metallo ai fornelli

(già Fun, Manicomio e Sex Drugs & Metal.It) Zona divertimento!
ATTENZIONE: il regolamento è valido anche qui
Avatar utente
johnny-blade
Senior Member
Messaggi: 13645
Iscritto il: 17 aprile 2012 17:44
Località: MI but I ♥ PE

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da johnny-blade » 2 luglio 2015 12:23

Frecht Erò! :asd:
Pe' du patane si scritt nu romanz :D :asd:


Si vede la tua passione.

crisc sand
ca diavl già ci sì
Avatar utente
Jonah Hex
Senior Member
Messaggi: 1543
Iscritto il: 23 aprile 2011 19:41

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Jonah Hex » 2 luglio 2015 14:17

Erotic.Nightmares ha scritto:Ti do due modi per prepararle, entrambi validi con risultati diversi. In entrambi i casi la precondizione è scegliere patate di alta qualità, con buccia un po' spessa, di dimensioni non troppo grandi (diciamo più o meno grandi come una pera per il procedimento 1 e invece più piccole tipo mandarino nel procedimento 2) e lavarle e spazzolarle molto bene perchè NON vanno sbucciate.

1) Taglia le patate a tocchetti irregolari, condiscile con un filino d'olio (POCO!!!!), sale e pepe. Poi prepara dei cartocci grandi quanto un'arancia con dentro qualche tocchetto di patata, una foglia di alloro, un rametto di rosmarino e uno spicchio d'aglio in camicia (quindi non sbucciato, solo leggermente schiacciato). Chiudi bene i cartocci, poi mettili ai lati della brace. Dopo una ventina di minuti girali e falli cuocere ancora dieci minuti, massimo un quarto d'ora. Aprine uno, se sono dorate e croccanti sono pronte altrimenti lasciaceli ancora una decina di minuti (dipende da che brace hai fatto)

2) Prendi la patata intera, steccala con del rosmarino e dell'alloro (quindi pratica due piccole incisioni e infila in una il rametto di rosmarino, nell'altra la foglia di alloro). Salala leggermente in superficie e avvolgila nel cartoccio. Ripeti l'operazione per tutte le patate. Mettile sempre ai lati della brace, lasciale cuocere tranquillamente una quarantina di minuti girandole circa a metà cottura. Tirale fuori, apri i cartocci, togli alloro e rosmarino e in una delle due incisioni infila un pezzo di burro (magari burro aromatizzato all'aglio o al cipollotto verde, sai come si fa il burro aromatizzato?)

Vedrai che in entrambi i modi vengono strafighi.

Colgo l'occasione per segnalarvi la fantastica pentola cuocipatate. E' in un materiale strano, non è terracotta, non so di preciso di cosa sia fatta ma è un materiale molto poroso. Ci si introducono tre o quattro patate con la buccia ben lavate e spazzolate e ASCIUTTE PERFETTAMENTE (la pentola teme l'acqua, infatti non va MAI lavata dopo l'uso, solo spazzolata leggermente quando è fredda), metti la pentola sulla fiamma e lasci cuocere per una quarantina di minuti girando le patate a metà cottura. Vengono quasi identiche a quelle fatte al cartoccio sulla brace, con la buccia bella croccante e l'interno morbido. Conquistano un aroma e un sapore spettacolare. Qui a Genova si trova solo in un posto ben preciso, non ho idea di dove si possa trovare altrove. Poi vi dico che di marca è la mia. Tenete conto che più la si usa meglio vengono, le prime tre o quattro cotture vengono un po' così così poi migliora. E' una figata atomica per farsi le patate d'inverno quando non hai sbatta di accendere la brace perchè fuori fa freddo e tiri bestemmie.
Ottime ricette Erotic, me le segno per la prossima volta. Grazie!

