Pagina 31 di 34

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 13:50
da johnny-blade
Appunto Sairus.
A questo punto mi chiedo che senso ha comprare il digitale.
Lo chiedo perché così per me non ha senso ma magari c'è un aspetto che io non so.
Perché uno compra il digitale?

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 13:57
da Sairus
johnny-blade ha scritto:
11 settembre 2019 13:50
Appunto Sairus.
A questo punto mi chiedo che senso ha comprare il digitale.
Lo chiedo perché così per me non ha senso ma magari c'è un aspetto che io non so.
Perché uno compra il digitale?
Perchè suona stracazzo meglio dell audio di merda del tubo

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 14:03
da johnny-blade
Sairus ha scritto:
11 settembre 2019 13:57
johnny-blade ha scritto:
11 settembre 2019 13:50
Appunto Sairus.
A questo punto mi chiedo che senso ha comprare il digitale.
Lo chiedo perché così per me non ha senso ma magari c'è un aspetto che io non so.
Perché uno compra il digitale?
Perchè suona stracazzo meglio dell audio di merda del tubo
Davvero?
Quindi i tool mettono su youtube una qualità inferiore a quella che vendono?
O è youtube che fa schifo di base?

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 14:05
da Sairus
johnny-blade ha scritto:
11 settembre 2019 14:03
Sairus ha scritto:
11 settembre 2019 13:57
johnny-blade ha scritto:
11 settembre 2019 13:50
Appunto Sairus.
A questo punto mi chiedo che senso ha comprare il digitale.
Lo chiedo perché così per me non ha senso ma magari c'è un aspetto che io non so.
Perché uno compra il digitale?
Perchè suona stracazzo meglio dell audio di merda del tubo
Davvero?
Quindi i tool mettono su youtube una qualità inferiore a quella che vendono?
O è youtube che fa schifo di base?
La seconda. YT cerca di non fotterti la banda a buffo. Tra l'altro può essere anche la prima, avrebbe senso.

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 14:10
da AntonioC.
Sairus ha scritto:
11 settembre 2019 13:47
johnny-blade ha scritto:
11 settembre 2019 13:40
Sì ai tool non frega un cazzo ma manco a me che se voglio ascoltarli vado sul tubo.
Sul tubo i pezzi ce li hanno messi loro eh, mica è illegale ascoltarli lì. Loro non vogliono obbligarti a spendere un fracco di soldi, tant'è vero che ti danno la possibilità di:

ascoltare il CD in streaming sul tubo o su spotify
comprare il CD in digitale ad un prezzo modico
acquistare il confanetto strasuper coi controcazzi ad una cifra bella alta

Ognuno sceglie cosa sia meglio per se stesso
resta un ventaglio di scelte limitato rispetto a band che vendono tantissimo come Metallica e Iron Maiden, che alle anzidette alternative aggiungono comunque il vecchio e classico cd.
Ci guadagneranno poco, ma se un rabbino come Ulrich pubblica il disco a 15 euro oltre a quello deluxe (che non raggiunge gli 80 euro ma un 40-50 si tra gadget, triplo vinile e altro) qualcosa in tasca si mette.
No, la mia impressione è che i Tool abbiano voluto, più che il discorso economico, fare la spacconata e seguire la tradizione dell'edizione standard particolare (gli occhialini, il booklet di Laterlaus, la custodia di Aenima).

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 16:04
da ZANNA
1) E' un bellissimo album noisoso.
2) Posto che ognuno spende i propri soldi come vuole, per 80 euri il cd me lo deve portare una figa con annesso massaggio Lingam.
3) Sta uscendo/uscirà un sacco di roba molto più interessante ma voi non capite un cazzo e non ve ne accorgete.

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 17:26
da Erotic.Nightmares
Boh, io le ragioni ve le ho spiegate. Non era un dibattito, era una spiegazione pura e semplice e non ha bisogno di commenti particolari. E' così, punto.
Ripeto, non riuscite a scindere l'aspetto affettivo/artistico da quello imprenditoriale/economico quindi fate elucubrazioni e seghe mentali inutili e falsate.

