Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Sezione per discussioni generiche INERENTI alla musica: festival, riviste, sondaggi globali, "cosa state ascoltando" ecc ecc...
Avatar utente
diego
Il Maestro® ma anche un Signore®
Messaggi: 17076
Iscritto il: 28 novembre 2002 14:37

Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da diego » 12 luglio 2019 22:22

Siccome nel thread di Valentino Francavilla succede (in breve) questo:
moonfog ha scritto:
12 luglio 2019 21:22
Ma che avete fatto a Guy? :doubt
Graz ha scritto:
12 luglio 2019 21:51
non si logga al forum dall'11 aprile
None ha scritto:
12 luglio 2019 22:04
E' in trip con la taranta e la pizzica per ora.
Si sta allontanando dal metal :bu:
Graz ha scritto:
12 luglio 2019 22:11
come vi spiegate mosse del genere? magari parliamone in un altro topic, senza disturbare questo.
cioè, per me è letteralmente inconcepibile.
sto scrivendo con the warning dei queensryche in sottofondo e per me è fuori da ogni logica pensare che domani lo accantono per dedicarmi ad altro genere musicale...saro' closed-minded
Ho pensato di cogliere l'invito di Gian-closed-minded-luca e aprire un thread apposito per stimolare approfonditi scambi di opinione sugli abissi della mente umana.

Dopo di che io domattina parto e sto una settimana all'estero quindi leggerò i vostri contributi al ritorno. :D
Guerra non cerco, pace non sopporto.
Avatar utente
moonfog
Senior Member
Messaggi: 8037
Iscritto il: 17 aprile 2003 13:59
Località: losanna - svizzera

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da moonfog » 12 luglio 2019 22:31

che rapidità Diego!!! :asd:
io la penso come Graz...tornare indietro o fare inversioni a U non si può'
voglio morire ascoltando gli emperor o i carcass...
questo comunque non mi impedisce di ascoltare il pop (in particolare quello degli anni 70/80) o altri generi più leggeri (escludendo categoricamente latino-americani, rap, trap e reggaeton...)
zzz
Avatar utente
diego
Il Maestro® ma anche un Signore®
Messaggi: 17076
Iscritto il: 28 novembre 2002 14:37

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da diego » 12 luglio 2019 22:40

moonfog ha scritto:
12 luglio 2019 22:31
che rapidità Diego!!! :asd:
io la penso come Graz...tornare indietro non si può' o fare inversioni a U.
voglio morire ascoltando gli emperor o i carcass...
questo comunque non mi impedisce di ascoltare il pop (in particolare quello degli anni 80) o altri generi più leggeri (escludendo categoricamente latino-americani, rap, trap e reggaeton...)
zzz
Io per principio non escludo nulla, però considerando quello che sono ora (e dal punto di vista musicale diciamo che, al di là delle ovvie evoluzioni legate alla maturazione, sono così da una buona venticinquina d'anni) non riesco proprio a immaginare di abbandonare completamente il metal per abbracciare uno o più generi musicali diversi se non proprio all'opposto.
Anch'io, come te, alterno metal ad altro (prevalentemente anni '70), ma non mi sognerei mai di mollarlo così, di punto in bianco; a meno che (e qui torno al "per principio non escludo nulla") non mi imbatta in qualcosa che mi fulmini a tal punto da assorbirmi in toto… Ma la immaginerei comunque come una parentesi, tipo che cado folgorato e per 2 mesi ascolto esclusivamente musica andina da camera, ma il metal resterebbe in ogni caso sullo sfondo e prima o poi ci tornerei.
Credo. :look:
Guerra non cerco, pace non sopporto.
Avatar utente
None
Zu Nuddu
Messaggi: 17934
Iscritto il: 26 febbraio 2010 18:18

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da None » 12 luglio 2019 22:59

Faccio outing e confesso di essermi allontanato dal metal verso la fine degli 80 e per buona parte dei primi anni 90 (a favore del Jazz). Da And Justice For All più o meno, disco che infatti non ho mai ascoltato tutto di fila e anzi trovo prolisso.

Quando sono tornato al posto dell'heavy c'era il power e, a parte pochi casi, mi veniva da piangere. Poi piano piano ho scoperto il death, il doom e finalmente il firulìfirulà è andato calando :tru


PS
The Warning è #1 nella mia classifica dei Ryche :ma
tamburelli e cori ula-badula (Graz)
Avatar utente
Baker
Keeper Of The Room V
Messaggi: 30771
Iscritto il: 8 giugno 2003 12:36

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Baker » 12 luglio 2019 23:15

