20:02

Intanto io potrei ritornare a lavorare la prossima settimana :look:
You give me one more reason
One more reason to die

IL PROBLEMA DALL'UMANITÀ È CHE GLI STUPIDI SONO STRASICURI, MENTRE GLI INTELLIGENTI SONO PIENI DI DUBBI
Avatar utente
bigio
Senior Member
Messaggi: 5419
Iscritto il: 4 ottobre 2013 14:01

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da bigio » 2 aprile 2020 20:14

Baker ha scritto:
2 aprile 2020 18:41
mentre discutiamo, anche oggi 4700 contagi e 760 decessi. Siamo in alto mare. Si è solo allentata la pressione sugli ospedali (i ricoveri sono ormai fermi) ma i contagi continuano.

secondo me l'unica cosa che più in là (sottolineo, più in là) si può aprire sono le grandi catene di distribuzione (informatica, abbigliamento, ecc.) che possono garantire un distanziamento sociale (che brutto termine)
ma sei serio?
rabe ha scritto:qualcuno metta su il "CD bagnafiga" :sisi:
Avatar utente
Dtrule
Senior Member
Messaggi: 5689
Iscritto il: 29 novembre 2002 16:32
Località: Graz (AT)

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Dtrule » 2 aprile 2020 20:24

wirikuta ha scritto:
2 aprile 2020 19:01
Per chi ha voglia:
https://www.imperial.ac.uk/media/imperi ... 3-2020.pdf
Studio riassunto bene da Bressanini qui:
http://bressanini-lescienze.blogautore. ... yWuNQpyEvY
Insomma, in un modo o nell'altro ne usciremo con le osse rotte :ma
Avatar utente
Graz
Aske.
Messaggi: 49860
Iscritto il: 23 novembre 2002 15:21
Località: Vallerona, Grosseto - Roma
Contatta:

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Graz » 2 aprile 2020 20:39



«Voi fate come se l’epidemia possa scomparire nel giro di qualche settimana, o al massimo mese. Noi invece stiamo solo cercando di rallentarla, perché crediamo che questa malattia non se ne andrà così presto, e dovremo conviverci a lungo. Almeno fino all’introduzione di un vaccino, e questo richiederà anni. Anche la Corea del Sud, che è riuscita per ora a contenerla, si prepara a un suo ritorno». Il dottor Anders Tegnell è l’epidemiologo più famoso della Svezia, e in qualità di direttore dell’Agenzia di sanità pubblica svedese è tutti i giorni in tivù, alla radio o sui giornali per spiegare perché ha deciso di rinunciare per ora ad ogni misura di restringimento delle libertà personali.

(Lo «strano caso» della Svezia riguarda tutti noi: ecco perché, di Sandro Modeo)

In Svezia la vita va avanti come sempre, nonostante dal primo caso accertato di Covid-19, lo scorso 31 gennaio, si siano contati 4.947 pazienti infetti, di cui 393 in terapia intensiva, e 239 morti. «Cercare di fermare l’epidemia potrebbe anche risultare controproducente – spiega Tegnell al telefono –, perché una volta che riprende la catena di contagi, è possibile che la situazione diventi anche peggiore».

Ma tutti i Paesi che confinano con la Svezia hanno deciso di chiudere le frontiere, e limitare gli spostamenti delle persone. Non vi preoccupa essere gli unici ad aver rinunciato al lockdown?
«Non sono così sicuro che ciò che stiamo facendo stia influenzando molto la diffusione del contagio. Non sarei troppo sorpreso se finisse allo stesso modo per tutti, indipendentemente dalle misure che abbiamo adottato. La verità è che del Covid-19 non sappiamo quasi nulla, e ogni Paese sta sperimentando soluzioni diverse, a seconda della situazione».

E qual è la situazione in Svezia ora?
«Martedì abbiamo registrato 407 nuovi casi, la metà dei quali quasi a Stoccolma, dove la situazione sta diventando tesa. E a Stoccolma intendiamo effettuare dei test a campione su gruppi di almeno 6-700 persone per cercare di capire qual è il grado di immunità raggiunto dalla popolazione».