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 17:44
da diego
Erotic.Nightmares ha scritto:
11 settembre 2019 17:26
Boh, io le ragioni ve le ho spiegate. Non era un dibattito, era una spiegazione pura e semplice e non ha bisogno di commenti particolari. E' così, punto.
Ripeto, non riuscite a scindere l'aspetto affettivo/artistico da quello imprenditoriale/economico quindi fate elucubrazioni e seghe mentali inutili e falsate.
Clà, la tua spiegazione è semplice e chiara e la scelta imprenditoriale dei Tool assolutamente legittima.
Consenti però che una fetta di (potenziale) utenza consideri quanto meno un peccato questa "mancanza"?
Anche perchè il cd non è che sia morto eh, non stiamo parlando delle musicassette che ormai vengono pubblicate esclusivamente come oggetto rivolto a collezionisti feticisti perchè in realtà nessuno le "usa" più per ascoltare musica.
Il formato cd rimane ancora ampiamente diffuso ed utilizzato, a quanto mi risulta.
E non credo che tutti coloro che comprano cd lo fanno esclusivamente per un aspetto affettivo/artistico; per molti è semplicemente una modalità (la modalità) di "fruizione".
Poi magari tra 10, 4 o 2 anni uscirà completamente di scena, eh. Ma non oggi.
Questo ovviamente non toglie che i Tool possono fare quel cazzo che gli pare con i loro lavori, ci mancherebbe altro.

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 18:05
da johnny-blade
Ero,
tu hai ragione e quello che scrivi è condivisibile,ho capito che un artista guadagna di più , ma scusa una cosa:
uno semplicemente appassionato di musica come si deve porre? o deve anteporre gli studi in Marketing o Finanza?
O forse bisogna semplicemente accettare come gira il mondo e seguirne il verso,piaccia o meno.
C'è chi si adegua più facilmente di chi invece fa fatica a cambiare le abitudini.
E' ovvio che col tempo..

interessante
https://blog.landr.com/it/tutto-cio-che ... la-musica/

da ignorante (con la 104) chiedo:
ma quando uno compra la produzione digitale se la scarica dove? Dove se li tiene i file? In un hard disk ?
Che collega direttamente a uno stereo ? O ci masterizza un cd volendo ?
Il pacchetto acquistato cosa comprende? Solo la musica o anche un file del "libretto/artwork" ?

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 18:53
da Squall
avete messo su tutto un polverone su un tema di cui me ne frega meno di un cazzo (da buon millennial poverissimo vado più che bene con la musica liquida).

ciononostante: mettere l'accento esclusivamente sull'aspetto imprenditoriale è un approccio clamorosamente miope, perchè allora tanti saluti al metallo e facciamo tutti delle belle hit reggaeton o dell'indie suonato coi chitarrini... per quanto conti la sostenibilità economica (che non è certo un problema per i Tool), nel mondo dell'arte non si può ragionare in soli termini di mercato (lo stesso mercato che, ad esempio, è dietro ai tuoi 20 mesi di disoccupazione, elastiko), a menochè non vogliate considerare l'essere una rockstar una mera occupazione economica, ma allora abbiamo idee parecchio diverse.

in un certo senso rabe non ha tutti i torti: i Tool hanno dimostrato di non essere particolarmente attenti ai propri fan, l'hanno fatto con 13 anni di tiritera che col senno di poi si possono definire ampiamente ingiustificati, lo fanno con concerti sempre più freddi e distaccati (e non venite a menarmela con l'età, che è pieno di 60enni che sul palco fanno il diavolo a quattro), e di sicuro queste scelte di marketing non migliorano la loro posizione.

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 19:41
da Paul_Diamond
Sono uno degli stronzi che ha speso 77€ e onestamente, come ho già scritto, mi brucia parecchio il culo aver speso tutti sti soldi, sarei stato benissimo con una versione standard.
Non credo di potermi definire un fan dei Tool, ma per come concepisco io la fruizione della musica semplicemente non avevo alternative, il digitale per me non è un'ipotesi contemplabile, così come non lo è rinunciare all'ascolto del disco e far finta che non sia uscito.
Ho buttato giù il boccone amaro, sperando che almeno i 77€ (che è un prezzo molto alto, ma non indecente) fossero giustificati dalla qualità dell'oggetto (per me non lo sono, il packaging è sontuoso ma lo schermino è totalmente inutile).