Per me è normale "aggiungere" generi musicali, di certo non "sostituirli". Ma io in tempi non sospetti gli dissi che a lui il metal non interessava più, forse adesso se n'è reso conto anche lui. Amen fratello, buona vita.
Avatar utente
Graz
Aske.
Messaggi: 49880
Iscritto il: 23 novembre 2002 15:21
Località: Vallerona, Grosseto - Roma
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Graz » 13 luglio 2019 01:47

può capitare di affiancare qualche disco all'ascolto abituale di HM, di ogni genere (tanto ascolto dai dokken agli haemorrhage), sia i cartoni animati anni '80 con i cavalieri del re, le vanilla ninja, triinu kivilaan o altro, ma è appunto un affiancamento, peraltro temporaneo
quindi invece di 10 dischi metal al giorno, 8 metal e 2 other

ma non riesco a capire "il metal non mi interessa più", o meglio riesco a capirlo se si intuisce che è una moda, un momento, tipo che ti ascolti gli iron maiden, i metallica, i ghost (sigh) o qualcuno di quelli di moda della Nuclear Blast e poi finito il momento di "ehehe che figata anche io sono un metallaro, yeahh come sono evil" ritorni ad ascoltare i muse (PORCA MIGNOTTA, MI TOCCA SENTIRMI DARE LE LEZIONI DI METAL DA CHI STASERA E' ANDATO A VEDERE I MUSE A MILANO O LEEGABUE A ROMA...) la pizzica la taranta o i modena city rumblers, roba che preferisco di GRAN LUNGA ascoltare il rosario su radio maria

ma da chi si è approfondito la scena, da chi conosce i riot, gli helstar, gli abattoir...tutti gruppi super sconosciuti che puoi approcciare solo con un certo e profondo interesse all'HM...COME CAZZO FAI A STACCARE LA SPINA, ok il metal non mi interessa più e adesso lu salento lu mare lu sole lu ientu...ma scherziamo?

io non è che voglio morire con gli emperor, io MORIRO' con inno a satana, con left hand path, con twilight of the gods, anzi ho già dato precisa disposizione che alle mie esequie venga riprodotta "Song to Hall Up High" e basta.

Per me tutto cio' è fuori da ogni logica. Ok la valvola di sfogo, sono il primo (ero...negli ultimi anni sono diventato molto più intransigente) che in estate si porta in macchina gli Eiffel 65, ma poi subito dopo scattano gli Wasp o i Megadeth...

A me ste cose stanno violentemente sul cazzo. Mi sanno di ragazzina 15enne che si compra la maglietta degli Slayer, e a ste troiette gliela farei mangiare.

Mi rode il culo, buonanotte.
Siete quasi tutti dei deficienti :rip
"Non può essere UNO del Mozambico a decidere" (cit.)
"guarda che bisogna che mi rispondi meglio perchè sennò lo scooter te lo infilo su per il culo" powered by Erotic
Avatar utente
gnoppi
Senior Member
Messaggi: 5500
Iscritto il: 20 giugno 2010 11:29
Località: Bareggio (MI)

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da gnoppi » 13 luglio 2019 08:19

Di solito, figa ci cova....
My God, this album is so fucking atrocious. It's the equivalent of shitting on the ceiling. Sure, it's different, and takes some effort, but in the end, it's just shit all the same.
Avatar utente
Ank
Don't Try
Messaggi: 17525
Iscritto il: 11 febbraio 2009 12:46
Località: Milano....italyyyyy!!!!!!
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Ank » 13 luglio 2019 08:48

Mah, io guy l'ho sentito qualche tempo fa, se veniva ad un concerto.
Si è incasinato perchè fa il pendolare (per la gigiabaffa, chiaramente), ma ricordo che sarebbe andato ad un concerto metal la settimana dopo.
Quindi non credo proprio abbia abbandonato, ma solo per ora messo da parte il forum. Credo.

Per il discorso principale del 3d, mi rimetto alle parole di Moonfy, anche io la vedo così.
E ho visto amici che prima erano tutti metallosi, ed ora seguono altro e quando ti chiedono se ascolti ancora metal, loro con un sorrisino beffardo, e lo sguardo del padre che insegna al figlio le regole della vita, ti dicono "no beh, io sono passato ad altro.....il metal, no dai, ancora con qulla roba li?".
Calci nel culo a 2 a 2, finchè non diventano dispari. :sisi:
"Chi beve un bicchiere.
Chi uno ogni tanto...chi tutte le sere!" R. Gaetano


Sacra Alleanza della Costina ● Mantecatore e massaggiatore :cornine:
...saluti dal bar!

♫ ♪ NOWHERE!
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 10417
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da AntonioC. » 13 luglio 2019 09:27

E' normale ad un certo punto della propria evoluzione musicale aggiungere altri generi a quello originario. In alcuni casi si può anche arrivare ad accantonarlo definitivamente a favore di altro. Si può arrivare a 50 anni e avere gli stessi gusti di quando se ne avevano 15 oppure no. Quello che però non accetto è lo sputare nel piatto in cui si è mangiato, l'area di superiorità di chi fa pesare il proprio cammino verso nuova musica, bollando come eterni Peter Pan chi invece è rimasto ancorato alle sue origini. Anche perchè sono sempre convinto che quello che si ascolta oggi è figlio (in molti casi non saprei come) di quello che si ascoltava ieri.
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
Jem7
misanthrope
Messaggi: 29649
Iscritto il: 28 novembre 2002 16:48
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Jem7 » 13 luglio 2019 11:28

Io la vedo in maniera leggermente diversa.
Chi ti dice "Ma ascolti ancora quella roba lì?" non lo fa necessariamente per dire che il metal è robetta da adolescenti, perché il punto sta nel fatto che è musica che ascoltavi da ragazzino.

