Pagina 20 di 23

Re: Queen

Inviato: 14 dicembre 2018 20:16
da Månehav
bigio ha scritto:
una cosa che mi ha dato fastidio, è
Spoiler [Mostra]
la parte in cui decide di fare l'album solista. Lo mostrano come se fosse un giuda e avesse davvero ucciso i Queen, quando invece ai tempi Brian aveva già fatto un solista e Roger aveva addirittura una band parallela (i Cross)
che poi da "the works" a "a kind of magic" passano 2 o 3 anni :asd:
ma ricordo male io o nel solista c'era tipo una frase, nei ringraziamenti, dove mercury "ringraziava" gli altri membri dei queen per non avergli rotto le scatole o qualcosa del genere?

Re: Queen

Inviato: 14 dicembre 2018 22:03
da Squall
Elric ha scritto:Io sono un grande fan dei Queen e il film non è piaciuto per niente. A un comparto visivo brillante e affascinante corrisponde una sceneggiatura favolistica e consolatoria, piena di anacronismi falsi storici, che riscrive la storia della band e tradisce i fan (e presenta ai non fan una storia manipolata), senza spiegare mai il genio: impensabile proporre che il Live Aid del 1985 come fine del loro percorso artistico (dopo un fantomatico scioglimento!), soprattutto in considerazione del fatto che i Queen l’apice lo toccarono diversi anni dopo, nel 1991, con l’album Innuendo, quando Mercury trovò silenziosamente il modo e la volontà di far convivere malattia e musica, dimostrando quanto la vita influenza l’arte e l’arte riflette il modo in cui si vede la vita. Di tutto questo, nel film non c’è traccia, e non mi capacito di come a un fan possa piacere, alla luce di tanto materiale documentaristico pubblicato nel corso degli anni. Anzi, mi stupisce che i due membri dei Queen superstiti, Brian May e Roger Taylor (due signori che hanno veramente raschiato il fondo del barile), si siano sperticati di lodi nei confronti del film, quasi avessero voluto partecipare in prima persona a questa riscrittura a posteriori e godere dei frutti di questa beatificazione.
è piuttosto imbarazzante come alla costante presenza scenica del Mercury personaggio corrisponda praticamente il nulla a livello di introspezione e narrativa personale.
dalla famiglia all'orientamento sessuale, dalle sue emozioni come frontman di una grande band ai festini (e teoricamente il sesso e la droga, ma giustappena evocati che sennò i bambini si impressionano): è tutto raccontato con dei brevissimi flash che non lasciano nulla all'approfondimento, è il classico approccio ollivudiano recente che ha una paura fottuta di affrontare qualsivoglia argomento scottante o controverso, nulla di nuovo ma non ne può derivare altro che spazzatura cinematografica.
(ora non conosco abbastanza bene i componenti dei Queen, ma non escluderei che loro stessi si ritrovino in questa retorica tardo-puritana... per quanto nel film si dichiarino gli alfieri degli emarginati, degli outcast... loro che rappresentano il rock family-friendly appena una tacca al di sotto di Springsteen)

però mi dicono che c'è del rock n roll e quindi è un bel film a prescindere.