Detto questo, nonostante abbia lì una pila di dischi da ascoltare che neanche Diego, negli ultimi 7 giorni ho ascoltato esclusivamente Fear Inoculum.
A parte la cacata strumentale (e gli intermezzi che non sono su cd e che quindi probabilmente non ascolterò mai) lo trovo un disco ammaliante e fondamentalmente inattaccabile.
Pneuma è da stare male, prende il giro della parte centrale di Schism e ci ricama intorno una canzone da farti venire gli eyes full of wonder.

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 21:06
da URIZEN
Erotic.Nightmares ha scritto:
11 settembre 2019 13:25
Non capirete il discorso perchè non riuscite a scindere il lato affettivo/artistico da quello commerciale, ma vi spiego il motivo della loro scelta.

Sul CD edizione normale le band ormai guadagnano praticamente niente, nel vero senso della parola. Anche le band che vendono qualche centinaio di migliaia (o milione?) di copie praticamente dai CD fisici non tirano su un euro bucato. Dalle edizioni deluxe invece guadagnano molto di più (nell'ordine delle dieci, quindici volte di più), dal punto di vista imprenditoriale è assolutamente più sensato fottersene del fan che compra 20€ scarsi di CD e spingere sul feticista segaiolo (come ero io un tempo) che ne spende 80 o 100 per un'edizione speciale con dentro i peli del cazzo di Keenan.
Idem per le edizioni digitali. Una band affermata e famosa guadagna piuttosto bene dalla propria musica in formato liquido. Pertanto la scelta di pubblicare solo online e un formato deluxe stracaro è assolutamente sensata e condivisibile. E sticazzi se il fan medio è povero e non può permettersi 80€ di edizione speciale, sai il cazzo che gliene frega ai Tool.
Sta cosa che guadagnano bene col liquido può andare bene coi gruppi reggae, Stoner o sludge.

Re: TooL, new album...

Inviato: 11 settembre 2019 22:37
da johnny-blade
URIZEN ha scritto:
11 settembre 2019 21:06
Erotic.Nightmares ha scritto:
11 settembre 2019 13:25
Non capirete il discorso perchè non riuscite a scindere il lato affettivo/artistico da quello commerciale, ma vi spiego il motivo della loro scelta.

Sul CD edizione normale le band ormai guadagnano praticamente niente, nel vero senso della parola. Anche le band che vendono qualche centinaio di migliaia (o milione?) di copie praticamente dai CD fisici non tirano su un euro bucato. Dalle edizioni deluxe invece guadagnano molto di più (nell'ordine delle dieci, quindici volte di più), dal punto di vista imprenditoriale è assolutamente più sensato fottersene del fan che compra 20€ scarsi di CD e spingere sul feticista segaiolo (come ero io un tempo) che ne spende 80 o 100 per un'edizione speciale con dentro i peli del cazzo di Keenan.
Idem per le edizioni digitali. Una band affermata e famosa guadagna piuttosto bene dalla propria musica in formato liquido. Pertanto la scelta di pubblicare solo online e un formato deluxe stracaro è assolutamente sensata e condivisibile. E sticazzi se il fan medio è povero e non può permettersi 80€ di edizione speciale, sai il cazzo che gliene frega ai Tool.
Sta cosa che guadagnano bene col liquido può andare bene coi gruppi reggae, Stoner o sludge.
Guadagnano bene nel senso che guadagnano meglio .

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 00:15
da rabe
ma solo a me Pneuma (che sono riuscito ad ascoltare a stento) sembra uno scarto di Lateralus?

per il resto tutte ste speculazioni di marketing ce lo possiamo pure infilare nel culo, perche' non c'entrano veramente un cazzo con la musica come la intendo io, anche perche', a differenza di altri fenomeni, io in 13 anni non ho cambiato il modo in cui la vedo e la vivo (ma poi anche sti grandissimi cazzi eh?)