Intanto ho provato a farle in modo "classico", ogni patata (piccola, perchè il mio barbecue è piccolo, ne ho usate 4) avvolta in carta stagnola con rosmarino e mezzo spicchio d'aglio e semisepolta (solo una sono riuscito a coprirla tutta) nella brace: senza girarle hanno impiegato 1 ora esatta di cottura, son venute a puntino e molto buone (diverse da tutti gli altri tipi di cottura) solo che l'aglio non ha lasciato nessuna traccia di sapore.
http://westerncampfire.blogspot.it > Il blog sul West e sul western
- "So what we wanna do, Wyatt?"... "LET'S GO!" -
- Simply because you can breathe doesn't mean you're alive or that you really live -
Avatar utente
Mordred
Finding the same old fears
Messaggi: 16385
Iscritto il: 18 gennaio 2005 19:20

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Mordred » 3 luglio 2015 01:48

ma dove straminchia hai imparato a cucinare così?!
Mordred non sa quello che vuole ma (forse) sa come ottenerlo.
by Orphen a.k.a. Phantom


c'è per tutti un colpo, per tutti un coltello.

sui cuori in fiamme ci si arrampica con le carezze...

Last.fm
Avatar utente
Jonah Hex
Senior Member
Messaggi: 1543
Iscritto il: 23 aprile 2011 19:41

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Jonah Hex » 3 luglio 2015 11:05

Mordred ha scritto:ma dove straminchia hai imparato a cucinare così?!
:bu:
http://westerncampfire.blogspot.it > Il blog sul West e sul western
- "So what we wanna do, Wyatt?"... "LET'S GO!" -
- Simply because you can breathe doesn't mean you're alive or that you really live -
Avatar utente
Erotic.Nightmares
Coltivatore diretto delle sei corde
Messaggi: 17739
Iscritto il: 11 aprile 2005 09:51
Località: Genova - Lagaccio Avenue

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Erotic.Nightmares » 3 luglio 2015 11:23

Penso che ce l'avesse con me :rip
Chi va piano va sano e va lontano. Chi va forte va alla morte (tiè...)
Tonica, terza, quinta, settima diminuita. Resta dunque irrisolto l'accordo della mia vita?
Avatar utente
Mordred
Finding the same old fears
Messaggi: 16385
Iscritto il: 18 gennaio 2005 19:20

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Mordred » 3 luglio 2015 12:22

sì con te!
io ho imparato da autodidatta e un po' di mestiere ce l'ho (ho aiutato in un ristorante di amici in cucina, ma in estate in alta stagione).
un po' di idee ce le ho, qualche "invenzione" l'ho fatta...
ma tu sei un altro livello. dove hai imparato.
voglio imparare
Mordred non sa quello che vuole ma (forse) sa come ottenerlo.
by Orphen a.k.a. Phantom


c'è per tutti un colpo, per tutti un coltello.

sui cuori in fiamme ci si arrampica con le carezze...

Last.fm
Avatar utente
Jonah Hex
Senior Member
Messaggi: 1543
Iscritto il: 23 aprile 2011 19:41

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Jonah Hex » 3 luglio 2015 13:56

Ahahah grande Ero :cornine:
http://westerncampfire.blogspot.it > Il blog sul West e sul western
- "So what we wanna do, Wyatt?"... "LET'S GO!" -
- Simply because you can breathe doesn't mean you're alive or that you really live -
Avatar utente
None
Zu Nuddu
Messaggi: 16992
Iscritto il: 26 febbraio 2010 18:18

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da None » 3 luglio 2015 21:52

Jonah Hex ha scritto:il cosidetto fucuni
:tru

http://www.traegergrills.com/teamtraege ... ZbnK99xL0r

sono per single :sisi:
tamburelli e cori ula-badula (Graz)
Avatar utente
Jonah Hex
Senior Member
Messaggi: 1543
Iscritto il: 23 aprile 2011 19:41

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Jonah Hex » 4 luglio 2015 11:01

Madò gli americani :asd:
http://westerncampfire.blogspot.it > Il blog sul West e sul western
- "So what we wanna do, Wyatt?"... "LET'S GO!" -
- Simply because you can breathe doesn't mean you're alive or that you really live -
Avatar utente
Månehav
Senior Member
Messaggi: 8821
Iscritto il: 12 aprile 2011 16:22