Re: Queen

Inviato: 14 dicembre 2018 23:00
da bigio
Elric ha scritto:Io sono un grande fan dei Queen e il film non è piaciuto per niente. A un comparto visivo brillante e affascinante corrisponde una sceneggiatura favolistica e consolatoria, piena di anacronismi falsi storici, che riscrive la storia della band e tradisce i fan (e presenta ai non fan una storia manipolata), senza spiegare mai il genio: impensabile proporre che il Live Aid del 1985 come fine del loro percorso artistico (dopo un fantomatico scioglimento!), soprattutto in considerazione del fatto che i Queen l’apice lo toccarono diversi anni dopo, nel 1991, con l’album Innuendo, quando Mercury trovò silenziosamente il modo e la volontà di far convivere malattia e musica, dimostrando quanto la vita influenza l’arte e l’arte riflette il modo in cui si vede la vita. Di tutto questo, nel film non c’è traccia, e non mi capacito di come a un fan possa piacere, alla luce di tanto materiale documentaristico pubblicato nel corso degli anni. Anzi, mi stupisce che i due membri dei Queen superstiti, Brian May e Roger Taylor (due signori che hanno veramente raschiato il fondo del barile), si siano sperticati di lodi nei confronti del film, quasi avessero voluto partecipare in prima persona a questa riscrittura a posteriori e godere dei frutti di questa beatificazione.
quoto tutto, tranne l'apice nel 91. per come la vedo io i queen non hanno avuto apici ma solo il calo nel periodo "jazz". Già "the miracle" è stato scritto e registrato in piena malattia (per molti, nel video di "Scandal" ci sono dei segnali precisi)

tuttavia, alcuni (in questo forum) con "innuendo" li considerano bolliti e sfatti.

trai le tue conclusioni

Re: Queen

Inviato: 15 dicembre 2018 01:08
da Fenix
I dischi degli anni 80 li trovo piuttosto altalenanti, soprattutto all'inizio del decennio, i filler non sono pochi pur essendoci sempre ottimi brani.
Innuendo è senz'altro uno dei picchi più elevati della loro carriera, probabilmente il loro album che ho ascoltato maggiormente.

Re: Queen

Inviato: 15 dicembre 2018 11:05
da Jem7
Io li ho conosciuti con Innuendo, davano la pubblicità in tv

Re: Queen

Inviato: 15 dicembre 2018 13:01
da Elric
bigio ha scritto:
Elric ha scritto:Io sono un grande fan dei Queen e il film non è piaciuto per niente. A un comparto visivo brillante e affascinante corrisponde una sceneggiatura favolistica e consolatoria, piena di anacronismi falsi storici, che riscrive la storia della band e tradisce i fan (e presenta ai non fan una storia manipolata), senza spiegare mai il genio: impensabile proporre che il Live Aid del 1985 come fine del loro percorso artistico (dopo un fantomatico scioglimento!), soprattutto in considerazione del fatto che i Queen l’apice lo toccarono diversi anni dopo, nel 1991, con l’album Innuendo, quando Mercury trovò silenziosamente il modo e la volontà di far convivere malattia e musica, dimostrando quanto la vita influenza l’arte e l’arte riflette il modo in cui si vede la vita. Di tutto questo, nel film non c’è traccia, e non mi capacito di come a un fan possa piacere, alla luce di tanto materiale documentaristico pubblicato nel corso degli anni. Anzi, mi stupisce che i due membri dei Queen superstiti, Brian May e Roger Taylor (due signori che hanno veramente raschiato il fondo del barile), si siano sperticati di lodi nei confronti del film, quasi avessero voluto partecipare in prima persona a questa riscrittura a posteriori e godere dei frutti di questa beatificazione.
quoto tutto, tranne l'apice nel 91. per come la vedo io i queen non hanno avuto apici ma solo il calo nel periodo "jazz". Già "the miracle" è stato scritto e registrato in piena malattia (per molti, nel video di "Scandal" ci sono dei segnali precisi)

tuttavia, alcuni (in questo forum) con "innuendo" li considerano bolliti e sfatti.

trai le tue conclusioni
Il problema dei Queen è che a livello di unità di dischi dopo A Day At The Races sono stati molto carenti: grandissimi pezzi ma dischi non molto omogenei, e grosso spaesamento nei primi anni Ottanta di fronte alle nuove sonorità elettroniche e dance. E' strano dirlo di un gruppo che ha sempre privilegiato l'estrema varietà di generi all'interno dei loro album, ma io la vedo così.
Intendevo che il periodo finale è quello in cui Mercury decise di produrre musica finché gli fosse stato possibile. The Miracle è un album contraddittorio, ha bellissimi pezzi ma altri molto scialbi. Innuendo è un disco pensato dall'inizio alla fine, con un suo suono e una sua poetica, cose che non si sentivano da A Day At The Races. Poi ognuno la vede come vuole, di solito la gente considera News Of The World un capolavoro ma per me è inascoltabile per metà.

