Seghe musicali e strumentali

Siete musicisti? Discutete dei vostri deliri tecno/estetici qui dentro.
Avatar utente
AntonioC.
Senior Member
Messaggi: 9829
Iscritto il: 25 giugno 2009 08:46

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da AntonioC. » 17 agosto 2015 21:44

Tutta roba molto bella, ma io ho un debole per l'assolo di Beat it ad opera di Van Halen.
O' pauer metal n'adda cagnà.
Avatar utente
diego
Il Maestro® ma anche un Signore®
Messaggi: 16476
Iscritto il: 28 novembre 2002 14:37

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da diego » 18 agosto 2015 23:14

Visti tutti, e soprattutto Claypool (vabbè, chetelodicoaffare) e quello dei Mudvayne :allah:
Guerra non cerco, pace non sopporto.
Avatar utente
rabe
The Vlabe method
Messaggi: 46793
Iscritto il: 22 marzo 2005 14:26
Località: Down under
Contatta:

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da rabe » 18 agosto 2015 23:31

diego ha scritto:Visti tutti, e soprattutto Claypool (vabbè, chetelodicoaffare) e quello dei Mudvayne :allah:
quello dei Mudvayne e' un mostro, peccato sia sparito dalla circolazione insieme al resto della band...

comunque oggi si parla di Joe Lester e del suo basso fretless negli Intronaut

Intronaut, Killing birds with stones (live che ve li godete meglio)
Di sto mostro basta asocltare qualsiasi cosa, ma in questa canzone adoro il suo iniziar ein levare, i raddoppi che fa intorno a 2:00, a 3:17 quando sembra che parta pe ri cazzi suoi ma invece riesce a starci dentro (come sono tecnico), la scala a 4:22 e seguire, e poi ovviamente a partire da 5:24 quando inizia ad usare l'assenza di tasti come si deve...
Li ho visti dal vivo due volte: dal vivo lui e' ancora piu' pazzesco: compostissimo e preciso, ha un suono caldo bellissimo.

phpBB [video]



...e visto che si parla di fretless, come non citare lui:

Death, Trapped in a corner
...difficile dire dove di Giorgio dia il meglio di se in sta canzone, visto che e' (come nel resto del disco*) al 200%. L'intro e' da paura! A partire da 1:25 mi tocco tutte le volte, e quando parte l'assolo a 2:53 un po' mi bagno.
Ogni singolo pattern e nota andrebbe studiata a scuola.

phpBB [video]




*ed in generale sto disco e' avanti di qualche millennio
Cancer is a manageable, if not curable, disease, similar to other chronic disease. Force T. et al., Nature Cancer Rew. (2007)
"...e adesso andiamo a metterlo nel culo al cancro!"


http://angrylikeawallaby.blogspot.com/


coglionazziiii (cit. by None)
Avatar utente
diego
Il Maestro® ma anche un Signore®
Messaggi: 16476
Iscritto il: 28 novembre 2002 14:37

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da diego » 19 agosto 2015 22:46

Cazzo bravi gli Intronaut, non li conoscevo!
il bassista è da panico. :eek:
Guerra non cerco, pace non sopporto.
Avatar utente
rabe
The Vlabe method
Messaggi: 46793
Iscritto il: 22 marzo 2005 14:26
Località: Down under
Contatta:

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da rabe » 19 agosto 2015 23:16

diego ha scritto:Cazzo bravi gli Intronaut, non li conoscevo!
il bassista è da panico. :eek:
tie', ascoltati sto trip :tru ;)

phpBB [video]
Cancer is a manageable, if not curable, disease, similar to other chronic disease. Force T. et al., Nature Cancer Rew. (2007)
"...e adesso andiamo a metterlo nel culo al cancro!"


http://angrylikeawallaby.blogspot.com/


coglionazziiii (cit. by None)
Avatar utente
Alexi Laiho
Hey McFly...
Messaggi: 3186
Iscritto il: 28 aprile 2003 12:06
Località: Bari
Contatta:

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da Alexi Laiho » 21 agosto 2015 10:16

Ravenheart ha scritto:Hendrix era avanti di 50 anni rispetto ai suoi tempi. Comunque in un chitarrista non conta solo il saper sparare 150000 note al secondo, altrimenti Malmsteen sarebbe il migliore. C'è differenza tra essere un maestro dello strumento e uno smanettone che va a 2000 kmh

infatti Marmsting è uno dei migliori con un feeling della madonna, complimenti per la vaccata
"Non vi è richiesto di capire qualcosa di musica, non vi preoccupate" BY SAIRUS

Reality Grey: https://www.facebook.com/RealityGreyOfficial/
Avatar utente
Erotic.Nightmares
Coltivatore diretto delle sei corde
Messaggi: 17735
Iscritto il: 11 aprile 2005 09:51
Località: Genova - Lagaccio Avenue

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da Erotic.Nightmares » 25 agosto 2015 08:48

Vi lascio da soli due settimane e mi sputtanate il senso del thread :...:

Se volete contribuire fate pure, ne son ben lieto...ma il concetto è il seguente: "Prendere un brano (o ancor meglio un singolo passaggio significativo) e sviscerarlo dal punto di vista tecnico e compositivo". Per postare video di fenomeni c'è già cascatori di mascella. Asini (soprattutto rabe) :o

Vabbè, vi regalo un'altra perla.

Michael Lee Firkins - Runaway Train
Il biondocrinito chitarrista della scuderia Varney secondo me non ha mai ottenuto i riconoscimenti e il successo che merita. Autore di un primo disco solista ECCEZIONALE, che contiene una serie di perle strumentali davvero rare e bellissime. In particolare eccovi Runaway Train, un pezzo nel quale Firkins mette a servizio della forma canzone praticamente tutta la sua (mostruosa e variegata) tecnica strumentale. L'intro del pezzo in particolare è un esempio perfetto del suo stile unico e inimitabile. E' interamente suonato in chicken picking (la tecnica ibrida dita/plettro) che conferisce alla frase un suono molto rotondo (quando usa le dita) e appuntito al tempo stesso (quando invece plettra). Non è altro che la semplice scomposizione armonica (arpeggiata) degli accordi di base del pezzo ma suonata dalle sue mani eccezionali diventa una cosa pazzesca. Con una precisione chirurgica alterna le dita sui cantini e il plettro sulle basse, sviluppando un riff che da un'idea di movimento "circolare" attorno a un centro tonale. Un'idea di una semplicità disarmante ma con un risultato finale stupefacente. Lo muove linearmente sul manico seguendo la progressione discendente dell'armonia fino ad arrivare al riff portante della canzone, nel quale davvero sfodera tutto quello che ha di unico. Un riffettone country rock suonato su una base speed metal interamente in chicken picking con una ricchezza di suono in termini di armoniche e "colori" pazzesca. Firkins è un chitarrista della madonna, davvero non mi spiego come non sia diventato uno dei mostri sacri accanti ai vari Satch e compagnia varia. Fate vostro questo pezzo e anche tutto il resto del disco, già che ci siete.
Chi va piano va sano e va lontano. Chi va forte va alla morte (tiè...)
Tonica, terza, quinta, settima diminuita. Resta dunque irrisolto l'accordo della mia vita?
Avatar utente
Sean Olson
Hannibal "The Cannibal" Lecter
Messaggi: 8406
Iscritto il: 20 gennaio 2005 12:44
Località: Chernobyl
Contatta:

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da Sean Olson » 25 agosto 2015 12:20

Questo topic è pieno di sborra. :asd:
FORZA MILAN!!!
Nostagico dell'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche
Avatar utente
rabe
The Vlabe method
Messaggi: 46793
Iscritto il: 22 marzo 2005 14:26
Località: Down under
Contatta:

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da rabe » 25 agosto 2015 15:11

Erotic.Nightmares ha scritto:Vi lascio da soli due settimane e mi sputtanate il senso del thread :...:

Se volete contribuire fate pure, ne son ben lieto...ma il concetto è il seguente: "Prendere un brano (o ancor meglio un singolo passaggio significativo) e sviscerarlo dal punto di vista tecnico e compositivo". Per postare video di fenomeni c'è già cascatori di mascella. Asini (soprattutto rabe) :o

Vabbè, vi regalo un'altra perla.