Potrebbe essere metal, k-pop, musica dei cartoni animati, i ricchi e i poveri, cambia poco. È più un voler dire "Ma non sei cresciuto?".

Che poi spesso sia il metal l'oggetto di questo ragionamento è dovuto al fatto che tra gli adolescenti in cerca di "ribellione", sia una musica perfetta. Così come il punk e la musica di protesta. Difficilmente infatti qualcuno a quell'età, si mette a sentire lirica, jazz o musica classica.

Quindi non penso che chi "accusa" di sentire ancora un certo tipo di musica che sentivano anche loro da giovani lo faccia per la musica in sé, quanto per il periodo in cui veniva ascoltata, periodo ovviamente terminato.
Toglietemi tutto, ma non il mio :asd:

Se fossi foco amerei le foche
Ma sono fico...
Avatar utente
Paul_Diamond
Senior Member
Messaggi: 1573
Iscritto il: 11 settembre 2015 15:51
Località: Milano

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Paul_Diamond » 13 luglio 2019 12:30

Non so voi, ma nella mia vita è arrivato un preciso momento in cui mi sono sentito inadeguato. In cui più che altro la società mi ha fatto sentire inadeguato.
A colpi di: "ma alla tua ancora".
Ma alla tua età ancora che ascolti metal?
Ma alla tua età ancora coi capelli lunghi?
Ma alla tua età ancora a giocare coi giochini?
Ma alla tua età ancora che leggi fumetti?
Non sono mai stato uno che si fa influenzare e segue le mode, ma ammetto che ad un certo punto, quando la figa la vedi col binocolo, gli amici cominciano a prendere altre strade, da ogni parte ti giri cominci a vedere scritte giganti che recitano "Devi crescere! Devi uniformarti!", alla fine cominci a cedere, ad ascoltare le persone che ti circondano, ad inserirti nel grande ingranaggio.
E in verità non che abbia mai ceduto del tutto, ma temo di esserci andato vicino.
Poi per fortuna, in un momento epifanico di abbagliante lucidità mi sono fermato un attimo, mi sono preso a ceffoni e mi sono chiesto: "Ma sei scemo? Stai seriamente scegliendo di rinunciare ad alcune delle tue più grandi passioni per piacere alla gente, per sentirti accettato?"
E mi sono prontamente risposto "Col cazzo", abbracciando da li in poi la sacra filosofia del fanculo.
Che non significa mandare affanculo tutto e tutti e rinchiudersi nel proprio mondo, ma prendere coscienza di chi si è e di cosa ci rende realmente felici. E di accettarlo ed abbracciarlo con forza, fottendosene serenamente di quale sia l'opinione comune.
Una delle cose che ho imparato è che se mi togli il Metal io muoio.
Poi per carità, posso ascoltare con piacere altri generi ed esplorare la mia sensibilità musicale e innamorarmi di cose lontanissime (ne approfitto per fare outing: Antony and the Johnsons), ma non c'è nulla, NULLA che possa sostituire il metallo nella mia dieta musicale, se me lo togli deperisco.
Chiaramente ognuno è fatto a modo suo, se uno arrivato ad una certa si rompe il cazzo e decide che quella non è più roba sua e vuole sperimentare altro, buon per lui, non mi metto di certo a giudicare.
Per quanto mi riguarda, se ho una manciata di certezze nella vita, una di queste è che il Metallo ne farà sempre parte.
Avatar utente
Ank
Don't Try
Messaggi: 17525
Iscritto il: 11 febbraio 2009 12:46
Località: Milano....italyyyyy!!!!!!
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Ank » 13 luglio 2019 12:30

Jem7 ha scritto:
13 luglio 2019 11:28
Io la vedo in maniera leggermente diversa.
Chi ti dice "Ma ascolti ancora quella roba lì?" non lo fa necessariamente per dire che il metal è robetta da adolescenti, perché il punto sta nel fatto che è musica che ascoltavi da ragazzino.

Potrebbe essere metal, k-pop, musica dei cartoni animati, i ricchi e i poveri, cambia poco. È più un voler dire "Ma non sei cresciuto?".

Che poi spesso sia il metal l'oggetto di questo ragionamento è dovuto al fatto che tra gli adolescenti in cerca di "ribellione", sia una musica perfetta. Così come il punk e la musica di protesta. Difficilmente infatti qualcuno a quell'età, si mette a sentire lirica, jazz o musica classica.

Quindi non penso che chi "accusa" di sentire ancora un certo tipo di musica che sentivano anche loro da giovani lo faccia per la musica in sé, quanto per il periodo in cui veniva ascoltata, periodo ovviamente terminato.
Esatto.
Ma suona molto come: io sono cresciuto e tu no.
Mentre a me suona come un: io l'ascolto ancora perchè mi piace e mi piaceva, tu evidentemente non sapevi cosa ti piaceva, e magari manco ora lo sai. O più semplicemente la ascoltavi per moda. E quindi, ai miei occhi, sei come quelli che ascoltano merda tipo la trap ora, perchè non è la musica che cerchi, ma il contesto dove sta....
"Chi beve un bicchiere.
Chi uno ogni tanto...chi tutte le sere!" R. Gaetano


Sacra Alleanza della Costina ● Mantecatore e massaggiatore :cornine:
...saluti dal bar!