Re: Queen

Inviato: 15 dicembre 2018 13:02
da Elric
Squall ha scritto:
Elric ha scritto:Io sono un grande fan dei Queen e il film non è piaciuto per niente. A un comparto visivo brillante e affascinante corrisponde una sceneggiatura favolistica e consolatoria, piena di anacronismi falsi storici, che riscrive la storia della band e tradisce i fan (e presenta ai non fan una storia manipolata), senza spiegare mai il genio: impensabile proporre che il Live Aid del 1985 come fine del loro percorso artistico (dopo un fantomatico scioglimento!), soprattutto in considerazione del fatto che i Queen l’apice lo toccarono diversi anni dopo, nel 1991, con l’album Innuendo, quando Mercury trovò silenziosamente il modo e la volontà di far convivere malattia e musica, dimostrando quanto la vita influenza l’arte e l’arte riflette il modo in cui si vede la vita. Di tutto questo, nel film non c’è traccia, e non mi capacito di come a un fan possa piacere, alla luce di tanto materiale documentaristico pubblicato nel corso degli anni. Anzi, mi stupisce che i due membri dei Queen superstiti, Brian May e Roger Taylor (due signori che hanno veramente raschiato il fondo del barile), si siano sperticati di lodi nei confronti del film, quasi avessero voluto partecipare in prima persona a questa riscrittura a posteriori e godere dei frutti di questa beatificazione.
è piuttosto imbarazzante come alla costante presenza scenica del Mercury personaggio corrisponda praticamente il nulla a livello di introspezione e narrativa personale.
dalla famiglia all'orientamento sessuale, dalle sue emozioni come frontman di una grande band ai festini (e teoricamente il sesso e la droga, ma giustappena evocati che sennò i bambini si impressionano): è tutto raccontato con dei brevissimi flash che non lasciano nulla all'approfondimento, è il classico approccio ollivudiano recente che ha una paura fottuta di affrontare qualsivoglia argomento scottante o controverso, nulla di nuovo ma non ne può derivare altro che spazzatura cinematografica.
(ora non conosco abbastanza bene i componenti dei Queen, ma non escluderei che loro stessi si ritrovino in questa retorica tardo-puritana... per quanto nel film si dichiarino gli alfieri degli emarginati, degli outcast... loro che rappresentano il rock family-friendly appena una tacca al di sotto di Springsteen)

però mi dicono che c'è del rock n roll e quindi è un bel film a prescindere.
Sono totalmente d'accordo. E' un film che ha eliminato qualsiasi conflitto: vedasi il rapporto con i genitori, alla fine sembra che lui faccia outing e loro accettano tutti felici. In realtà fino alla fine non gli ha nemmeno detto di essere malato.

Re: Queen

Inviato: 15 dicembre 2018 20:59
da bigio
È un mappazzone politically correct perfetto da dare in pasto alle masse. Ascesa, caduta e lieto fine.

Infatti ora sono tutti "fan" dei Queen. I social pullulano di sedicenti esperti, appassionati "da sempre", nostalgici dell'infanzia, ecc.
Una tizia (molto attiva sui social) che un paio d'anni fa mi disse "non mi sono mai piaciuti" è andata a vederlo e "mi sono emozionata, troppo bello. Ho i brividi".