Mi spiega perché tenete tutto aperto?
«Non è proprio così, innanzitutto. Abbiamo vietato da venerdì scorso gli assembramenti con più di 50 persone, rinviando tutti gli eventi sportivi e le manifestazioni politiche. Abbiamo introdotto da una settimana dei divieti per tutti i bar e locali di servire i clienti, se non al tavolo. Sono stati anche approvati degli incentivi, per spingere i lavoratori a stare a casa al primo sintomo di malattia, e le scuole e università tengono ormai solo lezioni a distanza. L’evoluzione dell’epidemia ci costringe a scegliere di giorno in giorno la risposta più adeguata».

Tutti gli altri Paesi hanno però chiuso e basta.
«Non possiamo fermare l’economia a tempo illimitato. Prima o poi saremmo costretti a riaprire tutto, e potremmo trovarci di fronte ad una situazione anche peggiore. Perché non possiamo ancora escludere il rischio di recidive, non abbiamo abbastanza informazioni sul virus. E poi è anche il nostro ordinamento che impedisce al governo di imporre delle misure straordinarie alle amministrazioni locali. Abbiamo invitato tutti i cittadini a limitare gli spostamenti, e a non effettuare viaggi, ma sono tutte indicazioni, non imposizioni».

Cosa succede a chi prende il virus?
«Abbiamo detto di stare a casa al primo sintomo, informando il proprio medico su come evolve la malattia. In caso di peggioramento procediamo al ricovero. Nelle ultime due settimane abbiamo raddoppiato in tutta la Svezia i posti di terapia intensiva, e quindi abbiamo ancora il controllo della situazione».

Ma ci sono dei focolai di infezione più acuti?
«Quasi la metà di tutti i casi si è verificata nella regione di Stoccolma, dove il ritmo dei contagi è raddoppiato o anche triplicato nel corso dell’ultima settimana. E qui che dobbiamo studiare meglio cosa sta succedendo. Ma va detto con chiarezza che in tutti i casi di decesso, a partire dal primo paziente morto lo scorso 11 marzo, l’età dei malati era superiore agli 80 anni, e la maggior parte aveva uno stato di salute già compromesso da altre patologie».

Ci sta dicendo che è una semplice influenza…?
«No, ma che per una percentuale considerevole di malati, questa infezione si risolve dopo 4 o 5 giorni di febbre alta. E molti non hanno neanche alcun sintomo».

E una volta guariti, che succede?
«Dopo due giorni dalla scomparsa di ogni sintomo, il paziente può riprendere la vita di prima e tornare al lavoro».

Ma così non rischiate di diffondere ulteriormente il contagio?
«Non abbiamo abbastanza informazioni sul Covid-19 per poterlo sostenere, e l’esperienza finora ci dice che non è stato necessario prolungare l’isolamento».

Come si spiega l’elevata mortalità in Italia?
«Si è trattato di una disgrazia. Gli ospedali non erano preparati a un’epidemia, e si sono trasformati in moltiplicatori del contagio».


L’Imperial College di Londra stima che la strategia del lockdown abbia salvato la vita finora a 120 mila persone, tra cui 38 mila italiani. Cosa risponde?
«Molti miei colleghi hanno letto questo studio e condividono il mio scetticismo. Penso che gli inglesi abbiano scelto una serie di variabili che hanno prodotto una previsione così pessimista, ma avrebbero potuto scegliere altrettanto facilmente degli indicatori diversi per arrivare ad un risultato opposto. Non è uno studio sottoposto ad una revisione paritaria, potrebbe avere ragione, o dimostrarsi completamente sbagliato. Ma in Svezia siamo sorpresi che abbia avuto una simile risonanza».

Che ne dite?



Inviato dal mio Mi A3 utilizzando Tapatalk

Siete quasi tutti dei deficienti :rip
"Non può essere UNO del Mozambico a decidere" (cit.)
"guarda che bisogna che mi rispondi meglio perchè sennò lo scooter te lo infilo su per il culo" powered by Erotic
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 15355
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da johnny-blade » 2 aprile 2020 20:49

Sbrigativamente @Graz dico che
1
La Svezia è molto più grande dell'italia
2
In Svezia ci sono circa 10mln di abitanti
In italia circa 60mln

Infatti a Stoccolma i casi aumentano
1mln di abitanti
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 10411
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da AntonioC. » 2 aprile 2020 21:06

Se tutti stanno chiudendo tutto, tranne uno....
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
bomber_zee
Senior Member
Messaggi: 2011
Iscritto il: 7 novembre 2003 22:18
Contatta:

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da bomber_zee » 2 aprile 2020 21:19