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Månehav » 5 luglio 2015 23:07

None ha scritto:
Jonah Hex ha scritto:il cosidetto fucuni
:tru

http://www.traegergrills.com/teamtraege ... ZbnK99xL0r

sono per single :sisi:
:strafa: :strafa: :strafa:
Avatar utente
None
Zu Nuddu
Messaggi: 16992
Iscritto il: 26 febbraio 2010 18:18

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da None » 6 luglio 2015 00:01

grande Miao biiir
tamburelli e cori ula-badula (Graz)
Avatar utente
Månehav
Senior Member
Messaggi: 8821
Iscritto il: 12 aprile 2011 16:22

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Månehav » 6 luglio 2015 00:17

None ha scritto:grande Miao biiir
certo che dopo ci vuole un trapianto di fegato immediato, pero' :strafa: :strafa: :strafa:
Avatar utente
Erotic.Nightmares
Coltivatore diretto delle sei corde
Messaggi: 17739
Iscritto il: 11 aprile 2005 09:51
Località: Genova - Lagaccio Avenue

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Erotic.Nightmares » 12 ottobre 2015 08:52

Allora....sabato ho sperimentato una ricetta alternativa per la focaccia. Viene più croccantosa ma è decisamente meno sbattimento della versione lunga che avevo postato qualche tempo fa. Dovete solo avere l'accortezza di prepararla il giorno prima. Ma tolta la lievitazione, è NETTAMENTE più veloce dell'altra e il risultato è decisamente valido.

Ingredienti
250gr di farina manitoba (350/400W)
250gr di semola rimacinata di grano duro
350gr di acqua tiepida
50gr di olio
3/4gr di lievito di birra
10gr di sale
5gr di zucchero
Sale grosso, acqua e olio per la copertura

Preparazione
Miscelate le due farine. Prendete 50gr di acqua e scioglieteci dentro il lievito di birra fresco insieme allo zucchero. Quando è tutto ben sciolto incorporateci dentro un paio di cucchiai di farina per ottenere una pastella morbida. Lasciatela da parte qualche minuto fino a che non forma della schiuma. Nel frattempo prendete la rimanente acqua, incorporateci l'olio e il sale, con una frusta emulsionate bene il tutto (per gli ignoranti capre del cazzo: sbattete tutto con una frusta per amalgamare acqua e olio). Ora mettete nella farina la pastella di lievito e iniziate a impastare mentre versate a filo l'emulsione di acqua, olio e sale. Impastate A LUNGO, tipo io con la planetaria ho impastato circa 20 minuti. Deve venire una pasta molto ben incordata (ovvero omogenea), liscia, leggermente appiccicosa ma non molliccia come nella ricetta dell'altra focaccia. Deve essere piuttosto soda, non dura ma soda. Quando è pronta sbattetela sulla spianatoia e datele ancora due o tre minuti a mano per darle forza. Poi pirlatela (ovvero rotolatela fino a farle prendere la forma di una bella palla). Ora prendete una ciotola di vetro, oliatela, infarinate la palla di pasta e mettetela nella ciotola. Chiudete con della pellicola trasparente e mettetela in frigo per 18/24h (io l'ho impastata sabato mattina alle 9 e l'ho cotta domenica mattina alle 11). Il giorno dopo oliate BENE una leccarda da forno, tirate fuori la pasta, mettetela nella leccarda oliata e con le dita schiacciatela (non dovete tirare, dovete solo allargarla schiacciandola) fino a riempire la leccarda. Lasciatela lievitare nel forno con la luce accesa per un'ora, un'ora e mezza. Tiratela fuori, fate i classici buchetti con le dita, cospargetela con un po' di sale grosso, olio di oliva e spruzzatela con acqua. Ficcatela in forno a 220°C per circa 20 minuti. Il risultato è garantito.