♫ ♪ NOWHERE!
Avatar utente
Ank
Don't Try
Messaggi: 17525
Iscritto il: 11 febbraio 2009 12:46
Località: Milano....italyyyyy!!!!!!
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Ank » 13 luglio 2019 12:32

Paul_Diamond ha scritto:
13 luglio 2019 12:30
Non so voi, ma nella mia vita è arrivato un preciso momento in cui mi sono sentito inadeguato. In cui più che altro la società mi ha fatto sentire inadeguato.
A colpi di: "ma alla tua ancora".
Ma alla tua età ancora che ascolti metal?
Ma alla tua età ancora coi capelli lunghi?
Ma alla tua età ancora a giocare coi giochini?
Ma alla tua età ancora che leggi fumetti?
Non sono mai stato uno che si fa influenzare e segue le mode, ma ammetto che ad un certo punto, quando la figa la vedi col binocolo, gli amici cominciano a prendere altre strade, da ogni parte ti giri cominci a vedere scritte giganti che recitano "Devi crescere! Devi uniformarti!", alla fine cominci a cedere, ad ascoltare le persone che ti circondano, ad inserirti nel grande ingranaggio.
E in verità non che abbia mai ceduto del tutto, ma temo di esserci andato vicino.
Poi per fortuna, in un momento epifanico di abbagliante lucidità mi sono fermato un attimo, mi sono preso a ceffoni e mi sono chiesto: "Ma sei scemo? Stai seriamente scegliendo di rinunciare ad alcune delle tue più grandi passioni per piacere alla gente, per sentirti accettato?"
E mi sono prontamente risposto "Col cazzo", abbracciando da li in poi la sacra filosofia del fanculo.
Che non significa mandare affanculo tutto e tutti e rinchiudersi nel proprio mondo, ma prendere coscienza di chi si è e di cosa ci rende realmente felici. E di accettarlo ed abbracciarlo con forza, fottendosene serenamente di quale sia l'opinione comune.
Una delle cose che ho imparato è che se mi togli il Metal io muoio.
Poi per carità, posso ascoltare con piacere altri generi ed esplorare la mia sensibilità musicale e innamorarmi di cose lontanissime (ne approfitto per fare outing: Antony and the Johnsons), ma non c'è nulla, NULLA che possa sostituire il metallo nella mia dieta musicale, se me lo togli deperisco.
Chiaramente ognuno è fatto a modo suo, se uno arrivato ad una certa si rompe il cazzo e decide che quella non è più roba sua e vuole sperimentare altro, buon per lui, non mi metto di certo a giudicare.
Per quanto mi riguarda, se ho una manciata di certezze nella vita, una di queste è che il Metallo ne farà sempre parte.
Q8
"Chi beve un bicchiere.
Chi uno ogni tanto...chi tutte le sere!" R. Gaetano


Sacra Alleanza della Costina ● Mantecatore e massaggiatore :cornine:
...saluti dal bar!

♫ ♪ NOWHERE!
Avatar utente
Baker
Keeper Of The Room V
Messaggi: 30771
Iscritto il: 8 giugno 2003 12:36

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Baker » 13 luglio 2019 13:11

Il problema è che noi italiani seguiamo sempre le mode, ci accodiamo ai carrozzoni con poca convinzione, giusto perché in quel momento è "IN". Non concepisco che si possa amare alla follia una cosa a una certa età e poi ripudiarla. Vuol dire che era tutta finzione.
Avatar utente
gnoppi
Senior Member
Messaggi: 5500
Iscritto il: 20 giugno 2010 11:29
Località: Bareggio (MI)

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da gnoppi » 13 luglio 2019 13:27

Mai fregato un cazzo di ciò che dicevano gli altri, figurarsi a 50 anni suonati.......
Le uniche due cose che faccio meno rispetto a 30 anni fa è uscire alla sera (non ne ho più tanta voglia) e giocare ai videogames (arrivo stanco dal lavoro e non ho voglia di concentrarmi, fatico tantissimo anche a leggere, infatti lo faccio pochissimo).
PS:
Noi italianI??? Perchè gli altri, invece, cosa credi che facciano?? Le mode più cretine arrivano sempre da fuori, tipicamente USA & UK (e se sono mode è perchè tanti le seguono).
My God, this album is so fucking atrocious. It's the equivalent of shitting on the ceiling. Sure, it's different, and takes some effort, but in the end, it's just shit all the same.
Avatar utente
Baker
Keeper Of The Room V
Messaggi: 30771
Iscritto il: 8 giugno 2003 12:36

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Baker » 13 luglio 2019 13:42

Gli altri le mode le inventano, noi docilmente le seguiamo.
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 15420
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da johnny-blade » 13 luglio 2019 13:46

gnoppi ha scritto:
13 luglio 2019 13:27
Mai fregato un cazzo di ciò che dicevano gli altri, figurarsi a 50 anni suonati.......