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 08:20
da AntonioC.
rabe ha scritto:
12 settembre 2019 00:15
ma solo a me Pneuma (che sono riuscito ad ascoltare a stento) sembra uno scarto di Lateralus?

per il resto tutte ste speculazioni di marketing ce lo possiamo pure infilare nel culo, perche' non c'entrano veramente un cazzo con la musica come la intendo io, anche perche', a differenza di altri fenomeni, io in 13 anni non ho cambiato il modo in cui la vedo e la vivo (ma poi anche sti grandissimi cazzi eh?)
Si solo a te.

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 08:24
da rabe
n = 1

non basta :nono:

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 08:48
da wirikuta
Mah, per me è tra 10/15 pezzi migliori che hanno scritto in carriera. :sisi:

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 09:43
da rabe
Ecco, avevo scritto una cosa bella, pacata e sensata. Si è cancellato tutto, puttana troia, quindi vi tocca la versione corta.
Pneuma non è una brutta canzone (e grazie al cazzo, sono pur sempre i Tool), ma è insipida.
I problemi sono:
1) troppo lunga: potevano tagliare dei minuti inutili (tipo L’arpeggio iniziale che non finisce mai)
2) non esplode mai
3) come dicevo, mi sembra uno scarto delle cose belle di Lateralus

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 09:48
da AntonioC.
ma quando mai

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 10:11
da rabe
E cosa ti devo dire?

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 10:35
da AntonioC.
Oramai sui Tool sei bruciato :o

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 12:11
da rabe
Se leggi questo 3d dalla prima pagina puoi vedere la graduale ustione.
Cottura lenta, tipo brasato.
:sisi:

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 12:32
da Ank
rabe ha scritto:
12 settembre 2019 09:43
Ecco, avevo scritto una cosa bella, pacata e sensata. Si è cancellato tutto, puttana troia, quindi vi tocca la versione corta.
Pneuma non è una brutta canzone (e grazie al cazzo, sono pur sempre i Tool), ma è insipida.
I problemi sono:
1) troppo lunga: potevano tagliare dei minuti inutili (tipo L’arpeggio iniziale che non finisce mai)
2) non esplode mai
3) come dicevo, mi sembra uno scarto delle cose belle di Lateralus
La vedo un pò come te, pur ritenendola la canzone top del disco, e una delle loro migliori.
Il problema esplosione ce l'ha tutto il disco, ci sono svariati break dove dici "cazzo ora ci tira la mina finale alla The grudge".
Invece rimani appeso, e non succede nulla. Questa è la pecca principale del disco in toto.
E poi, mi devo ripetere, la voce di keenan. Su tempest cerca lo sfogo, cerca di uscire, ma non lo fa. E, per questo, tempest, che poteva essere una delle migliori canzoni, rimane li, come un quadro fatto a metà.
io lo sto ascoltando, non in loop, ma ci sono giorni (tipo stamani) che ho voglia di ascoltarlo. Questo è una buona cosa, per me...
Pneuma, per esempio è vero che riprende molto da lateralus. Ma rendiamoci conto di una cosa: Lateralus è stato il disco della svolta (già con aenima si erano fatti sentire al grande pubblico, ma con lateralus sono arrivati agli apici di oggi), mi sembra normale andare a ripescare alcune sonorità. Inoltre: secondo me questo disco suona bene perchè suona come i tool che ci piacciono; e questo è essere paraculi, ma è anche essere onesti coi fan, perchè alla fine noi quello vogliamo. Se avessero tirato fuori i tool 2.0, con magari orpelli differenti, e cagate troppo prog o troppo pesanti, secondo me sarebbe stato molto peggio.

Discorso marketing: può essere tutto o niente (a meno che erotic non esca a cena con jones, e allora ha notizie di prima mano, oppure a cercato di infilare nel culo di maynard qualche scooter.....ah no, è vero, orami non fa più quelle cose, ormai va a lezione di pilates.... :bu: kkk ). La scelta chiaramente è loro, e di chi se no?
Ci sta il discorso che i dischi ormai si vendono sempre meno (basta vedere le sogli di dischi oro e platino), e che quindi abbiano puntato su altro, e questo è abbastanza comprensibile. Ma, se mi dai comunque un prodotto del cazzo, che quindi non serve a nulla, rimangono, a mio avviso, soldi buttati.
Che si siano tirati la zappa sui piedi o che abbiano fatto la scelta del millennio lo dirà il tempo. Il fatto, secondo me, è che per quella cifra ti danno in più schermetto e cassettine. Ma di tutti quelli che lo hanno preso, e non solo qui, ne sento parlare tra il mediocre/merda (Dico per il discorso packaging). Quindi per questo dico che secondo me sia una mezza presa per il culo. Quello che mi interessa è la musica. Gli orpelli dovrebbero essere un di più. Ma, come dite giustamente, amen, se lo vuoi lo compri, se no nessuno ti obbliga.