Tutto sommato sto con wirikuta,sopratutto per questo:
Ennio ha scritto:
2 aprile 2020 17:16
Le aziende solide devono coprire più che possono con la loro liquidità, agli altri deve pensare lo Stato, nel modo più serio ed efficace possibile.
Domanda : con che soldi ?
la donzelletta vien dalla campagna
cun scià la radio
cun sö la tecno
Avatar utente
Ennio
Senior Member
Messaggi: 6090
Iscritto il: 8 giugno 2012 17:11

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Ennio » 2 aprile 2020 21:47

wirikuta ha scritto:
2 aprile 2020 18:16
Ennio ha scritto:
2 aprile 2020 18:09
Questo stop forzato è l'occasione per riflettere su un miliardo di cose: dal nostro ruolo all'interno dell'ecosistema al fallimento totale della società organizzata sui principi di produzione e consumo a tutti i costi e finanza drogata e malata, per esempio.
Non direi. Guardati qualsiasi indicatore relativo a redditi/mortalità/disuguaglianza/salute/ aspettative di vita ecc.. e resterai stupito da come le cose non siano mai andate meglio nella storia dell'umanità. La risposta ai problemi ambientali , innegabili ( stanno uscendo diversi studi che paiono pure confermare qualche legame tra cambiamento climatico e Corona) non è un passo indietro ma un passo avanti, alla ricerca di tecnologia e fonti/modalità di sfruttamento energetico più efficienti. Non penso che chiedere alla gente di tornare ad arare il campo con i buoi sia la soluzione. Ma ehi, ti capisco, perchè la pensavo esattamente come te fino ad alcuni anni fa.
No no non fraintendiamo.
Anche io sono un grande fan dell'uomo e delle sue grandi conquiste, anche io penso che nel 21°secolo si viva meglio: non amo la visione idealizzata del passato.
Chi vuole tornare ad arare? Assolutamente no.
Io mi limito a constatare che la società moderna ha dei grandissimi squilibri, che per me sono riconducibili ad un'impostazione unilaterale tutta improntata al tritacarne "produci \ consuma". Io ho dovuto sudare per bloccare un cantiere per raggiungere il quale i miei operai avrebbero dovuto attraversare tre regioni.
Il committente ha fatto richiesta alla Regione per avere un permesso speciale per poter proseguire. Motivazione, "Cantiere strategico" (non lo era affatto, non farmi aggiungere altro). BISOGNAVA CONTINUARE contro tutto e tutti, con una pandemia in corso, con ordinanze e decreti, niente da fare, proseguire perché i manager avessero il bonus per aver rispettato le scadenze di consegna.
Vedi, di fronte a tutto questo, l'unica scelta sensata sarebbe imbracciare un mitra e farne fuori più possibile di gente così. Punto.
Il cambio di mentalità riguarda le priorità che ci diamo. Non parlo di un banalissimo desiderio di ritorno alla presunta semplicità del passato, parlo del fatto che nel nome del sistema imperante si passa sopra ai vivi e ai morti.
Se permetti io non ci sto.
Non è possibile alcun progresso senza deviare dalla norma.
Ma per farlo con successo, occorre avere almeno un minimo di familiarità con ogni norma dalla quale contiamo di allontanarci. (FZ)
Avatar utente
Graz
Aske.
Messaggi: 49860
Iscritto il: 23 novembre 2002 15:21
Località: Vallerona, Grosseto - Roma
Contatta:

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Graz » 2 aprile 2020 21:47

Immagine
Siete quasi tutti dei deficienti :rip
"Non può essere UNO del Mozambico a decidere" (cit.)
"guarda che bisogna che mi rispondi meglio perchè sennò lo scooter te lo infilo su per il culo" powered by Erotic
Avatar utente
Ennio
Senior Member
Messaggi: 6090
Iscritto il: 8 giugno 2012 17:11

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Ennio » 2 aprile 2020 22:07

Bomber, magari avessi le risposte per tutto!
Quanto ho scritto riflette soprattutto il mio ideale di società, diciamo il modello a cui tendere.
Tuttavia penso che nella realtà, in emergenze di questa portata, le risorse si debbano trovare a qualsiasi costo.
Accordi con la Cina, con l'Europa, con gli Stati Uniti, redistribuzione delle risorse, blocco di gettiti e di uscite extra per attività da sospendere, reindirizzamento del gettito fiscale (es: tutti gli 8 per mille buttati a casaccio), se dico di tutto, di tutto.
Non è possibile alcun progresso senza deviare dalla norma.
Ma per farlo con successo, occorre avere almeno un minimo di familiarità con ogni norma dalla quale contiamo di allontanarci. (FZ)
Avatar utente
Ennio
Senior Member
Messaggi: 6090
Iscritto il: 8 giugno 2012 17:11