Michael Lee Firkins - Runaway Train
Il biondocrinito chitarrista della scuderia Varney secondo me non ha mai ottenuto i riconoscimenti e il successo che merita. Autore di un primo disco solista ECCEZIONALE, che contiene una serie di perle strumentali davvero rare e bellissime. In particolare eccovi Runaway Train, un pezzo nel quale Firkins mette a servizio della forma canzone praticamente tutta la sua (mostruosa e variegata) tecnica strumentale. L'intro del pezzo in particolare è un esempio perfetto del suo stile unico e inimitabile. E' interamente suonato in chicken picking (la tecnica ibrida dita/plettro) che conferisce alla frase un suono molto rotondo (quando usa le dita) e appuntito al tempo stesso (quando invece plettra). Non è altro che la semplice scomposizione armonica (arpeggiata) degli accordi di base del pezzo ma suonata dalle sue mani eccezionali diventa una cosa pazzesca. Con una precisione chirurgica alterna le dita sui cantini e il plettro sulle basse, sviluppando un riff che da un'idea di movimento "circolare" attorno a un centro tonale. Un'idea di una semplicità disarmante ma con un risultato finale stupefacente. Lo muove linearmente sul manico seguendo la progressione discendente dell'armonia fino ad arrivare al riff portante della canzone, nel quale davvero sfodera tutto quello che ha di unico. Un riffettone country rock suonato su una base speed metal interamente in chicken picking con una ricchezza di suono in termini di armoniche e "colori" pazzesca. Firkins è un chitarrista della madonna, davvero non mi spiego come non sia diventato uno dei mostri sacri accanti ai vari Satch e compagnia varia. Fate vostro questo pezzo e anche tutto il resto del disco, già che ci siete.
ah ho capito, bisogna copia e incollare da wikipedia... :...:

muori gonfio posseduto da un cinese
Cancer is a manageable, if not curable, disease, similar to other chronic disease. Force T. et al., Nature Cancer Rew. (2007)
"...e adesso andiamo a metterlo nel culo al cancro!"


http://angrylikeawallaby.blogspot.com/


coglionazziiii (cit. by None)
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 13355
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da johnny-blade » 25 agosto 2015 15:25

Alexi Laiho ha scritto:
Ravenheart ha scritto:Hendrix era avanti di 50 anni rispetto ai suoi tempi. Comunque in un chitarrista non conta solo il saper sparare 150000 note al secondo, altrimenti Malmsteen sarebbe il migliore. C'è differenza tra essere un maestro dello strumento e uno smanettone che va a 2000 kmh

infatti Marmsting è uno dei migliori con un feeling della madonna, complimenti per la vaccata
Beh,quando ascolto il primo è pura estasi.

crisc sand
ca diavl già ci sì
Avatar utente
diego
Il Maestro® ma anche un Signore®
Messaggi: 16476
Iscritto il: 28 novembre 2002 14:37

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da diego » 25 agosto 2015 22:53