Io ne ho fatto una versione con cipolla e rosmarino. Prendete una grossa cipolla bianca, pulitela, tagliatela in due e poi ogni metà a fette sottili. Prendete una ciotola, mettetecela dentro, copritela con acqua fredda, chiudete la ciotola con due giri di pellicola trasparente, ficcatela in microonde alla massima potenza per dieci minuti. Tiratela fuori, bucate la pellicola (che ne frattempo si sarà gonfiata) stando attenti a non ustionarvi col vapore cipolloso caldo. Scolate la cipolla, conditela con un pochino d'olio e un pochino di sale. Prendete due rametti di rosmarino, tritateli fini fini e mischiateli alla cipolla. Mettete la cipolla condita sulla focaccia già pronta per essere infornata (quindi con sale, olio e acqua sopra) e ficcate tutto in forno.

Se volete vi do anche la ricetta del risotto alle erbe e del capriolo alle mele che ho cucinato zzz
Chi va piano va sano e va lontano. Chi va forte va alla morte (tiè...)
Tonica, terza, quinta, settima diminuita. Resta dunque irrisolto l'accordo della mia vita?
Avatar utente
Erotic.Nightmares
Coltivatore diretto delle sei corde
Messaggi: 17739
Iscritto il: 11 aprile 2005 09:51
Località: Genova - Lagaccio Avenue

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Erotic.Nightmares » 12 ottobre 2015 09:10

Ve le do comunque, anche se non le volete zzz

Risotto alle erbe aromatiche
Ingredienti:
Riso carnaroli di alta qualità
Vino bianco secco
Brodo vegetale di qualità
Scalogno
Rosmarino, timo, aneto, erba cipollina, maggiorana, origano fresco (poco), menta (poca)

Preparazione:
Tritate finemente lo scalogno, rosolatelo con un po' di burro, buttateci il riso dentro, tostatelo un paio di minuti, sfumate con un po' di vino bianco poi iniziate ad aggiungere il brodo vegetale. Nel frattempo tritate finissime tutte le erbe aromatiche insieme tenendo da parte due rametti di timo e due fili di cipollina per la decorazione dei piatti. Ora mettete anche le erbe aromatiche nel risotto e continuate ad aggiungere brodo un mestolo alla volta fino a portarlo a cottura. Quando il risotto è pronto (lasciatelo un po' all'onda, non deve essere troppo tirato) mantecate con una generosa noce di burro e una spolverata di grana. Servite bello caldo decorandolo con le erbe che avete lasciato a parte.

E ora il piatto forte...

Capriolo alle mele
Ingredienti per la marinatura
Mezzo litro di vino rosso di qualità (un buon nebbiolo va benissimo)
Una cipolla bianca
Una carota
Due coste di sedano
Tre spicchi d'aglio
Chiodi di garofano, bacche di ginepro, grani di pepe, alloro, rosmarino, salvia

Ingredienti per la preparazione
1kg di capriolo tagliato a pezzettoni (ma va bene anche il cinghiale o altra selvaggina da pelo)
Una cipolla
Due carote
Due coste di sedano
Tre mele renette
Mezzo litro di vino rosso
Un pochino di farina
Tre foglie d'alloro, un ramo di rosmarino, un ramo di salvia

Preparazione:
Per prima cosa la marinatura. Preparate la carne tagliandola a pezzettoni (diciano un po' più grossi dei pezzi di uno spezzatino) e lavatela bene con acqua corrente. Asciugatela con la carta assorbente. Pulite cipolla, carote e sedano e tagliate il tutto a tocchetti piuttosto grossolani. Sbucciate e rompete con un colpetto della mano l'aglio. Ora se avete una macchina per il sottovuoto mettete le verdure, la carne, tutte le spezie e il vino in un grosso sacchetto da vuoto e mettetelo sotto vuoto (il metodo PERFETTO per marinare). Se non l'avete, mettete comunque tutto quanto dentro una teglia larga e bassa (la marinatura deve toccare tutta la carne, se usate una ciotola la parte superiore della carne resterà senza marinatura) e coprite con della pellicola. Ficcate tutto in frigo e fate marinare 12/18h.

Quando è marinato tirate fuori, scolate la carne, buttate via tutte le spezie e tutte le verdure (non potete usarle per cucinare perchè avranno preso il sapore di selvatico) e lavate rapidamente la carne per togliere chiodi di garofano e bacche varie. Ora prendete le altre verdure e preparatele tagliandole a tocchettini abbastanza piccoli. Pulite anche le mele, tagliatele in quattro e fate ogni quarto a pezzettoni grossi. Prendete i bocconi di carne e rosolateli in un tegame (che poi dovrete mettere in forno quindi sceglietene uno che vada bene) con un po' d'olio. Quando saranno dorati spolverizzateli con un paio di cucchiai di farina e metteteci insieme tutte le verdure e le erbe aromatiche. Fatelo andare per una decina di minuti rosolandolo bene, poi metteteci il mezzo litro di vino e portate a bollore. Quando bolle buttateci le mele, togliete il tegame dal fuoco e ficcatelo in forno a 180°C per circa un'ora e mezza o comunque fino a quando il vino non si sarà rappreso formando una salsa piuttosto densa. Ogni dieci o quindici minuti dategli una girata perchè altrimenti man mano che il vino si consuma dei lati della carne resteranno scoperti dal liquidi e quindi si seccheranno. Se invece lo girate a modino, la carne resterà tenera tenera e bella succosa. Vi suggerisco di mettere in tavola tanto pane insieme a questo piatto perchè l'intingolo che si forma è ATOMICO e vi scanneranno pure la teglia :rip
Chi va piano va sano e va lontano. Chi va forte va alla morte (tiè...)
Tonica, terza, quinta, settima diminuita. Resta dunque irrisolto l'accordo della mia vita?
Avatar utente
Erlik_khan
Señor... que membro!!
Messaggi: 16159
Iscritto il: 15 aprile 2003 11:16
Località: Sicilia beddra!! Sicilia Beddra!!
Contatta:

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Erlik_khan » 14 novembre 2015 15:06

Boh, sto provando a far sta ricetta, vediamo come e cosa salta fuori

http://ricette.giallozafferano.it/Salmo ... verde.html

Ps. vorrei fare un corso di cucina, cazzo, ma qui mio insegenrebbero a preparare ste cose qui :(
PPs. che mi piacciono, tra parentesi
La guerra e' guerra, non c'e' distinzione tra civili e militari, c'e' solo lo schifo del mondo che da spettacolo di se... l'essere umano in tutto il suo splendore by Ashes
..W La terra dei cachi!! By Silvio B.
Avatar utente
Erotic.Nightmares
Coltivatore diretto delle sei corde
Messaggi: 17739
Iscritto il: 11 aprile 2005 09:51
Località: Genova - Lagaccio Avenue

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Erotic.Nightmares » 16 novembre 2015 11:56

Erliko come è venuto il salmone al pepe verde?

Un amico del contado mi ha regalato delle zucchine tardive, quelle che spuntano verso fine ottobre inizio novembre. Le ho fatte ripiene con una ricetta molto semplice e veloce. Squisite, roba da mangiarne una valanga.

Pulite le zucchine, spuntatele e tagliatele in due. Con un cucchiaino scavatele per bene e raccogliete l'interno in un mixer. Poi nel mixer aggiungete uno spicchio d'aglio, una carota pulita e fatta a pezzi, abbondante prezzemolo, due scalogni, una manciata di olive denocciolate, del timo o della maggiorana (a seconda di cosa vi piace), pepe, sale e tre o quattro cucchiai di latte. Frullate per bene. Ora aggiungete del pan grattato e del pecorino gratuggiato e frullate ancora un attimo, deve venire una crema soda. Disponete le zucchine in una teglia con carta da forno, salatele e pepatele leggermente, distribuite il ripieno abbondantemente, spolverizzate con pan grattato, date un veloce e leggero giro d'olio, cuocete in forno statico a 200° per circa mezz'ora poi mettetelo ventilato col grill per altri 10/15 minuti. Tirate fuori, fate raffreddare leggermente e sbranatele. Fatene un casino perchè durano qualche giorno in frigo e il giorno dopo sono ancora più buone.
Chi va piano va sano e va lontano. Chi va forte va alla morte (tiè...)
Tonica, terza, quinta, settima diminuita. Resta dunque irrisolto l'accordo della mia vita?
Avatar utente
Erlik_khan
Señor... que membro!!
Messaggi: 16159
Iscritto il: 15 aprile 2003 11:16
Località: Sicilia beddra!! Sicilia Beddra!!
Contatta:

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Erlik_khan » 22 novembre 2015 19:36

Erotic.Nightmares ha scritto:Erliko come è venuto il salmone al pepe verde?
Non da manuale, ma sono rimasto molto soddisfatto!
La guerra e' guerra, non c'e' distinzione tra civili e militari, c'e' solo lo schifo del mondo che da spettacolo di se... l'essere umano in tutto il suo splendore by Ashes
..W La terra dei cachi!! By Silvio B.
Avatar utente
Erotic.Nightmares
Coltivatore diretto delle sei corde
Messaggi: 17739
Iscritto il: 11 aprile 2005 09:51
Località: Genova - Lagaccio Avenue

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Erotic.Nightmares » 23 novembre 2015 09:57

Bravo cucciolo zzz

Io nel frattempo mi sto specializzando per vari motivi nella preparazione di piatti tradizionali (risotti, arrosti....) ma senza l'utilizzo di grassi come olio o burro. Una sfida continua che mi sta dando grandissime soddisfazioni.

Ieri ho cucinato per degli amici un risotto ai funghi e un arrosto di vitello con cipolle e olive senza usare una sola goccia d'olio o di burro. Hanno mangiato come fogne, spazzolando via ogni cosa. Alla fine del pranzo ho detto loro come avevo cucinato il tutto e non ci credevano.
Chi va piano va sano e va lontano. Chi va forte va alla morte (tiè...)
Tonica, terza, quinta, settima diminuita. Resta dunque irrisolto l'accordo della mia vita?
Avatar utente
Erotic.Nightmares
Coltivatore diretto delle sei corde
Messaggi: 17739
Iscritto il: 11 aprile 2005 09:51
Località: Genova - Lagaccio Avenue

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Erotic.Nightmares » 23 novembre 2015 18:14

Per la cronaca, vi butto li un contorno velocissimo da fare e buono da morire, degli involtini di foglie di verza ripiene di purè.

Fate un purè abbastanza tirato (duro). Io ovviamente vi consiglio di farlo con la ricetta classica, però se avete fretta potete pure usare i fiocchi di patate (non la merda della Pfanni o roba del genere, parlo dei fiocchi di patate VERI che si trovano ancora in drogheria). Conditelo con un po' di grana, noce moscata e pepe. Ora prendete le foglie più esterne di un cavolo verza e sbollentatele una alla volta per una trentina di secondi in acqua bollente. Asciugatele con carta assorbente, farcitele con il purè, chiudetele una per una a involtino e infornatele a 180°C per circa 10/15 minuti per farle asciugare bene e diventare un pelo croccanti. Squisito.

Se avete tempo e voglia potete pure fare dei funghi in padella con aglio e prezzemolo e unirli al purè per rendere questo contorno un vero e proprio secondo piatto.
Chi va piano va sano e va lontano. Chi va forte va alla morte (tiè...)
Tonica, terza, quinta, settima diminuita. Resta dunque irrisolto l'accordo della mia vita?
Avatar utente
Brujo
Senior Member
Messaggi: 878
Iscritto il: 17 novembre 2015 17:15

Re: metallo ai fornelli

Messaggio da Brujo » 1 febbraio 2016 16:23

volevo fare lo splendido con http://blog.giallozafferano.it/squisito ... boscaiola/
ma è venuta fuori una mmerda che neanche i prigionieri dei gulag sovietici avrebbero mangiato... :...:
mi piaci.. io non ho nessun gusto.. ma mi piaci..
Rispondi