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Ennio » 2 aprile 2020 22:10

https://rep.repubblica.it/pwa/commento/ ... P4-S1.8-T1

non so se mi spiego sulla possibilità, in casi estremi, di reindirizzare meglio determinate risorse...
Non è possibile alcun progresso senza deviare dalla norma.
Ma per farlo con successo, occorre avere almeno un minimo di familiarità con ogni norma dalla quale contiamo di allontanarci. (FZ)
Avatar utente
Baker
Keeper Of The Room V
Messaggi: 30717
Iscritto il: 8 giugno 2003 12:36

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Baker » 2 aprile 2020 22:17

Graz ha scritto:
2 aprile 2020 21:47
Immagine
lo stavo per postare io
per la serie "ma perché quelle cose accadono sempre là"
complimenti vivissimi ai genovesi, davvero.
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 10411
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da AntonioC. » 2 aprile 2020 22:25

Ma i genovesi sono notoriamente "quelli là" del nord italia. :look:
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
Squall
Zio Cantante
Messaggi: 12528
Iscritto il: 27 ottobre 2004 00:53
Località: Anastasia

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Squall » 2 aprile 2020 22:31

vabè rega, se partiamo con le immaginine sgranate con due righe di testo possiamo anche dargliela su a fare una discussione seria... che già c'è chi spamma monosillabi a raffica per sfogare il nervosismo da quarantena.

cerchiamo di rispettare almeno le basi basi della diffusione di informazioni e del dialogo.
se mi linkate un articolo di un giornalista, un qualcosa che corrobori in qualche modo la veridicità di quella foto bene, altrimenti potrebbe tranquillamente essere una foto del 7 marzo scattata dal signor Roberto S. e condivisa poi su facebook a piacimento.

cioè, cagate tanto il cazzo sulla merda che son diventati i social e poi mi facebookizzate il forum. vedike
It's like this endless search for the perfect balance of deconstruction and layered complexity
- Paul Masvidal
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 10411
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da AntonioC. » 2 aprile 2020 22:35

Più che altro un plauso al tipo sulla destra, con la mascherina calata sulla bocca e il naso libero.
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
guysperanza
Adult Oriented Rock
Messaggi: 24378
Iscritto il: 7 settembre 2006 00:59
Contatta:

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da guysperanza » 2 aprile 2020 22:38

Spesso si vede gente con la mascherina a coprire solo la bocca e questo la dice lunga
"Figliolo, tu mi costi quanto inculare un unicorno"
(Maicol&Mirco)

A volte ci si sente delle rockstar (cit.)
Avatar utente
Graz
Aske.
Messaggi: 49860
Iscritto il: 23 novembre 2002 15:21
Località: Vallerona, Grosseto - Roma
Contatta:

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Graz » 2 aprile 2020 22:41

Squall ha scritto:
2 aprile 2020 22:31
vabè rega, se partiamo con le immaginine sgranate con due righe di testo possiamo anche dargliela su a fare una discussione seria... che già c'è chi spamma monosillabi a raffica per sfogare il nervosismo da quarantena.

cerchiamo di rispettare almeno le basi basi della diffusione di informazioni e del dialogo.
se mi linkate un articolo di un giornalista, un qualcosa che corrobori in qualche modo la veridicità di quella foto bene, altrimenti potrebbe tranquillamente essere una foto del 7 marzo scattata dal signor Roberto S. e condivisa poi su facebook a piacimento.

cioè, cagate tanto il cazzo sulla merda che son diventati i social e poi mi facebookizzate il forum. vedike
santa pace squall
l'ho presa sul sito del corriere della sera, mica sul fatto quotiDAINO
e che cazzo se poi hanno messo una vaccata lo devo controllare IO o LORO?