Erotic.Nightmares ha scritto: Michael Lee Firkins - Runaway Train
Il biondocrinito chitarrista della scuderia Varney secondo me non ha mai ottenuto i riconoscimenti e il successo che merita. Autore di un primo disco solista ECCEZIONALE, che contiene una serie di perle strumentali davvero rare e bellissime. In particolare eccovi Runaway Train, un pezzo nel quale Firkins mette a servizio della forma canzone praticamente tutta la sua (mostruosa e variegata) tecnica strumentale. L'intro del pezzo in particolare è un esempio perfetto del suo stile unico e inimitabile. E' interamente suonato in chicken picking (la tecnica ibrida dita/plettro) che conferisce alla frase un suono molto rotondo (quando usa le dita) e appuntito al tempo stesso (quando invece plettra). Non è altro che la semplice scomposizione armonica (arpeggiata) degli accordi di base del pezzo ma suonata dalle sue mani eccezionali diventa una cosa pazzesca. Con una precisione chirurgica alterna le dita sui cantini e il plettro sulle basse, sviluppando un riff che da un'idea di movimento "circolare" attorno a un centro tonale. Un'idea di una semplicità disarmante ma con un risultato finale stupefacente. Lo muove linearmente sul manico seguendo la progressione discendente dell'armonia fino ad arrivare al riff portante della canzone, nel quale davvero sfodera tutto quello che ha di unico. Un riffettone country rock suonato su una base speed metal interamente in chicken picking con una ricchezza di suono in termini di armoniche e "colori" pazzesca. Firkins è un chitarrista della madonna, davvero non mi spiego come non sia diventato uno dei mostri sacri accanti ai vari Satch e compagnia varia. Fate vostro questo pezzo e anche tutto il resto del disco, già che ci siete.
Figa, 'sto qui proprio non lo conoscevo. E la tua spiegazione mi ha fatto capire un sacco di robe a cui sentendo distrattamente non avrei fatto caso. zzz
Guerra non cerco, pace non sopporto.
Avatar utente
diego
Il Maestro® ma anche un Signore®
Messaggi: 16476
Iscritto il: 28 novembre 2002 14:37

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da diego » 27 agosto 2015 13:35

Non è tra gli artisti citati e postati fin'ora, ma siccome ci sono arrivato partendo da Greg Howe e poi ampliando il discorso, volevo solo rappresentare che mi sono procurato "Mind's Eye" di Vinnie Moore.
A orecchio (il mio, quindi molto rozzo), sembra un altro minchione da nulla. :sisi:
Guerra non cerco, pace non sopporto.
Avatar utente
Ank
Don't Try
Messaggi: 16762
Iscritto il: 11 febbraio 2009 12:46
Località: Milano....italyyyyy!!!!!!
Contatta:

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da Ank » 29 agosto 2015 11:32

Thread eccezzionale.
Se la mia memoria fosse fervida, mi piacerebbe infilarci qualcosa (Magari del buon zakkaria, che di passaggi sbrodolosi ne ha fatti a iosa anche lui, anche con lo zio).
Ma ora non mi sovviene nulla.... :(

Seguirò con piacere, ciccio zzz
"Chi beve un bicchiere.
Chi uno ogni tanto...chi tutte le sere!" R. Gaetano


Sacra Alleanza della Costina ● Mantecatore e massaggiatore :cornine:
...saluti dal bar!

♫ ♪ NOWHERE!
Avatar utente
rabe
The Vlabe method
Messaggi: 46793
Iscritto il: 22 marzo 2005 14:26
Località: Down under
Contatta:

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da rabe » 29 agosto 2015 16:21

Ank ha scritto:Thread eccezzionale.
Se la mia memoria fosse fervida, mi piacerebbe infilarci qualcosa (Magari del buon zakkaria, che di passaggi sbrodolosi ne ha fatti a iosa anche lui, anche con lo zio).
Ma ora non mi sovviene nulla.... :(

Seguirò con piacere, ciccio zzz
:...:
Cancer is a manageable, if not curable, disease, similar to other chronic disease. Force T. et al., Nature Cancer Rew. (2007)
"...e adesso andiamo a metterlo nel culo al cancro!"


http://angrylikeawallaby.blogspot.com/


coglionazziiii (cit. by None)
Avatar utente
Ank
Don't Try
Messaggi: 16762
Iscritto il: 11 febbraio 2009 12:46
Località: Milano....italyyyyy!!!!!!
Contatta:

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da Ank » 31 agosto 2015 17:28

Eh le droghe, l'alcol, il tuo culo e la fiatella di lele mi hanno fatto perdere la memoria.... :bu:
"Chi beve un bicchiere.
Chi uno ogni tanto...chi tutte le sere!" R. Gaetano


Sacra Alleanza della Costina ● Mantecatore e massaggiatore :cornine:
...saluti dal bar!