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 12:42
da rabe
Bravo Ank zzz

Era quello che dicevo io con Salival: almeno lì c’era sostanza.
Qua c’è lo schermino del GIG Tiger :...:

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 13:30
da wirikuta
Chioso sul discorso prezzo del pacchetto Fear Inocolum: sono dall'Elastiko side, come ho già detto il prodotto è noto, sai cosa vai a pigliare e sai il costo, mi pare tutto trasparente. Chi ha problemi con la musica liquida cazzi sua, vive in un mondo che sta andando in un altra direzione e volente o nolente è una modalità di fruizione che è e diventerà sempre più dominante. Pure a me piacciono i v8 aspirati ma se il futuro è elettrico mi attacco al cazzo, inutile fare i donchisciottari quando l'intera industria musicale si muove da quel lato. Ricordo che stiamo parlando di musicisti ma anche imprenditori, che giocoforza rilasciano sul mercato il prodotto che gli permette di realizzare più utile. Il discorso del fan che dovrebbe ricevere un trattamento di un certo tipo lo capisco fino ad un certo punto, ancora di meno concepisco il discorso del fan che si sente tradito da determinate scelte imprenditoriali e musicali del suo beniamino. In generale non concepisco questo rapporto emotivo diretto con l'artista e le sue scelte (mentre ovviamente concepisco un rapporto emotivo con la sua produzione musicale/artistica) quasi fosse un parente o un amico che ci ha deluso.
Ho visto ieri il giocattolone da un amico e resta il fatto che la realizzazione del prodotto e i materiali usati mi paiono di prima qualità. Che poi lo schermino e cazzi e mazzi siano orpelli inutili yes, ma che cazzo , lo sapevate quando avete fatto l'acquisto suvvia.
Quanto a Pneuma e la mancata esplosione delle tracce boh, intanto non capisco perchè le nuove canzoni dovrebbero seguire il pattern della classica canzone tooliana, con i climax posizionati esattamente dove il fans voleva o si aspettava di trovarseli ...per poi sentire gli stessi fan lamentarsi che "sono sempre i soliti Tool". inoltre è palese che, nel caso in esame, Pneuma cresce in intensità man mano che la traccia si snoda (gli orpelli di Danny e Adam e la voce di Maynard crescono in intensità e presenza man mano che la canzone si sviluppa, fateci caso) . Inoltre la parte sincopata subito dopo il break atmosferico centrale è quella che io definirei proprio "esplosione". In 7empest stesso discorso, per me "'l'esplosione" c'è quando l'assolo di Adam cresce d'intensità Maynard si inserisce con il "ritornello" (a tempest must be just that).

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 13:45
da johnny-blade
Il mondo va per un verso e lo abbiamo capito.
Non sono un fan dei tool ma questo disco me lo sarei comprato. Non c'è? Pazienza. Non compro niente. Rimpianti? Sì,un pochino.

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 13:57
da Camp
Ma poi non capisco perchè Maynard sotto tono o distaccato. Semplicemente non spinge e non urla. E quindi? Concentratevi sulla qualitá del suo cantato e delle linee vocali.

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 14:15
da AntonioC.
Più che il mondo sono i Tool ad andare in altra direzione.
Ogni grande artista esce con digitale, cd normale, edizione deluxe, vinile. Questa è la regola, sono i Tool che l'hanno stravolta, sperando che resti un caso isolato.