Il duetto Brian&Rog ha fatto di nuovo centro. Tanto ormai dei fan VERI se ne sbattono. L'importante sono le royalties e raschiare il raschiabile

Re: Queen

Inviato: 15 dicembre 2018 23:41
da guysperanza
Ma sticazzi, i Queen sono ora come allora una macchina da soldi. Sembra che parlate dei Minor Threat dio bono

Re: Queen

Inviato: 16 dicembre 2018 09:11
da AntonioC.
Ma infatti, i Queen li conosceva pure mia nonna, sono sempre stati un gruppo per le masse.

Re: Queen

Inviato: 16 dicembre 2018 12:13
da guysperanza
Il popolo è stata la loro forza, perché la critica li stroncava ma vendevano milioni di dischi :D

Re: Queen

Inviato: 16 dicembre 2018 14:21
da bigio
Negli anni 80/90.
Oggi la maggior parte conosce il nome, we are the champions, borhap e we will.

Re: Queen

Inviato: 16 dicembre 2018 14:39
da Squall
AntonioC. ha scritto:Ma infatti, i Queen li conosceva pure mia nonna, sono sempre stati un gruppo per le masse.
però ricordo che nel film vengono definiti come gli alfieri dei disadattati.
praticamente i cannibal corpse del pop rock. :sisi:

Re: Queen

Inviato: 16 dicembre 2018 15:06
da Erlik_khan
L'aspetto positivo è che stanno uscendo fuori, fra le mille cose condivise su Fb e similia, alcune storie e video interessanti.

Ps. Non ho intenzione di andarlo a vedere al cinema.

Re: Queen

Inviato: 17 dicembre 2018 18:56
da Ank
Ma siete seri???
I queen sfondano con Innuendo??? kkk

Obbietttivamente un album perfetto, e assolutamente il miglior testamento che un musicista può lasciare.
Ma negli anni 80 i queen erano in giro con A kind of magic eh. Cioè io non so se siete tropopo giovini per ricordare, o cosa, ma il video di Who wants o Princes of the universe praticamente andavano a rotazione su MTV (forse c'era ancora videomusic, ma non ricordo bene). E li sbottarono nel vero senso della parola. Poi dimentichiamoci pure the works, con quella radio ga ga, che può far schifo o no, ma li espose al mondo. E si in effetti hot space era fiacco e con la dance secondo me loro bucarono, ma bastò quel duetto col duca per far si che anche quello fu un quasi centro.
io il film non l'ho visto, ma lo vedrò sicuro. i queen li ho sempre amati, come queen, quindi con la regina presente . Morto lui, per me hanno solo buttato spazzatura sopèra il nome, il gatto e la volpe. Quindi vado già preparato alla visione, visto che i sudetti erano nel bill della sceneggiatura (Ci sono foto di loro anche sul set.). Quindi direi che era quasi da aspettarselo che era una loro versione dei fatti.
Deacon non s'è scomodato, come da 20 e passa anni a questa parte; perchè anche per lui la regina è morta con freddie.

Re: Queen

Inviato: 17 dicembre 2018 21:17
da AntonioC.
Stamani in treno tra studenti universitari: "Madò son troppo preso dai Queen, troppo belli ma mi fanno sentire un vecchio di 50 anni ...." :bu:

Re: Queen

Inviato: 17 dicembre 2018 21:25
da bigio
AntonioC. ha scritto:Stamani in treno tra studenti universitari: "Madò son troppo preso dai Queen, troppo belli ma mi fanno sentire un vecchio di 50 anni ...." :bu:
ecco. esempio lampante di quel che dicevo.

@Ank: a me girano le balle perchè B&R a questo punto han dato versioni diverse a chiunque; nella biografia ufficiale, nel cofanetto dei 40 anni (capolavoro), nel lavoro di Hince, nel film, ecc. :kinetic

Re: Queen

Inviato: 17 dicembre 2018 22:02
da Graz
Vi leggo con interesse.