le basi basi un par di cazzi, ennamo su
Siete quasi tutti dei deficienti :rip
"Non può essere UNO del Mozambico a decidere" (cit.)
"guarda che bisogna che mi rispondi meglio perchè sennò lo scooter te lo infilo su per il culo" powered by Erotic
Avatar utente
Graz
Aske.
Messaggi: 49860
Iscritto il: 23 novembre 2002 15:21
Località: Vallerona, Grosseto - Roma
Contatta:

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Graz » 2 aprile 2020 22:46

tieni

https://www.corriere.it/cronache/20_apr ... resh_ce-cp

pubblicato a firma CHIARA SEVERGNINI il 2 aprile 2020 alle 19.47
ora ti chiedo scusa ma non sono andato a controllare se la laurea della Dott.ssa Severgnini sia autentica o comprata poichè ancora non ho finito il master in hackeraggio per entrare nel server dell'Università di Milano

però ho trovato questo
http://www.giornalismo.unimi.it/?q=stud ... severgnini
ora le mando una mail e appena finisce la quarantena mi reco nella ridente Treviglio a chiedere in giro e fare un po' di domande che non vorrei facebookizzare il forum
Siete quasi tutti dei deficienti :rip
"Non può essere UNO del Mozambico a decidere" (cit.)
"guarda che bisogna che mi rispondi meglio perchè sennò lo scooter te lo infilo su per il culo" powered by Erotic
Avatar utente
Dtrule
Senior Member
Messaggi: 5689
Iscritto il: 29 novembre 2002 16:32
Località: Graz (AT)

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Dtrule » 2 aprile 2020 23:11

https://www.facebook.com/groups/2779662 ... cation=ufi

In realtà il trucco è quello di usare la prospettiva per scattare una foto e dare l'impressione di distanze molto più ravvicinate di quelle reali... un trucchetto per "creare" un assembramento dove magari non c'è.

Comunque auguriamoci che abbiano ragione gli svedesi. Nessuno di noi lo può sapere... sappiamo con certezza che fare come loro produrrebbe in breve una ecatombe da noi. Non ci rimane che aspettare e sperare che l'ecatombe non si crei lo stesso nei mesi successivi, quando sarà impossibile non allentare un pò le misure e, che, appunto, come gli svedesi concludono, quello studio di Ferguson sbagli a delineare scenari così pessimistici. Temo che nessuno di noi qua dentro abbia strumenti e conoscenze sufficienti per esprimersi in favore degli uni o degli altri.
Ultima modifica di Dtrule il 2 aprile 2020 23:12, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
bigio
Senior Member
Messaggi: 5419
Iscritto il: 4 ottobre 2013 14:01

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da bigio » 2 aprile 2020 23:12

:asd:
rabe ha scritto:qualcuno metta su il "CD bagnafiga" :sisi:
Avatar utente
Cotlod
qualcosa
Messaggi: 5044
Iscritto il: 22 dicembre 2004 12:49
Località: Roma

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Cotlod » 2 aprile 2020 23:22

intervengo in questa discussione che detesto, solo per dire che i numeri del contagio non hanno alcun senso: Germania 84.600 contagiati e 1.100 morti; in italia, con gli stessi contagiati, i morti erano x10.
I contagiati in USA sono passati da poche migliaia a 236.000 in pochi giorni. Ognuno conta come cazzo gli pare in questa epidemia. Numeri senza senso.
"C'era una vorta tutto quer che c'era..."
Avatar utente
Dtrule
Senior Member
Messaggi: 5689
Iscritto il: 29 novembre 2002 16:32
Località: Graz (AT)

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Dtrule » 2 aprile 2020 23:27

Infatti i numeri vanno presi come una vaghissimo punto di riferimento, ben tenendo in mente quanto sottolinei anche tu, ossia che i criteri di conteggio cambiano anche drasticamente di stato in stato. Probabilmente sono tutti fortemente al ribasso, persino quelli italiani. Insomma, è una roba molto seria questa, sicuramente più di quello che ciascuno di noi avrebbe potuto immaginare qualche settimana fa.
Avatar utente
Dtrule
Senior Member
Messaggi: 5689
Iscritto il: 29 novembre 2002 16:32
Località: Graz (AT)

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Dtrule » 2 aprile 2020 23:37