🔝🔝🔝🔝🔝

TOP

Anche perché io sono ancora tanto più giovane di altri che lo sono solo anagraficamente.

La musica che ascolto mi da emozioni.
Il rock e il metal non sono le uniche ma lo sono per la maggiore.

OT
a settembre vorrei vedere un concerto della Bertè.
Se lo farò sarà più per curiosità. E per qualche pezzo dei suoi anni più belli.
Quando lo racconto mi dicono: aahh ah . Ma quella oramai è fusa..ecc.ecc.

Vabbé tu ascolti e la meni sempre con quel cazzo di de Andrè. Anche lui era un alcolizzato dimmerda. E quindi? Che c'entra se ti piace?

Alla gente manca la coerenza. Quando parla di musica si eleva sempre a un gradino più alto rispetto al l'interlocutore. Ma che cazzo si crede.
Vattene a fanculo.
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 15420
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da johnny-blade » 13 luglio 2019 14:02

Poi allo stesso scemo gli faccio sentire qualche roba che ho e dice
Cazzo che bello.
Poi una volta per i cazzi suoi torna dentro alla sua scatola..
Avatar utente
cdf
Senior Member
Messaggi: 5027
Iscritto il: 31 gennaio 2010 14:00

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da cdf » 13 luglio 2019 15:21

Secondo me si può benissimo ascoltare metal e altro, come si può vestirsi normali ed ascoltare metal.
Io sono uno che per un terzo ti ascolta completamente roba non metal (pop '80, new wave, Dsa Commando, dark jazz, elettronica in generale, rock '60/'70, alternative, indie, ecc...) e per 2 terzi ti ascolta anche il metal + estremo o + classico.
Certo non sono "true", ma chissenefrega, mi ascolto tranquillamente i Deathspell Omega o gli Helstar, vestito normale e con i capelli medio corti.
I locali metal non li frequento +, semplicemente perchè non mi ritrovo + in quell'ambiente.
Non ho + neanche amici che vanno nei locali metal, meglio un aperitivo nella birreria di un amico di vecchia data.
Non ho neanche + l'età per fare il figo con le tipe non metallare (quest'anno compio 44 anni).
Perciò, ribadisco, machissenefrega...
Avatar utente
Coroner
Grin
Messaggi: 26916
Iscritto il: 29 marzo 2006 14:28
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Coroner » 13 luglio 2019 17:53

Sta cosa della pizzica suona di trollata..
:ciuccia:
"Chili di silenzio sulla nostra pena, grande regina dell'incubo che verrà."
Avatar utente
Joe_Caltotip
Senior Member
Messaggi: 2053
Iscritto il: 31 gennaio 2010 02:45
Località: torino

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Joe_Caltotip » 13 luglio 2019 18:52

non vedo il problema, è un genere musicale come qualsiasi altro, o no?
perchè non potrebbe convivere con il jazz/mambo/hiphop/salcazzo cosa?
Avatar utente
Soulburner
Let me dream...
Messaggi: 18189
Iscritto il: 9 luglio 2003 11:55

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Soulburner » 13 luglio 2019 20:23

Non ho mai smesso.
Rispetto a quando ero giovane mi capita di ascoltare anche altro ma in minima parte.
I grossi nomi o le band di moda della Nuclear Blast che cita il Graz le ho sempre ascoltate. :D
What can you tell me from the inside?
Avatar utente
Graz
Aske.
Messaggi: 49880
Iscritto il: 23 novembre 2002 15:21
Località: Vallerona, Grosseto - Roma
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Graz » 13 luglio 2019 22:10

Coroner ha scritto:
13 luglio 2019 17:53
Sta cosa della pizzica suona di trollata..
dream troll zzz
Siete quasi tutti dei deficienti :rip
"Non può essere UNO del Mozambico a decidere" (cit.)
"guarda che bisogna che mi rispondi meglio perchè sennò lo scooter te lo infilo su per il culo" powered by Erotic
Avatar utente
Coroner
Grin
Messaggi: 26916
Iscritto il: 29 marzo 2006 14:28
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Coroner » 13 luglio 2019 22:53

Don't wanna dream no more (cit .)
:ciuccia:
"Chili di silenzio sulla nostra pena, grande regina dell'incubo che verrà."
Avatar utente
Graz
Aske.
Messaggi: 49880
Iscritto il: 23 novembre 2002 15:21
Località: Vallerona, Grosseto - Roma
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Graz » 14 luglio 2019 00:02

dream warriors? zzz
Siete quasi tutti dei deficienti :rip
"Non può essere UNO del Mozambico a decidere" (cit.)
"guarda che bisogna che mi rispondi meglio perchè sennò lo scooter te lo infilo su per il culo" powered by Erotic
Avatar utente
Coroner
Grin
Messaggi: 26916
Iscritto il: 29 marzo 2006 14:28
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Coroner » 14 luglio 2019 11:31

zzz
:ciuccia:
"Chili di silenzio sulla nostra pena, grande regina dell'incubo che verrà."
Avatar utente
bigio
Senior Member
Messaggi: 5443
Iscritto il: 4 ottobre 2013 14:01

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da bigio » 14 luglio 2019 16:00

mah, non ne farei una questione di genere.
a parte la fase adolescenziale in cui ho rinnegato tutto (con "tutto" leggi 883 e qualche pezzo da stazione radiofonica :...:) e dovevo ascoltare solo metal (la ribellione, l'essere "true", ecc) io ascolto semplicemente quello che mi piace. La maggior parte della roba che mi piace è inquadrabile come Heavy Metal? ok, mi sta bene, ascolto metal. Va da sè che se voglio ascoltare cose nuove andrò ad attingere nel grande Calderone Metallico poichè è probabile che peschi qualcosa che mi piace. è anche vero che ormai sono fossilizzato sui pezzi pre-2000 e della scena (esiste ancora una scena?) attuale mi fa cagare quasi tutto (anzi, dopo l'ultimo di avantasia, che per me è una colossale cagata, possiamo togliere il "quasi").

nelle mie playlist c'è di tutto: il 70% buono è metal, ma nel 30% trovi qualunque cosa.. Pooh, Baglioni, Aqua, colonne sonore, take that, vasco, genesis, ecc ecc.. magari ci son periodi in cui mi fisso su qualcosa di specifico (che so, musica anni 90 o mi viene la scimmia per Franco Battiato o mi avventuro nel mondo delle hit anni 80 tedesche, cazzo ne so).. fatto sta che la base su cui poggia tutto è metallica, il resto è variegato e va e viene.

non ho mai rinnegato nulla, l'unica cosa che ci si avvicina è un attuale odio profondo per gli Stratovarius quando invece 20 anni fa erano tra le mie band preferite (parlo degli stessi album eh? Visions, Destiny, Episode, Infinity. non la roba attuale che, ovviamente, evito accuratamente di ascoltare.

nonostante queste contaminazioni, la calvizie e l'abbigliamento ormai senza pelle, chiodi e catene io, in cuor mio, mi sento sempre un metallaro.
rabe ha scritto:qualcuno metta su il "CD bagnafiga" :sisi:
Avatar utente
Erlik_khan
Señor... que membro!!
Messaggi: 16653
Iscritto il: 15 aprile 2003 11:16
Località: Sicilia beddra!! Sicilia Beddra!!
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Erlik_khan » 15 luglio 2019 09:13

Gran genere, la pizzica ed il folk in generale, tento continuamente di scoprirlo e approfondirlo e, tempo fa, stavo proprio per aprire un 3d in other sul folk regionale (non solo italiano).

Comunque sia, per me non c'è nulla di strano o di male nell'ascoltare altro ed esserne completamente immersi dopo averlo scoperto, approfondendo questo o quell'altro autore, generalmente si accontona momentaneamente il vecchio per scoprire il nuovo.
Trovo soltanto riprorevoli e scassacazzi i discorsi sull'"ancora metal ascolti?" o il semplice sputare nel piatto etc etc.
La guerra e' guerra, non c'e' distinzione tra civili e militari, c'e' solo lo schifo del mondo che da spettacolo di se... l'essere umano in tutto il suo splendore by Ashes
..W La terra dei cachi!! By Silvio B.
Avatar utente
Fenix
Senior Member
Messaggi: 4546
Iscritto il: 21 aprile 2010 15:15
Località: 25036
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Fenix » 15 luglio 2019 11:38

Per me è un non-problema: con la musica, con le passioni in generale, vale tutto, libertà totale.
Time is a never ending journey
Love is a never ending smile
Give me a sign to build a dream on
Dream on...


The Fenix Pit
Avatar utente
Nihilist
Grignani®
Messaggi: 12875
Iscritto il: 31 marzo 2003 14:29
Località: Miðgarðr

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Nihilist » 15 luglio 2019 11:54

ma questa pizzica è roba tipo tarantella? illuminatemi...

per il topic: io continuo ad ascoltare metal per conto mio, prima mi piaceva provare a coinvolgere amici/ragazze ecc, qualche volta ci sono riuscito ma sono rimasto l'unico ad ascoltare in modo regolare la nostra musica... nessuno però che mi abbia mai detto "continui ad ascoltare quella roba lì"
e questo vale anche per tutto il resto... videogiochi, fumetti... questi ultimi purtroppo mi condizionano un po', "temo" che chi vede la mia collezione di Batman & c possa giudicarmi ancora infantile (erroneamente), però in casa nuova mi sono preso 2 Billy dell'ikea da riempire esclusivamente con i miei comics :asd:
Di che cazzo stiamo parlando?
Avatar utente
Sairus
Penso, dunque Suono
Messaggi: 14486
Iscritto il: 28 novembre 2002 15:31
Località: Roma
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Sairus » 15 luglio 2019 12:05

Una inversione totale di tendenza la vedo complicata, ma ammetto che per carattere mi annoio facilmente e ho bisogno di essere sempre sorpreso. Per questo motivo, tolta qualche band, spesso mi trovo ad ascoltare i miei generi "nativi" più per affetto e coinvolgimento che non per estremo desiderio di ascolto (non so se sono riuscito a spiegarmi). Allo stesso modo tendo ad aggiungere sempre nuovi generi ai miei ascolti. Questo modus operandi mi da anche facoltà di riscoprire dei bellissimi dischi che magari riesco ad accantonare per anni, ascoltarli con una maturità ad un gusto diversi.

Al momento, rinnegare totalmente qualcosa a livello musicale mi sembra impossibile... ma è pur vero che io sono una gran puttana, musicalmente parlando :D
"Art for art's sake"
(W.Pater)
12 Gennaio 2013, i Maya non ci hanno capito un cazzo. [cit. Erotico]
...perchè la musica è agonismo!!! [cit. Franzi]
LA SFERA
Avatar utente
Cotlod
qualcosa
Messaggi: 5046
Iscritto il: 22 dicembre 2004 12:49
Località: Roma

Messaggio da Cotlod » 15 luglio 2019 12:32

Considerando che alla Notte della Taranta ha partecipato gente del calibro di Stewart Copeland e Joe Zawinul, possiamo dire che è stata sdoganata già da un pezzo fra noi dell'HM o Rock serio. Ma in realtà non ha bisogno di alcuno sdoganamento ed è un genere che vive, ha il suo pubblico e spero che continui a vivere per sempre.

Anni fa anche io mi ero appassionato alla musica popolare, come testimonia la mia discussione sulla canzone popolare; in quel periodo ascoltavo principalmente Massimo Ranieri e Gabriella Ferri. Oggi non lo ascolto più così spesso, ma è una musica stupenda, profondissima, poi i testi in italiano quindi li sento fino in fondo, posso apprezzarne le sfumature.

Una delle canzoni che conosco della tradizione salentina è "L'Acqua della Funtana", anche conosciuta come "La Zitella" a causa di uno sciagurato remix che la accoppia a Mambo n.5, una roba da uccidere chi la canta, chi l'ha pensata e chi la fa suonare. La canzone comunque è molto bella e ne parlerò in un prossimo Up.

Il Metal è una fede, il Metal non si rinnega mai, MAI.

Attualmente ascolto 90% Metal, che la percentuale più alta che abbia raggiunto in vita mia. L'ultima passione extra-Metal è stata circa 5 anni fa per ma musica africana: Ladysmith Black Mambazo, Johnny Clegg, Hugh Masekela, Lucky Dube... musica da paura, che ho rovistato a dovere ma di cui adesso non sento il bisogno.
"C'era una vorta tutto quer che c'era..."
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 15420
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re:

Messaggio da johnny-blade » 15 luglio 2019 12:51

[quote=Cotlod post_id=1600274 L'ultima passione extra-Metal è stata circa 5 anni fa per ma musica africana: Ladysmith Black Mambazo, Johnny Clegg, Hugh Masekela, Lucky Dube... musica da paura, che ho rovistato a dovere ma di cui adesso non sento il bisogno.
[/quote]
Ogni tanto mi ascolto roba di FelaKuti..
Avatar utente
Cotlod
qualcosa
Messaggi: 5046
Iscritto il: 22 dicembre 2004 12:49
Località: Roma

Messaggio da Cotlod » 15 luglio 2019 12:57

Comunque per rispondere più a tema.
Graz ha scritto:
12 luglio 2019 21:51
sto scrivendo con the warning dei queensryche in sottofondo e per me è fuori da ogni logica pensare che domani lo accantono per dedicarmi ad altro genere musicale...saro' closed-minded
Lo sei, amico Graz. Per me è inconcepibile che in una vita da ascoltatore di musica non distratto tu non abbia mai sentito la necessità di esplorare altro. Ci sarà stata una canzone non metal che ti ha smosso qualcosa dentro... embè, dopo aver provato quella emozione non hai sentito la voglia di andare più a fondo?
"C'era una vorta tutto quer che c'era..."
Avatar utente
Graz
Aske.
Messaggi: 49880
Iscritto il: 23 novembre 2002 15:21
Località: Vallerona, Grosseto - Roma
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Graz » 15 luglio 2019 13:08

ma come detto prima, magari ascolto qualcosa di altro e lo inframezzo al metal, ma poi alla fine sempre lì ritorno
facciamo un esempio non con musica che non ritenete degna
prendiamo the division bell dei pink floyd, un disco che mi piace molto
oppure black celebration dei depeche mode
stanno lì, ho i cd, ogni tanto li ascolto ma non è che di botto passo da ascoltare gli helstar o i riot a giornata a materiale extra metal, in caso è il contrario e se in un giorno ascolto 10 cd diventano 8 metal e 2 extra

e comunque ok, sono closed-minded, non ho mai sentito la voglia di andare più a fondo
Siete quasi tutti dei deficienti :rip
"Non può essere UNO del Mozambico a decidere" (cit.)
"guarda che bisogna che mi rispondi meglio perchè sennò lo scooter te lo infilo su per il culo" powered by Erotic
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 15420
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da johnny-blade » 15 luglio 2019 13:13

A me piace il blues.
Quello zozzo.
Avatar utente
Fenix
Senior Member
Messaggi: 4546
Iscritto il: 21 aprile 2010 15:15
Località: 25036
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Fenix » 15 luglio 2019 14:09

Mal tollero (eufemismo) tutto ciò che è folclore, in ambito musicale e non.
Time is a never ending journey
Love is a never ending smile
Give me a sign to build a dream on
Dream on...


The Fenix Pit
Avatar utente
giopasi
The Nephilim of The Lyre-Guitar
Messaggi: 8651
Iscritto il: 1 aprile 2014 07:56
Località: Torino

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da giopasi » 15 luglio 2019 15:39

Per me vanno distinte le due cose. Un conto é smettere di ascoltare metal e limitarsi ad ascoltare semplicemente altro. Credo che lo abbiano fatto milioni di persone e non me la sento di pensare che nessuno di loro aveva capito il senso vero del metal.
Altra cosa è spostare la stessa passione che si aveva nell'ascoltare metal su un altro genere. In questo caso è più facile, secondo me, concepire lo switch. Tutti noi, o quasi, abbiamo avuto degli switch, se non di genere almeno di banda. Infatti, mi risulta difficile trovare qualcuno che abbia iniziato ascoltando i Metallica o i RGTM e che non si sia mai "evoluto" in nessuna direzione (a parte Rabe forse :asd: ).
Ciò che voglio dire è che se probabilmente l'importante é che il cambio/passaggio/evoluzione da un punto ad un altro avvenga senza spinta da mainstream.
Per eccesso, è possibile che anche le ragazzine che vestono Slayer e dopo un mese vanno ad ascoltare Madonna lo facciano con cognizione di causa. Forse è difficile da credere, ma si può contemplare anche questa possibilità, altrimenti significherebbe che non esiste libera scelta di cambiate.
E poi io penso ai fra di musicisti. Credo che le loro ispirazioni di cambiamento nascono proprio dal avere spostato l'interesse di ascolto da un genere ad un altro.
In conclusione, per me non importa cosa ascolto ma come lo ascolti. Se un domani Graz diventasse un recensore di Classica.it descrivendo come Corelli sia stato il precursore del Romanticismo, ne sarei felice. Rimarrebbe quello che é: un narratore d'arte, solo un po più accademico.
Nel rotondo crocicchio, sei donzelle ballano. Tre di carne e tre d’argento. I sogni di un tempo le cercano, ma le tiene avvinghiate un Polifemo d’oro. Cosa sono?
https://fusionandoblog.wordpress.com/
Avatar utente
Coren
Senior Member
Messaggi: 3000
Iscritto il: 17 dicembre 2002 20:04
Contatta:

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da Coren » 15 luglio 2019 17:27

Non ho seguito la discussione dall'inizio ma provo a darvi il mio punto di vista.

Io ho progressivamente abbandonato la passione per la musica dopo l'università per il sopraggiungere di altri interessi.
Ora come ora mi ritrovo al lavoro 9 ore al giorno, dopo il lavoro c'è il nuoto, devo prendermi cura della MTB, organizzare il gitone in montagna per il week end.
Poi la fotografia, la lettura, gli amici, e in tutto questo cerco di trovarmi una ragazza, o almeno di rimediare della fica.

Una volta la musica era la passione no 1, ora mi ritrovo ad ascoltare i dischi che mi piacevano 15 anni fa, oppure, a cercare altro.
Se mi capita di parlare di musica difficilmente mi si rizzano le antenne se si parla di metal.
Ma non perchè l'abbia "rinnegata", o penso che sia "da sfigati" (anche perchè tengo su youtube una lista di opening ed ending di anime, quindi figuriamoci) ma perchè il mio cervello è saturo di quella musica, devo essere stimolato da altro.
Il "mio" metal è ormai quello del mio passato, preferisco ascoltarmi all'infinito capolavori come Operation Mindcrime o Symbolic che cercare i nuovi Queensryche o i nuovi Death.

Poi per carità, l'ultima vacanza l'ho fatto con un mio amico metallaro e per una settimana abbiamo ascoltato SOLO doom e black, ho apprezzato tantissimo i Blood Ceremony ad esempio (che però metal mica tanto, sono un incrocio tra i Sabbath ed i Jethro Tull), mi sono esaltato con Goddess of Doom dei Reverend Bizzarre, però alla fine la cosa è più o meno morta lì.

Quello che è sicuro è che comunque la musica continua ad emozionarmi, ieri ha suonato Hackett a Genova e io ero sotto la pioggia a vederlo così :kki:
Mai nella vita partirei ad esempio per andare al Wacken o cose simili....
"I Sartan, essi sono la causa di ogni male"
"Forse, o forse il male è dentro di noi..."
Avatar utente
ELASTIKO
greatest hits
Messaggi: 31457
Iscritto il: 11 marzo 2005 21:55
Località: Three ZZ Anus

Re: Mosse inconcepibili: dai Queensryche alla pizzica

Messaggio da ELASTIKO » 17 luglio 2019 00:59

se non si logga qui sul forum non significa certo che abbia mollato il metal (ed infatti bastano tre minuti tre guardando il suo profilo Facebook per capire che è tutta una stronzata 'sta storia).
avrà diradato per motivi personali, amen.
by the best, no negativity, no weakness, no acquiscence to fear or disaster, no errors of ignorance, no evasion from reality
ideals are bulletproof
RANDY PAUSCH
Rispondi