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 14:15
da diego
wirikuta ha scritto:
12 settembre 2019 13:30
In generale non concepisco questo rapporto emotivo diretto con l'artista e le sue scelte (mentre ovviamente concepisco un rapporto emotivo con la sua produzione musicale/artistica) quasi fosse un parente o un amico che ci ha deluso.
Rispondo solo a questo poi mi taccio, tanto è evidente che ognuno rimane sulle sue posizioni (come è giusto che sia, anche se il confronto è comnque sempre piacevole e interessante).
Nessun rapporto emotivo con l'artista e le sue scelte: estremizzando, per me domani i Tool potrebbero anche ritirarsi a vita dalle scene o iniziare a fare hip hop (lo stesso lo direi per gli Helloween, i Rhapsody, i Dream Theater, Ozzy, chiunque tu voglia insomma) e per me amen, bona lì, grazie per quello che mi hai dato e ciao.
Io mi dolgo (non che ci pianga eh, solo non mi veniva in mente un sinonimo migliore) per una scelta di marketing (secondo me ancora prematura: ribadisco che anche se la tendenza verso il digitale è chiara e probabilmente non si torna indietro, anzi può solo amplificarsi, il cd non è che sia scomparso come supporto musicale, è ancora ben vivo e vegeto, non stiamo parlando del 45 giri che ormai esiste solo come oggetto da collezione) che mi taglia (mi fa sentire tagliato) fuori. Stop.

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 14:23
da diego
diego ha scritto:
12 settembre 2019 14:15
una scelta di marketing che mi taglia (mi fa sentire tagliato) fuori. Stop.
Mi auto-quoto per spiegare ancora meglio: mi taglia fuori non come fruitore tout-court (per quello posso "rimediare" con YouTube) ma come potenziale acquirente (quindi il "danno" è sia per me che per i Tool, posto che comunque a loro fregherà cazzi visto che già l'hanno messo in conto... Dopo di che sarà sicuramente vero e ineluttabile il discorso che faceva Erotic, ma non è un po' triste che un artista, per guadagnare, debba fare margine su packaging e schermetto?)

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 16:39
da wirikuta
AntonioC. ha scritto:
12 settembre 2019 14:15
Più che il mondo sono i Tool ad andare in altra direzione.
Ogni grande artista esce con digitale, cd normale, edizione deluxe, vinile. Questa è la regola, sono i Tool che l'hanno stravolta, sperando che resti un caso isolato.


Penso che i loro conti se li sono fatti bene, guarda caso hanno dovuto ristampare il booklet per esaurimento copie. Che poi sono dei grandi artisti a livello di vendite? Non saprei se si possono paragonare ai numeri degli artisti pop, tipo Kanye West o robe così (tralasciando l'ondata di entusiasmo che gli accompagna in questo periodo e che gli ha fatto inopinatamente scalare le classifiche)

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 18:58
da Cotlod
Vendite nei soli USA:

Undertow 2,91 milioni di copie
Aenima 3,429 milioni
Lateralus 2,609 milioni
10.000 Days 1,736 milioni

fonte Wikipeppe. Non saprei dire se per "copia" si intende anche un brano scaricato in digitale, ma dubito: gli Attrezzo non sono appena approdati sul formato digitale, dopo anni di resistenza? Comunque i numeri sono quelli delle grandi band.

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 19:34
da AntonioC.
E' una band che vende ed ha sempre venduto, almeno nella dimensione del nostro genere di riferimento.
Volere fare passare l'idea che il digitale si sta magnando tutto e quello che resterà è solamente l'edizione extra lusso è sconfessata proprio dall'offerta diversificata di chi vende molti dischi, molto più ampia rispetto al passato, che imponeva solo il cd. Oggi tra files, vinili, edizioni standard e deluxe ve ne è per tutte le tasche. Sono le band piccole che stampano poche copie o escono direttamente solo in vinile se non addirittura solo in digitale.
Giusto per nominare due band grosse come Dream Theater e Blind Guardian, date un occhiata alle varie edizioni dei loro ultimi lavori.
Che la scelta dei Tool sia più redditizia a noi acquirenti poco importa, sicuramente è atipica per una band di questo livello e perfettamente in sintonia con la nomea di gente spocchiosa, superba e con un cantante nano.

Re: TooL, new album...

Inviato: 12 settembre 2019 19:46
da johnny-blade
Ank,perché invece dei cd non avete pubblicato in internet?

Re: TooL, new album...