Sulla differnza nei morti tra Germania ed Italia avevo già postato un servizio della ZDF che sottolineava come a ciò abbia contribuito anche un maggiore (e migliore) investimento nella sanità, con 4x posti letto e tantissimi infermieri in più. Da noi il dramma si è creato di pari passo con la saturazione delle risorse degli ospedali. Un altro aspetto, se si confronta la diffusione del virus nei due stati, è legata alla maggiore concentrazione in Italia di casi in una zona piuttosto limitata dello stivale, che ovviamente paga dazio ed è quella da cui originano la stragrande maggioranza dei morti, mentre in Germania ci sono un paio di stati più colpiti, ma la distribuzione è molto più omogenea.
Avatar utente
rabe
The Vlabe method
Messaggi: 47776
Iscritto il: 22 marzo 2005 14:26
Località: Down under
Contatta:

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da rabe » 2 aprile 2020 23:45

Graz ha scritto:
2 aprile 2020 22:46
tieni

https://www.corriere.it/cronache/20_apr ... resh_ce-cp

pubblicato a firma CHIARA SEVERGNINI il 2 aprile 2020 alle 19.47
ora ti chiedo scusa ma non sono andato a controllare se la laurea della Dott.ssa Severgnini sia autentica o comprata poichè ancora non ho finito il master in hackeraggio per entrare nel server dell'Università di Milano

però ho trovato questo
http://www.giornalismo.unimi.it/?q=stud ... severgnini
ora le mando una mail e appena finisce la quarantena mi reco nella ridente Treviglio a chiedere in giro e fare un po' di domande che non vorrei facebookizzare il forum
:rip :rip :rip :rip
Cancer is a manageable, if not curable, disease, similar to other chronic disease. Force T. et al., Nature Cancer Rew. (2007)
"...e adesso andiamo a metterlo nel culo al cancro!"


http://angrylikeawallaby.blogspot.com/


coglionazziiii (cit. by None)
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 15355
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da johnny-blade » 2 aprile 2020 23:48

Dtrule ha scritto:
2 aprile 2020 23:11
. Temo che nessuno di noi qua dentro abbia strumenti e conoscenze sufficienti per esprimersi in favore degli uni o degli altri.
Quello che penso è che sono due contesti opposti tra loro e quindi non si possono accostare paragoni.
Intendo la densità di popolazione.
23 in svezia per kmq 13 in finlandia
200 in italia
Contesti completamente diversi
Quindi ci sta che le politiche per l'emergenza siano diverse.
Ma se ci limitiamo a Stoccolma,ripeto,ecco che forse bisogna rivedere qualcosa.
Mia considerazione e niente più .
Avatar utente
Squall
Zio Cantante
Messaggi: 12528
Iscritto il: 27 ottobre 2004 00:53
Località: Anastasia

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Squall » 2 aprile 2020 23:59

Graz ha scritto:
2 aprile 2020 22:46
tieni

https://www.corriere.it/cronache/20_apr ... resh_ce-cp

pubblicato a firma CHIARA SEVERGNINI il 2 aprile 2020 alle 19.47
ora ti chiedo scusa ma non sono andato a controllare se la laurea della Dott.ssa Severgnini sia autentica o comprata poichè ancora non ho finito il master in hackeraggio per entrare nel server dell'Università di Milano

però ho trovato questo
http://www.giornalismo.unimi.it/?q=stud ... severgnini
ora le mando una mail e appena finisce la quarantena mi reco nella ridente Treviglio a chiedere in giro e fare un po' di domande che non vorrei facebookizzare il forum
la prossima volta basta che riporti un link decente subito e ti risparmi la ramanzina. :finger:

dovresti prendere la cosa sul serio, la proliferazione di fotine con le scrittine senza il minimo contesto è uno dei principali vettori di propagazione di fake news, che se non te ne sei accorto sta diventando un discreto problema nelle democrazie occidentali... manteniamo un minimo di igiene informativa almeno qua dentro please.
It's like this endless search for the perfect balance of deconstruction and layered complexity
- Paul Masvidal
Avatar utente
Graz
Aske.
Messaggi: 49860
Iscritto il: 23 novembre 2002 15:21
Località: Vallerona, Grosseto - Roma
Contatta:

Re: Questa cazzo di influenza

Messaggio da Graz » 3 aprile 2020 00:05

ma l'avevo presa sul corr... :bu:

mecry
Siete quasi tutti dei deficienti :rip
"Non può essere UNO del Mozambico a decidere" (cit.)
"guarda che bisogna che mi rispondi meglio perchè sennò lo scooter te lo infilo su per il culo" powered by Erotic
Rispondi