Inviato dal mio ASUS_Z010D utilizzando Tapatalk

Re: Queen

Inviato: 18 dicembre 2018 11:14
da Ank
bigio ha scritto:
AntonioC. ha scritto:Stamani in treno tra studenti universitari: "Madò son troppo preso dai Queen, troppo belli ma mi fanno sentire un vecchio di 50 anni ...." :bu:
ecco. esempio lampante di quel che dicevo.

@Ank: a me girano le balle perchè B&R a questo punto han dato versioni diverse a chiunque; nella biografia ufficiale, nel cofanetto dei 40 anni (capolavoro), nel lavoro di Hince, nel film, ecc. :kinetic
Vabbè ma che loro abbiano scelto la strada più facile, ma la meno virtuosa secondo me, è storia vecchia. Ormai , come hai detto, raschiano da tempo.
Appena vedrò il film potrò essere più obbiettivo sulla questione, ora mi rifaccio semplicemente ai vostri commenti. :sisi:

Re: Queen

Inviato: 18 dicembre 2018 11:39
da guysperanza
Comunque è un bel film, mille volte meglio dei soliti polpettoni della Marvel. Ben vengano film del genere. Per quanto riguarda i falsi storici e bla bla bla chissenefrega. È un film e non un documentario. Il protagonista è Mercury e se anche gli altri due avessero messo becco nella sceneggiatura quello che brilla è sempre e solo Mercury

Re: Queen

Inviato: 18 dicembre 2018 12:01
da Jem7
Sarei stato curioso di vedere se la sceneggiatura l'avesse scritta Mercury
:asd:

Re: Queen

Inviato: 18 dicembre 2018 18:22
da Månehav
AntonioC. ha scritto:Stamani in treno tra studenti universitari: "Madò son troppo preso dai Queen, troppo belli ma mi fanno sentire un vecchio di 50 anni ...." :bu:
:...:
meno male che il film non era su mozart denttt

Re: Queen

Inviato: 19 dicembre 2018 09:57
da guysperanza
Amadeus è bellissimo

Re: Queen

Inviato: 19 dicembre 2018 17:23
da Månehav
guysperanza ha scritto:Amadeus è bellissimo Immagine
preferisco gerry scotti :sisi:






:asd:

Re: Queen

Inviato: 19 dicembre 2018 19:44
da guysperanza
Me la sono cercata

Re: Queen

Inviato: 21 dicembre 2018 15:47
da Squall
https://www.doppiozero.com/materiali/la ... xQNUjQIVl8

date una letta qua, secondo me analisi perfetta, e si accenna anche al perchè andare a vedere un film non è mai solo andare a vedere un film, ma potete anche saltare la parte difficile. :sisi:

Re: Queen

Inviato: 21 dicembre 2018 22:08
da bigio
Squall ha scritto:https://www.doppiozero.com/materiali/la ... xQNUjQIVl8

date una letta qua, secondo me analisi perfetta, e si accenna anche al perchè andare a vedere un film non è mai solo andare a vedere un film, ma potete anche saltare la parte difficile. :sisi:
quoto anche le virgole.

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 01:13
da diego
A volte ho l'impressione che ci sia una tendenza a farsi dei gran pipponi su tutto, anche su cose che non li richiederebbero né meriterebbero.
Non che l'approfondimento e la critica siano un male eh, anzi, se no parleremmo solo di rutti e figa, ma in certi frangenti riscontro una pesantezza in termini di approccio che un po' mi perplime, lo confesso.

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 05:03
da guysperanza
Oh, poi conoscono tutti Freddie Mercury alla perfezione, molto meglio di May e Taylor.