Inviato: 13 settembre 2019 01:12
da rabe
johnny-blade ha scritto:
12 settembre 2019 19:46
Ank,perché invece dei cd non avete pubblicato in internet?
Perché lui, come me, e molti altri, siamo dei dinosauri, apparentemente... :(

Re: TooL, new album...

Inviato: 13 settembre 2019 10:48
da Ank
johnny-blade ha scritto:
12 settembre 2019 19:46
Ank,perché invece dei cd non avete pubblicato in internet?
Mah in verità avrei dovuto farlo, infatti ho li l'account ancora fermo.... :yao
Appena riesco lo metto anche online e spacco il culo ai tool! :tru

Re: TooL, new album...

Inviato: 13 settembre 2019 15:06
da johnny-blade
Cotlod ha scritto:
12 settembre 2019 18:58
Vendite nei soli USA:

Undertow 2,91 milioni di copie
Aenima 3,429 milioni
Lateralus 2,609 milioni
10.000 Days 1,736 milioni

fonte Wikipeppe. Non saprei dire se per "copia" si intende anche un brano scaricato in digitale, ma dubito: gli Attrezzo non sono appena approdati sul formato digitale, dopo anni di resistenza? Comunque i numeri sono quelli delle grandi band.
Nel 2011 il sito riaa.com scrive

10000 days circa 1,5 milioni di copie
Aenima circa 3,4milioni (3 platinum e 1 gold).
Presumo che all'epoca si riferisse esclusivamente al supporto fisico.

Re: TooL, new album...

Inviato: 14 settembre 2019 10:20
da Disgustipated
wirikuta ha scritto:
12 settembre 2019 13:30
Quanto a Pneuma e la mancata esplosione delle tracce boh, intanto non capisco perchè le nuove canzoni dovrebbero seguire il pattern della classica canzone tooliana, con i climax posizionati esattamente dove il fans voleva o si aspettava di trovarseli ...per poi sentire gli stessi fan lamentarsi che "sono sempre i soliti Tool". inoltre è palese che, nel caso in esame, Pneuma cresce in intensità man mano che la traccia si snoda (gli orpelli di Danny e Adam e la voce di Maynard crescono in intensità e presenza man mano che la canzone si sviluppa, fateci caso) . Inoltre la parte sincopata subito dopo il break atmosferico centrale è quella che io definirei proprio "esplosione". In 7empest stesso discorso, per me "'l'esplosione" c'è quando l'assolo di Adam cresce d'intensità Maynard si inserisce con il "ritornello" (a tempest must be just that).
Camp ha scritto:
12 settembre 2019 13:57
Ma poi non capisco perchè Maynard sotto tono o distaccato. Semplicemente non spinge e non urla. E quindi? Concentratevi sulla qualitá del suo cantato e delle linee vocali.
Amen per entrambi.

Re: TooL, new album...

Inviato: 15 settembre 2019 08:40
da Erlik_khan
Cotlod ha scritto:
12 settembre 2019 18:58
Vendite nei soli USA:

Undertow 2,91 milioni di copie
Aenima 3,429 milioni
Lateralus 2,609 milioni
10.000 Days 1,736 milioni

fonte Wikipeppe. Non saprei dire se per "copia" si intende anche un brano scaricato in digitale, ma dubito: gli Attrezzo non sono appena approdati sul formato digitale, dopo anni di resistenza? Comunque i numeri sono quelli delle grandi band.
Fino a due giorni fa non erano presenti su Spotify et similia, a differenza degli Apc e dei Puscifer (altra stranezza, vista la logica delle uscite di Fear Inoculum), infatti, appena rilasciati i vecchi brani in digitale, hanno occupato massivamente le varie Top ten.
I numeri saranno già diversi.

Tornando all'album in sé, sarei curioso di vedere il minutaggio delle parti cantate, anche rispetto al passato.
A volte ho l'impressione che in alcune parti strumentali dovesse starci su la voce, mentre in realtà manca, come fossero state composte ognuna per i cazzi propri, alla Reinveinting the steele.

Re: TooL, new album...

Inviato: 15 settembre 2019 10:27
da Disgustipated
Il minutaggio relativo è più basso.
Boh, in base alle interviste, sembra quasi che Keenan arrivi a lavoro strumentale ultimato, quindi con una buona libertà di azione.