♫ ♪ NOWHERE!
Avatar utente
giopasi
The Nephilim of The Lyre-Guitar
Messaggi: 8334
Iscritto il: 1 aprile 2014 07:56
Località: Torino

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da giopasi » 5 settembre 2015 23:24

Allora allora, premetto che, come solennemente promesso di non volerlo insozzare, intervengo solo per riaccendere il presente 3d che, secondo me, dovrebbe avere una frequentazione almeno settimanale. Quindi il mio intendo principale è invogliare gli specialisti del forum a donarci, se non tutte, alcune perle come quella già presentate da Ero e Rabe. Fine premessa.

Jason Becker - Perpetual Burn

Il pezzo indicato vuole essere un esempio magistrale di come si possa strutturare una melodia utilizzando totalmente esolamente lo sweeping e lo string skipping per tutta la durata intera del brano.
Tuttavia, chiuque abbia portato a termine gli esercizio della tecnica in questione con il metodo Castellano dovrebbe riuscire ad impararlo ed a ripeterlo almeno alla stessa velocità e quasi nella stessa maniera. Dico quasi perchè il pezzo ha momenti che per me invece sono vere e proprie seghe musicali (nel senso buono del termine :D...e cioè che mi fanno flippare le dita), e sono fondamentalmente 3:
1) al min 1:31 viene eseguito in tapping/hammer una sequenza di note che, seppur semplici dal punto di vista della tablatura, richiedono un'abilità non indifferente, sia dal punto di vista della velocità, in quanto Jason sembra che raddoppi letteralmente il numero di note, sia dal punto di vista manuale (estensione);
2) al min 2:01 vengono suonate delle note in ripetizione ad un alta velocità, intercalate da scale in string skipping che, seppur sempre a livello di buon abile tecnicismo, offrono un effetto, aumentato dalla batteria, di raffica spaventosamente potente e difficile da riprodurre; non è tanto suonarle ma riuscire a dare l'effetto del crescendo senza perdere il ritmo della plettrata;
3) al min 2:56 una scala in crescendo mozza il fiato in quanto, a mio avviso, mi risulta quasi impossibile da ripetere perfettamente. Perfino Loomis la quasi-ranza rifacendola. Il fatto è che prima della scala Jason fa un serie di sweep veloci e molto ampi in termini di manico e quandi riuscire ad arrivare a prenderla perfettamente a tempo e, nello stesso tempo, anche concentrato, supera la semplice pratica o il mero esercizio da ripetizione.
Per me tutto questo rende il pezzo unico ed irripetibile.

E lui lo suonava quasi senza sforzo. Per questo, e molti altri motivi, penso che Jason sia uno dei chitarristi migliori e che più mi hanno invogliato a sudare e spendere ore ed ore sulla chitarra. Insomma, era l'alternativa più piacevole al porno :D
Bene, spero che Ero non mi cazzi :fear:

P.S. Ovviamente adesso arriverà e dirà che lui la fa ad occhi chiuso e senza 5 dita :asd:
Nel rotondo crocicchio, sei donzelle ballano. Tre di carne e tre d’argento. I sogni di un tempo le cercano, ma le tiene avvinghiate un Polifemo d’oro. Cosa sono?
https://fusionandoblog.wordpress.com/
Avatar utente
diego
Il Maestro® ma anche un Signore®
Messaggi: 16476
Iscritto il: 28 novembre 2002 14:37

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da diego » 12 settembre 2015 16:30

giopasi ha scritto:Allora allora, premetto che, come solennemente promesso di non volerlo insozzare, intervengo solo per riaccendere il presente 3d che, secondo me, dovrebbe avere una frequentazione almeno settimanale. Quindi il mio intendo principale è invogliare gli specialisti del forum a donarci, se non tutte, alcune perle come quella già presentate da Ero e Rabe. Fine premessa.

Jason Becker - Perpetual Burn

Il pezzo indicato vuole essere un esempio magistrale di come si possa strutturare una melodia utilizzando totalmente esolamente lo sweeping e lo string skipping per tutta la durata intera del brano.
Tuttavia, chiuque abbia portato a termine gli esercizio della tecnica in questione con il metodo Castellano dovrebbe riuscire ad impararlo ed a ripeterlo almeno alla stessa velocità e quasi nella stessa maniera. Dico quasi perchè il pezzo ha momenti che per me invece sono vere e proprie seghe musicali (nel senso buono del termine :D...e cioè che mi fanno flippare le dita), e sono fondamentalmente 3:
1) al min 1:31 viene eseguito in tapping/hammer una sequenza di note che, seppur semplici dal punto di vista della tablatura, richiedono un'abilità non indifferente, sia dal punto di vista della velocità, in quanto Jason sembra che raddoppi letteralmente il numero di note, sia dal punto di vista manuale (estensione);
2) al min 2:01 vengono suonate delle note in ripetizione ad un alta velocità, intercalate da scale in string skipping che, seppur sempre a livello di buon abile tecnicismo, offrono un effetto, aumentato dalla batteria, di raffica spaventosamente potente e difficile da riprodurre; non è tanto suonarle ma riuscire a dare l'effetto del crescendo senza perdere il ritmo della plettrata;
3) al min 2:56 una scala in crescendo mozza il fiato in quanto, a mio avviso, mi risulta quasi impossibile da ripetere perfettamente. Perfino Loomis la quasi-ranza rifacendola. Il fatto è che prima della scala Jason fa un serie di sweep veloci e molto ampi in termini di manico e quandi riuscire ad arrivare a prenderla perfettamente a tempo e, nello stesso tempo, anche concentrato, supera la semplice pratica o il mero esercizio da ripetizione.
Per me tutto questo rende il pezzo unico ed irripetibile.

E lui lo suonava quasi senza sforzo. Per questo, e molti altri motivi, penso che Jason sia uno dei chitarristi migliori e che più mi hanno invogliato a sudare e spendere ore ed ore sulla chitarra. Insomma, era l'alternativa più piacevole al porno :D
Bene, spero che Ero non mi cazzi :fear:

P.S. Ovviamente adesso arriverà e dirà che lui la fa ad occhi chiuso e senza 5 dita :asd:
Uh, non mi ero accorto del tuo intervento. Ora me la vado a riascoltare. :)
Guerra non cerco, pace non sopporto.
Avatar utente
Uccio
Senior Member
Messaggi: 597
Iscritto il: 12 febbraio 2015 13:31

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da Uccio » 12 settembre 2015 18:38

giopasi ha scritto:Insomma, era l'alternativa più piacevole al porno :D
:asd: cmq il pezzo me lo ascolterò anche io volentieri
Avatar utente
diego
Il Maestro® ma anche un Signore®
Messaggi: 16476
Iscritto il: 28 novembre 2002 14:37

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da diego » 12 settembre 2015 23:57

diego ha scritto:
Uh, non mi ero accorto del tuo intervento. Ora me la vado a riascoltare. :)
L'ho riascoltata e su Becker che vuoi dire, pure una capra ignorante come me rimane :strafa:
Poi ho visto il video di Loomis, e ho realizzato a vista cosa vuol dire tirare fuori quella roba lì. E la faccia è passata a :eek:
Guerra non cerco, pace non sopporto.
Avatar utente
diego
Il Maestro® ma anche un Signore®
Messaggi: 16476
Iscritto il: 28 novembre 2002 14:37

Re: Seghe musicali e strumentali

Messaggio da diego » 13 settembre 2015 00:01

P.S. E rendiamoci conto che ha fatto quel che ha fatto che era presso che un bambino e da quando aveva 22 (22!!!) anni non ha più potuto suonare. :(
Guerra non cerco, pace non sopporto.
Rispondi