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 10:13
da Ank
diego ha scritto:A volte ho l'impressione che ci sia una tendenza a farsi dei gran pipponi su tutto, anche su cose che non li richiederebbero né meriterebbero.
Non che l'approfondimento e la critica siano un male eh, anzi, se no parleremmo solo di rutti e figa, ma in certi frangenti riscontro una pesantezza in termini di approccio che un po' mi perplime, lo confesso.
:strafa:

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 10:34
da diego
Ank ha scritto:
diego ha scritto:A volte ho l'impressione che ci sia una tendenza a farsi dei gran pipponi su tutto, anche su cose che non li richiederebbero né meriterebbero.
Non che l'approfondimento e la critica siano un male eh, anzi, se no parleremmo solo di rutti e figa, ma in certi frangenti riscontro una pesantezza in termini di approccio che un po' mi perplime, lo confesso.
:strafa:
Ti aspettavo, bel muflone. zzz

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 11:23
da Ank
diego ha scritto:
Ank ha scritto:
diego ha scritto:A volte ho l'impressione che ci sia una tendenza a farsi dei gran pipponi su tutto, anche su cose che non li richiederebbero né meriterebbero.
Non che l'approfondimento e la critica siano un male eh, anzi, se no parleremmo solo di rutti e figa, ma in certi frangenti riscontro una pesantezza in termini di approccio che un po' mi perplime, lo confesso.
:strafa:
Ti aspettavo, bel muflone. zzz
Sei una troietta.... zzz

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 11:49
da bigio
guysperanza ha scritto:Oh, poi conoscono tutti Freddie Mercury alla perfezione, molto meglio di May e Taylor.
aspè guy.
ho già detto la mia sul dubbio che hai avanzato, mi ripeto: ci sono biografie, libri e documentari che hanno ricevuto l'avallo proprio di May e Taylor. Le dissonanze col film nascono da questo.
può anche essere che in realtà le cose siano andate come nel film, ok, mi sta bene; ma allora Gianni e Pinotto dovrebbero ritrattare tutte le loro prefazioni e avalli: "no, scusate, negli ultimi 25 anni abbiamo autorizzato solo cazzate: la vera storia è quella del film"

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 11:53
da guysperanza
Ok, ci sta. Io però l'ho preso per quello che è. Un film ispirato alla vita di un mio vecchio idolo, con ottima musica e fatto molto bene

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 12:04
da bigio
guysperanza ha scritto:Ok, ci sta. Io però l'ho preso per quello che è. Un film ispirato alla vita di un mio vecchio idolo, con ottima musica e fatto molto bene
e vabè ma allora, e chiamo in causa anche il commento di Diego, tanto vale usare questo approccio anche per la musica: invece di stare a fare caciara sui dream theater o i maiden o chi per loro prendiamo gli ultimi lavori per quello che sono: un album suonato bene (perchè faranno pure cagare ma è sempre gente che sa suonare).

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 12:09
da guysperanza
La musica non è fiction

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 12:12
da bigio
guysperanza ha scritto:La musica non è fiction
eddai, intendevo come prodotto di intrattenimento-espressione artistica.
una si ascolta, l'altro si guarda.

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 12:19
da guysperanza
Posso apprezzare la qualità meramente tecnica anche di un disco di maniera. Però un film, se non è una biopic ufficiale (magari è stata presentata così, non lo so), lo prendo per quello che è un film. Certo, se fosse un documentario ufficiale sarebbe diverso

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 12:43
da diego
guysperanza ha scritto: Però un film, se non è una biopic ufficiale (magari è stata presentata così, non lo so), lo prendo per quello che è un film. Certo, se fosse un documentario ufficiale sarebbe diverso
Ecco. E per di più parliamo di un film chiaramente di mero intrattenimento e votato al boom di incassi. Un Avengers sui Queen insomma. Almeno così l'ho sempre inteso e in quest'ottica l'ho guardato. Quindi forse il problema di chi ora lo critica (legittimamente per carità) sta nell'aspettativa.

Re: Queen

Inviato: 22 dicembre 2018 13:08
da bigio
diego ha scritto: Quindi forse il problema di chi ora lo critica (legittimamente per carità) sta nell'aspettativa.
touchè.
se non sbaglio avevo accennato al mio "timore" di andarlo a vedere.
è brutto essere fan :bu: